Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

14 scrittori famosi e le loro ultime parole

Tutti i contenuti di Silvia Scapinelli

  • Tipo: Blog
    Ven, 21/12/2018 - 11:30

    Cara Napoli, mia amata musa... Lorenzo Marone racconta la sua cittàCara Napoli, mia musa ispiratrice, come faccio a catturare le tue mille anime? Questo deve essersi domandato Lorenzo Marone nel lungo racconto su Napoli fatto dai suoi “mille coluri”. Da tale quesito sono nati i Granelli, rubrica che lo scrittore cura settimanalmente su «Repubblica Napoli» e in seguito la Feltrinelli ha raccolto le narrazioni nell’opera Cara Napoli.

    Il risultato della raccolta è davvero sorprendente perché siamo di fronte a un viaggio inedito che Marone ci regala attraversando una delle città più ricche di contraddizioni, un ossimoro vivente, un “miscuglio” di sensazioni che inaspettatamente creano poesia:

    «Ho usato a proposito il termine miscuglio (anche assai a dire il vero, perché mi fa sentire molto napoletano), credo che sia la...

  • Tipo: Blog
    Ven, 30/11/2018 - 11:30

    L’Inghilterra tra due secoli. “La donna del ritratto” di Kate MortonLa donna del ritratto (The clockmaker's daughter in originale), edito da Sperling & Kupfer e tradotto da Elena Cantoni e Rachele Salerno, è l’ultima e corposa fatica della scrittrice australiana Kate Morton, esperta nel realizzare romanzi articolati, che generalmente si sviluppano su due piani temporali. In questo caso la Morton passerà dall'epoca vittoriana fino ai giorni nostri attraversando anche la seconda guerra mondiale e gli anni Sessanta.

    La storia della Morton ha come sfondo un’antica dimora, immersa nella campagna dell'Oxfordshire sulle rive del Tamigi, che si rivela custode di vecchi segreti che nel dipanarsi del romanzo vengono portati a galla.

    È l’estate del 1862. Edward Radcliffe, un giovane pittore di vent’anni a capo di un gruppo di artisti che conduce in un’immersione totale nell'arte e nella selva, lontano dai rumori della caotica Londra del XIX secolo, al fine di dar sfogo alla propria creatività un po' alla maniera dei giovani novellatori del...

  • Tipo: Blog
    Ven, 19/10/2018 - 12:30

    Una Sardegna inedita alle prese con “La coda del diavolo” di Maurizio MaggiMaurizio Maggi ne La coda del diavolo (edito da Longanesi) scrive una storia ambientata in «una terra che nasconde segreti inconfessabili. Un protagonista a caccia di verità e giustizia. Un nuovo eroe, implacabile e ribelle.» E la terra a cui si riferisce è una Sardegna inedita, avulsa dagli stereotipi dei luoghi di vacanza. Ci troviamo di fronte a una terra arsa e solitaria, in una rara notte di temporale dove una ragazzina fugge, ma lui, il mostro, il suo rapitore e aguzzino, la cattura e la uccide ignaro del fatto che a pochi metri da lui ci sia una pattuglia dei carabinieri che lo arresta.

    Il romanzo introduce il lettore in una scena di apertura disturbante e barbara, che mi ha riportato alla mente le fiabe torbide dei fratelli Grimm.

     

    ...

  • Tipo: Blog
    Gio, 04/10/2018 - 12:30

    Un brindisi al mondo che ci esclude. La storia di Stephen ed ElinorFandango Libri prosegue con la pubblicazione dell'opera di Radclyffe Hall, con Al mondo, tradotto da Claudio Marrucci, romanzo inedito, incompiuto, precursore del capolavoro Il pozzo della solitudine. Quando uscì, nel 1928, Il pozzo della solitudine suscitò un forte scandalo, l’autrice fu accusata di oscenità e il libro messo al bando nel Regno Unito. Difatti tratta di una donna che ama un’altra donna. Per questa ragione la società la emargina e condanna mentre le sue ambizioni la spingerebbero verso il successo. Il pozzo della solitudine fu una delle prime opere introduttive della letteratura gay e per questo divenne un classico. La stessa scrittrice Radclyffe Hall fu una laboriosa esponente della cultura europea dei primi anni del ‘900 decisamente fuori dai luoghi comuni del tempo e dalle convenzioni sociali.

    ...
  • Tipo: Blog
    Lun, 17/09/2018 - 12:30

    Perché ci ostiniamo a cercare la bellezza?Perché ci ostiniamo, la raccolta di nove saggi di Fredrik Sjöberg, edito da Iperborea e tradotto da

    Andrea Berardini e Fulvio Ferrari, affronta un viaggio nel tempo attraverso paesaggi geografici della memoria e dell'anima.

    L'obiettivo di questi viaggi è quello di ricercare e ritrarre un elemento fondamentale che ci distingue dagli animali: la bellezza. La bellezza intesa come una solitudine in cui si fa ritorno stando meglio di prima. Un passo di lato, nella nostra epoca concitata. Una pausa per riprendere fiato. La bellezza, sottolinea Sjöberg, banale o meno, è oggi difficile da difendere, come non capitava da molto, molto tempo. Al pittore non basta mettere mano al pennello e avere talento per creare qualcosa di davvero bello bensì occorre che l'artista si immerga in un percorso di identificazione tra osservatore e soggetto per comprendere e mettere in arte la sensibilità umana. E in questa identificazione, come l'autore ama evidenziare...

  • Tipo: Blog
    Lun, 23/07/2018 - 10:30

    Una “stanza delle meraviglie” può salvare una vita umana?Se Thelma, una mamma, riuscirà a realizzare tutti i desideri, strambi e incantevoli, del “quaderno delle meraviglie” di suo figlio allora potrà salvargli la vita.

    Questo è il labile gioco in cui si cimenta Thelma, protagonista del romanzo La stanza delle meraviglie di Julien Sandrel, tradotto da Manuela Maddamma e pubblicato da Rizzoli.

    Thelma è una donna in carriera di quarant’anni, direttore di marketing di un grande gruppo di cosmetica di Parigi. Per il lavoro ha sacrificato tutto pur adorando suo figlio adolescente Louis che ha cresciuto da sola.

    Un sabato mattina Louis tenta in tutti i modi di parlare con sua madre poiché si è preso la prima cotta per una ragazzina e sente il bisogno di chiederle consigli ma, ancora una volta, Thelma deve sottrarsi alle incombenze materne per dedicarsi al lavoro.

     

    Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

    ...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.