Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Tutti i contenuti di Marco Scarlatti

  • Tipo: Blog
    Mer, 26/06/2019 - 10:30

    Il mistero dietro le voci del mondo. “Gli oscillanti” di Claudio MorandiniNegli Oscillanti, ultimo romanzo di Claudio Morandini, appena pubblicato da Bompiani, la storia si muove e oscilla fra due villaggi di montagna: Crottarda, in basso, e Autelor, poco più in alto. Quasi due poli opposti d’un micromondo fatto di vette e nuvole, cumuli di neve e pastori all’alpeggio.

    «Le case di Crottarda non superano in altezza i due piani perché si estendono verso il basso, lungo cantine che spesso sono adattamenti di cunicoli naturali. Lì sotto, in ambienti oscuri e dalla temperatura costante, gli abitanti conservano cibo, damigiane, bottiglie, e si rintanano quando ne hanno abbastanza del freddo umido del pianterreno. […] Tutto il contrario accade a Autelor, dove gli abitanti sembrano vivere metà della loro vita sui tetti, indaffarati in mille riparazioni, in un perenne lavorio di...

  • Tipo: Blog
    Gio, 23/05/2019 - 10:30

    Niente e nessuno è ciò che sembra. “La donna che vedi” di Giovanni PannacciLa donna che vedi di Giovanni Pannacci (Fernandel, 2019) può essere letto come un tentativo di ricerca della propria identità, ma anche come un lungo percorso che conduce alla verità. Non la Verità Ultima, ma sicuramente quella su se stessi.

    Protagonista del romanzo è Myriam Labate, una giovane e bellissima donna in carriera che sin dalle prime pagine del libro si scontra (e il lettore con lei) con due misteri: i continui blackout mentali che la colgono all’improvviso, catapultandola per pochi secondi in una quotidianità senza memoria, e l’inspiegabile licenziamento a cui il suo datore di lavoro e mentore l’ha obbligata pochi giorni prima di morire.

    «Per tranquillizzarsi continuava a ripetersi che era solo una conseguenza dello stress: quegli episodi erano iniziati dopo che Winter, in punto di morte,...

  • Tipo: Blog
    Sab, 04/05/2019 - 12:30

    L’orrore nel quale ogni tanto ti risvegli. “Il risolutore” di Pier Paolo GiannubiloIl risolutore, ultimo romanzo di Pier Paolo Giannubilo (Rizzoli), è uno dei dodici semifinalisti del Premio StregaUn libro che, in poco meno di cinquecento pagine, si avventura nella vita incredibile di Gian Ruggero Manzoni, del quale il narratore ammette che, all’inizio, ne sapeva davvero poco.

    «Su di lui sapevo che era scrittore e artista poliedrico, nobiltà decaduta, posizioni vagamente fascio comuniste, un arresto per motivi politici nel ’77, voci intorno a una sua presunta attività di informatore per le Forze armate italiane. Cosa significasse nel concreto il termine ‘informatore’ lo ignoravo del tutto. E non immaginavo nemmeno lontanamente la mole di enormità di cui, lavorando a questo romanzo, sarei venuto a conoscenza.»

     

    Da qui...

  • Tipo: Blog
    Lun, 25/03/2019 - 09:30

    Dio non esiste ma il Male sì. “Nel territorio del diavolo” di Antonio MondaCi sono alcune sensazioni che persistono per diverso tempo, dopo aver letto Nel territorio del diavolo (Mondadori), l’ultimo romanzo di Antonio Monda. Innanzitutto la consapevolezza di vivere in un universo che, al di sotto della bellezza e della linearità apparenti, nasconde qualcosa d’infernale, la stilla o scoria di Male avanzata dalla Creazione e che ha finito per estendersi a tutto il cosmo abitato dagli uomini. Facendoli spesso vacillare e dubitare della stessa esistenza di Dio. Forse esiste il diavolo, dirà il protagonista del libro ripetendo parole e idee di suo padre, ma non credo in Dio.

    La seconda cosa che resta è proprio la bellezza, che addolcisce e rende sopportabile questo vasto territorio dominato dal demonio. E la bellezza principale, oltre a quella dei legami sempre complessi fra le persone, è quella di New York, la città in cui si svolge l’intera narrazione (se...

  • Tipo: Blog
    Mar, 26/02/2019 - 11:30

    Follia, andata e ritorno. Esce “L’inverno di Giona”, vincitore del Premio CalvinoEsce oggi per Mondadori L’inverno di Giona, di Filippo Tapparelli, romanzo vincitore della XXXI edizione del Premio Calvino. La Giuria ha deciso di premiare il libro dello scrittore veronese per «la sua grande forza visionaria: nel testo, con stile rarefatto, un allucinato mondo mentale si trasforma in un mondo fisico insieme minuziosamente reale e sottilmente simbolico. Un potente e struggente giallo analitico in cui la verità si sfrangia in tanti rivoli, toccando i temi della colpa, del castigo, del bisogno umano di riconoscimento.»

    Narrato in prima persona per quasi tutta la sua lunghezza, il romanzo è un inesorabile viaggio del lettore nell’universo chiuso di Giona: un paese di montagna in cui «il tempo è bloccato in un oggi senza ieri, che non diventerà mai domani.» Non esiste un prima e un dopo, ma soltanto un qui e ora dominato dalla nebbia e dalla figura del nonno Alvise, un uomo crudele che sembra punire il nipote per ogni minima azione che...

  • Tipo: Blog
    Mar, 22/01/2019 - 11:30

    Il passato si ricostruisce solo con l’amore. “Idda” di Michela MarzanoDove finiscono le cose, se non le ricordiamo più? Come funziona la memoria? S’interroga e c’interroga anche su questo Michela Marzano nel suo ultimo libro, Idda, appena pubblicato da Einaudi. Divisa in quattro parti, suddivise a loro volta in un totale di cinquantatre brevi capitoli, la storia è narrata in prima persona dalla protagonista del romanzo, Alessandra, che si lascia andare a una sinfonia di storie d’amore e, al contempo, a una personale recherche sul significato del passato. Del proprio e di quello di Annie Morrou, la madre del suo compagno Pierre, ricoverata al Parco delle Ginestre, una casa di cura fuori Parigi.

    Annie ha ottantacinque anni, e sta perdendo la memoria. Demenza senile o Alzheimer ha poca importanza: almeno alla sua età. Ciò che conta è che la sua mente e la sua vita stanno lentamente e inesorabilmente andando in pezzi. È uno sfaldamento progressivo ma...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.