Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Tutti i contenuti di Elena Cattaneo

  • Tipo: Blog
    Gio, 04/08/2016 - 11:30

    “Mi chiamo Lucy Barton”, ovvero come maneggiare i ricordi secondo Elizabeth StroutA otto anni dal romanzo che le valse il Pulitzer Olive Kitteridge (diventato poi fortunata serie tv, voluta da Frances McDormane dopo I ragazzi Burgess, Elizabeth Strout incanta con un romanzo dalla struttura solo apparentemente lineare. Con una buona dose di spietatezza, Mi chiamo Lucy Barton (edito da Einaudi nella traduzione di S. Basso) nasconde ripe scoscese, strapiombi. Tutti i dolorosi passaggi di una memoria che viene a galla.

    La protagonista del romanzo, Lucy Barton, è nata in una provincia americana remota e rurale. A causa della sua estrema povertà è cresciuta come un’emarginata, in una famiglia abusante...

  • Tipo: Blog
    Mer, 13/07/2016 - 10:33

    “La mafia mi rende nervoso”, ironica decostruzione del mito di Cosa NostraNasce per protesta questo intelligente e divertito romanzo di Isidoro Meli. La mafia mi rende nervoso, Frassinelli, è un tentativo narrativamente riuscito di andare oltre alcuni miti e cliché implicati nelle narrazioni che gravitano intorno alla mafia. Del resto, come scrive l’autore:

    «Chiudete gli occhi, ripetete ad alta voce la parola "mafia", e ditemi qual è la prima immagine che vi viene in mente [...]. Le immagini che ci vengono in mente sono tutte espressioni del mito. I miti sono fasulli. E non sono mai duraturi. Nascondono la verità, e quando crollano la portano via con sé».

     

    Abbiamo avuto il piacere di chiacchierare con lui e con altri blogger durante un incontro di presentazione del romanzo, uscito quasi due mesi fa e con ottimi risultati, come ci racconta Giovanni Francesi, responsabile editoriale di Frassinelli. Segno...

  • Tipo: Blog
    Lun, 11/07/2016 - 12:30

    “La strada delle ombre” di Mikel Santiago, thriller onirico nella Francia del sudÈ stato un piacere intervistare Mikel Santiago, quasi quanto leggerlo. Spagnolo, classe 1976, un passato da rocker, viene scoperto grazie a dei racconti pubblicati online e lanciato nel mondo editoriale, grazie a una scrittura page-turner. La strada delle ombre è il suo primo romanzo ad arrivare in Italia, pubblicato dalla casa editrice Nord nella traduzione di Patrizia Spinato.

    La strada delle ombre è una delle variazioni del tema della realtà come apparenza e interpretazione. Bert e Chucks (uno scrittore di successo e l’altro musicista rock in crisi esistenziale) sono amici da sempre. Quando Bert si trasferisce dall’Inghilterra in Provenza per cercare di recuperare il rapporto con la moglie e per salvare la figlia adolescente da certi brutti giri londinesi, Chucks li segue. Il precario equilibrio familiare raggiunto nel sud francese viene...

  • Tipo: Blog
    Mar, 05/07/2016 - 11:30

    “L’altra figlia” di Annie Ernaux, in bilico fra figure del doppio e non-essere«Da bambina – è lì l’origine della scrittura? –  credevo sempre di essere il doppio di un’altra, una che viveva altrove». Nel cuore di L’altra figlia, (ultimo libro di Annie Ernaux uscito in Italia per L’Orma, con la traduzione dello stesso editore Lorenzo Flabbi) troviamo uno dei “segreti” della genesi della scrittura di questa autrice francese, da poco riscoperta anche nel nostro Paese. Il segreto è una sorella più grande, morta a sei anni, due anni prima della nascita di Annie Ernaux.

    L’altra figlia è una lunga lettera, dominata da una poderosa seconda persona singolare, che si rivolge a questa inespugnabile sorellina morta. Tutto prende il via da un frammento di passato: una fotografia dell’angolo della strada di casa, dove Annie a dieci anni sente parlare sua madre con un’amica. Di nascosto, scopre dell’esistenza dell’altra. Ma che tipo di esistenza è? Segretissima – i genitori non ne parleranno mai – esclusiva, un’esistenza nel senso del non-essere.

    ...
  • Tipo: Blog
    Lun, 04/07/2016 - 10:30

    Campiello Opera Prima 2016 – Intervista a Gesuino NemusIl detto per cui sarebbe bene: «Leggere il più possibile, scrivere il meno possibile e pubblicare il più tardi possibile» (solitamente attribuito a Borges) si adatta molto bene al caso di Matteo Locci, in arte Gesuino Nemus. Esordisce a settembre 2015, a 58 anni e in pochi mesi vince il premio Campiello Opera Prima e il premio Bancarella. Il romanzo, Teologia del cinghiale, aveva, a dire il vero, folgorato letteralmente l’editor di Elliott Lorella Santini che «Ha finito di leggerlo in treno, mentre veniva a farmi firmare il contratto» ci racconta Matteo Locci, che intervistiamo in una piacevole chiacchierata telefonica.

    Difficile ridurre Teologia del cinghiale in una sinossi. La terra in cui è ambientato è principalmente la Sardegna, per la precisione Telèvras un paesino sperduto in Ogliastra. È il 1969. La storia parte come un romanzo giallo “regionale”. Ci sono un omicidio e poi la scomparsa di un bambino. Su tutto indaga un maresciallo piemontese, che si trova trasferito nell’entroterra sardo suo...

  • Tipo: Blog
    Mer, 29/06/2016 - 10:40

    L’amore di un padre nel conflitto israelo-palestineseRonald Balson rappresenta un “caso” letterario: avvocato e professore universitario a Chicago, debutta a oltre sessant’anni tramite self-publishing. Il libro del debutto, Vorrei solo averti accanto (finalista al Bancarella 2014), è un legal thriller contemporaneo la cui trama affonda nella Polonia degli anni Trenta. Balson supera le 100 mila copie vendute e, a quel punto, la strada per il mondo editoriale è più che spianata.

    Incontriamo Ronald Balson durante il tour italiano di presentazione del suo secondo romanzo: Ogni cosa è per te (edito da Garzanti nella traduzione di Roberta Scarabelli). È la storia di Jack Sommers, ebreo americano, disposto a tutto pur di riportare a casa la figlia Sophie, rapita e portata a Hebron dai genitori della moglie Alina – una donna di origini palestinesi morta in circostanze poco chiare.

    La storia privata di Sommers si scontra con conflitti più complessi: lotte religiose e territoriali, piani terroristici, corruzione,...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.