Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Corso online di editing

Corso online di scrittura creativa

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Tutti i contenuti di Antonella Bonura

  • Tipo: Blog
    Lun, 15/10/2018 - 12:30

    Le difficili strade del dolore. “Il segreto di mia sorella” di Flynn BerryC’è qualcosa di incompiuto nel romanzo di esordio di Flynn Berry, Il segreto di mia sorella. Una sorta di mesta delusione quella che ha provato chi legge nell’affrontare le pagine di questo noir edito da Sperling & Kupfer, e da qualche settimana in libreria nella traduzione di C. Pastore.

    Una delusione maturata proprio nel momento più complesso del plot, ovvero a metà dello sviluppo della trama quando tocca a chi scrive tenera alta la tensione, la curiosità, la voglia di conoscere e correre tutto d’un fiato attraverso le pagine della nostra storia. Questo la nostra autrice, a parere di chi scrive, non è riuscita a farlo divagando stancamente nella ricerca di una strada che una volta trovata ha consumato in maniera frettolosa.

    Dispiace maturare questa sensazione perché Flynn Berry la stoffa della scrittrice mistery-thriller l’ha tutta, potremmo dire il talento complessivo della narratrice è una dote che possiede senza dubbio.

    ...
  • Tipo: Blog
    Sab, 15/09/2018 - 10:30

    Cosa accade quando manca la misericordia? “Anna Édes” di Dezső KosztolányiLa tragicità e la complessità del male, dell'ingiustizia, nel suo farsi e nelle sue origini.

    Così potremmo sintetizzare, se si volesse, quel che rimane al lettore al termine del romanzo Anna Édes, il più celebre tra le opere narrative dello scrittore poeta e giornalista ungherese Dezső Kosztolányi.

    Il libro scritto nel 1926 è stato editato, in maniera pregevole, dalla casa editrice Anfora a cura di M. Szilàgyi e nella traduzione di Andrea Rényi. Un'accuratezza scandita da note storiche e linguistiche dettagliate e particolareggiate.

    La narrazione, segnata da uno stile profondamente realistico e da descrizioni di luoghi, personaggi, contesti dalla forte impronta, si staglia nella Budapest all'indomani della prima guerra mondiale, dopo la caduta del regime rosso di Bela Kun e l'instaurarsi di un governo reazionario.

     

    ...
  • Tipo: Blog
    Sab, 28/07/2018 - 12:30

    Il racconto dell’insoddisfazione. “Il gatto di marmo” di Ilaria MazzeoLa crisi di mezz’età, il guardarsi indietro, la malattia, i rimpianti sul passato, le insoddisfazioni nonostante i successi ottenuti. Gli ingredienti per la storia ci sono tutti e forse, questo è il parere di chi recensisce, risultano “buttati lì” in una trama che non riesce a convincere fino in fondo chi legge e a esplicare le proprie potenzialità.

    Queste le impressioni che raccoglie il romanzo breve di Ilaria Mazzeo, Il gatto di marmo, edito da Intermezzi.

    La storia è presto detta: Carmine Savarese, sceneggiatore affermato, si ritrova ad Amalfi per la presentazione del suo ultimo film con la sua assistente, anche lei una donna di mezz’età come lui. I due legati da una profonda amicizia, che da giovani li ha visti anche insieme sentimentalmente, si ritrovano ancora una volta a condividere non soltanto il lavoro ma una intimità che li porta a confrontarsi come due veri amanti e compagni di vita.

     

    ...

  • Tipo: Blog
    Ven, 15/06/2018 - 10:30

    Quando un libro è fare i conti col proprio passato. Intervista a Roberto AlajmoQuando la narrativa incontra il vissuto dell’autore, l’opera letteraria che di per sé è una scommessa tra scrittore e pubblico in questo caso accentua in modo maggiore il suo carattere di sfida. Sul rapporto tra il narratore e i suoi personaggi che sono anche presenze nella sua vita, la “partita” si consuma.

    Una sfida che possiamo considerare vinta per l’ultimo libro dello scrittore siciliano Roberto Alajmo L’estate del ‘78, edito da Sellerio.

    In queste intense pagine, necessarie, come le ha definite lo stesso autore, Alajmo è ritornato sui passi, sulle tracce, non solo di un momento terribile della sua esistenza quale la malattia-suicidio della madre, ma su tutto quello che questo evento ha provocato nella sua vita da quando diciottenne è costretto a vivere questa atroce esperienza a quando da adulto ha deciso di raccontare e utilizzare in modo terapeutico la scrittura.

    ...
  • Tipo: Blog
    Mar, 12/06/2018 - 10:30

    Premio Campiello 2018 – Intervista a Helena JaneczekÈ nella cinquina del Premio Campiello2018 il romanzo di Helena Janeczek La ragazza con la Leica, edito da Guanda. Un romanzo che attraverso tre diverse voci narranti, contemporaneamente personaggi, ha dato vita alla leggerezza, forza e passione della fotoreporter Gerda Taro, morta a soli 27 anni sul campo di battaglia mentre documentava la guerra civile spagnola.

    Proprio alla nostra autrice Sul Romanzo ha voluto rivolgere alcune domande per indagare sulla genesi di quest'opera e il lavoro di documentazione alla base della sua realizzazione.

     

    LEGGI ANCHE – Premio Campiello: interviste e ultime novità

     

    Gerda Taro è La ragazza con la Leica. Una fotereporter caduta sul campo giovanissima a soli 27 anni, pagando con la vita la sua...

  • Tipo: Blog
    Mer, 09/05/2018 - 13:20

    L’intensità del mare. “La cerimonia del nuoto” di Valentina FortichiariIntenso e vibrante tra vita e morte, questo il sentire che attraversa le diverse storie raccontate in La cerimonia del nuoto di Valentina Fortichiari (Bompiani).

    Il nuoto, il muoversi all’interno dello spazio sconfinato marino, le sfide che oceani e mari rappresentano per le creature che lo popolano: è questo il viaggio che la nostra autrice ci propone, l’osservazione dello stare al mondo, del vivere, che non riguarda solo squali, tonni, cavallucci marini.

    Come le creature del regno acquatico anche gli uomini si confrontano con il mare, lottano, soccombono così come resistono ai pericoli, al male, al “nemico”.

     

    Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

     

    Come i tonni protagonisti delle macabre mattanze che lottano fino...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.