Corso SEC - Scrittura Editoria Coaching

Corso online di Editing

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso online di Scrittura Creativa

Tutti i contenuti di Dario Boemia

  • Tipo: Blog
    Mer, 18/03/2020 - 11:30

    Violenza sprecata. “Noi felici pochi” di Patrizio BatiNoi felici pochi (Mondadori) racconta la storia drammatica di un gruppo di amici della “Roma bene”, abituati a ottenere tutto quello che desiderano e a desiderare tutto quello che non potrebbero ottenere. Ma loro sono cresciuti ai Parioli e tutto possono. L’autore ignoto ha scelto come nome fittizio Patrizio Bati, adattamento italiano di Patrick Bateman, vale a dire il serial killer di American psycho. Una nota in apertura del libro segnala che nelle scene di violenza descritte nel romanzo «tutte le persone di cui si parla sono state realmente aggredite e malmenate». E il romanzo è intriso di violenza, così come di cupidigia, arroganza, egoismo, ma – è bene anticiparlo – questo tripudio di emozioni non ha trovato felice realizzazione nella pagina, che si riempie di azioni che poste una di seguito all’altra non mantengono la promessa...

  • Tipo: Blog
    Lun, 23/12/2019 - 11:30

    Tre donne contro il medioevo americano. “I testamenti” di Margaret AtwoodTrentacinque anni dopo Il racconto dell’ancella, Margaret Atwood licenzia il suo seguito, I testamenti, pubblicato in Italia da Ponte alle Grazie nella traduzione di G. Calza. Nella finzione, tuttavia, il tempo trascorso è di gran lunga inferiore, non più di qualche anno.

    Il mondo della storia è quello presentato nel primo romanzo: in un futuro distopico, non troppo lontano dal nostro, messo in ginocchio da una drammatica crisi della natalità e dagli effetti del riscaldamento climatico, un colpo di stato ha dato vita a Gilead, un governo teocratico negli Stati Uniti nord-orientali dominato da una forma radicale ed estremista di cristianesimo. I testi sacri sono conservati segretamente, non vengono letti, alle persone se ne fornisce solo una prevaricante interpretazione. Chi ha modo di entrarci in contatto viene messo in guardia: “non c’è scritto quello che dicono loro”....

  • Tipo: Blog
    Mar, 08/10/2019 - 10:30

    Un calcio al pallone, un atto politico. “Ladies Football Club” di Stefano MassiniAlle volte perché tutto cambi irrimediabilmente basta una bomba, o meglio, una bomba finta, fatta per simulare le traiettorie e i movimenti della sorella vera, infatti la chiamano Sister K. Quella vera, BOMB K4, ha la potenza di sei granate. L’altra, invece, è buona solo per le simulazioni di lancio. Una palla, insomma, basta una palla nel posto giusto, al momento giusto. Se poi rotola, se poi ci sono undici donne, tutte operaie, e stanno mangiando un panino su un muretto in pausa pranzo, se il cortile della fabbrica a un certo punto rivela la forma di un campo da football, se è il 6 aprile 1917, e c’è la guerra, poco importa che dopo mezz’ora di gioco si scopra che quella non era la sorella falsa, ma quella vera, e che avevano rischiato di saltare in aria, perché hanno fatto la rivoluzione, hanno cambiato il mondo una volta per tutte, e da certe svolte non è possibile tornare indietro. Certo, se fosse scoppiata, la palla, sarebbe andato tutto diversamente, che di bombe ne...

  • Tipo: Blog
    Lun, 09/09/2019 - 12:30

    Da certi luoghi puoi fuggire, non liberartene. “I ragazzi della Nickel” di Colson WhiteheadUn romanzo di formazione, di avventura, di tragica deformazione, un romanzo storico, per certi versi, benché si tratti di vicende a noi tremendamente vicine.

    I ragazzi della Nickel, il nuovo romanzo di Colson Whitehead, già autore de La ferrovia sotterranea (che gli è valso il Premio Pulitzer 2017), racconta la storia del giovane e integerrimo Elwood Curtis, confuso per un ladro e mandato alla Nickel Academy, un terrificante amalgama di violenza e discriminazione. Per lo Stato si tratterebbe di un riformatorio con funzioni scolastiche, ma nulla del genere è al centro della missione della Nickel.

    Siamo in Florida, nei primi anni Sessanta. E dire che Elwood voleva studiare, andare al college. I suoi lo hanno abbandonato quando era...

  • Tipo: Blog
    Mar, 16/07/2019 - 12:30

    Dove nasce e muore il calcio. “La partita. Il romanzo di Italia-Brasile” di Piero TrelliniBarcellona, Stadio di Sarriá, nella zona alta della città catalana. È il 5 luglio 1982, Italia e Brasile scendono in campo per il secondo turno eliminatorio del Campionato mondiale di calcio di Spagna. L’Italia di Bearzot, per passare, ha bisogno di vincere. Al Brasile, invece, basta un pareggio. Milioni di italiani guardano la partita, radunati intorno al televisore. Tra questi c’è anche un dodicenne Piero Trellini. «Eravamo su un lettone matrimoniale, perché era il lato fresco della casa, con uno dei primi televisori a colori, un telecomando con due tasti (uno accendeva e l’altro cambiava). Per una strana interferenza se si starnutiva il canale cambiava e bisognava cambiare canale fino alla fine del giro e tornare indietro. Quel giorno non potevo proprio avere il raffreddore».

    Da quel giorno Piero ha cominciato a raccogliere ritagli di giornale, notizie, fotografie, tutto ciò che riguardava quella partita...

  • Tipo: Blog
    Lun, 15/07/2019 - 10:30

    E questa la chiamate rivoluzione? “Soffiano sui nodi” di Ece TemelkuranSoffiano sui nodi di Ece Temelkuran (Spider&Fish 2019, traduzione di Nicola Verderame), con più di 120.000 copie vendute solo in Turchia e in corso di traduzione in quindici lingue, non lascia scampo, già dalle prime pagine, quando al lettore si presenta un’enigmatica e familiare voce narrante femminile, nella solitudine di una notte nella medina di Tunisi.

    Siamo nelle zone di crisi del Mediterraneo orientale, nei mesi in cui scoppiano le rivoluzioni e certi tiranni cadono. In Occidente, si parla di primavera araba. Come l’autrice, la protagonista, che racconta in prima persona, è turca ed è appena stata licenziata dal giornale per cui lavorava a Istanbul. Mentre nel suo albergo ha luogo una roboante festa di...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.