In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

14 scrittori famosi e le loro ultime parole

Tutti i contenuti di Elena Cattaneo

  • Tipo: Blog
    Mer, 09/11/2016 - 12:30

    Storia di un uomo allo specchio: “La caduta delle consonanti intervocaliche”La mattinata di un accademico, questo potrebbe essere un essenziale résumé del romanzo di Cristóvão Tezza, il cui titolo originale è: O profesoreIl professore in questione si chiama Heliseu da Motta e Silva ed è un esperto di filologia romanza, uno studioso della miglior razza. Fin da giovane ha infatti superato «tutti gli esami e i concorsi per scandaloso eccesso di competenze». L’immediatezza del titolo dell’edizione brasiliana, nella trasposizione italiana (la traduzione è di Daniele Petruccioli, per Fazi), prende una nota saggistica e forse anche una punta di coraggio in più. La caduta delle consonanti intervocaliche è un tradimento che restituisce la natura poliedrica del romanzo di Tezza, in cui il professor Heliseu, settantenne, si prepara per ricevere un riconoscimento alla carriera universitaria.

    Che cosa succede nelle poche ore che separano il suo risveglio dal premio? «Cominciamo dall’inizio, per favore. Era come se...

  • Tipo: Blog
    Ven, 04/11/2016 - 11:30

    “Un figlio” di Alejandro Palomas: fra Mary Poppins e il coraggio dell’infanziaNel romanzo Un figlio di Alejandro Palomas (pubblicato da Neri Pozza e tradotto da Irene Abigail Piccinini, bravissima a mantenere intatta la freschezza dello stile di Palomas) c’è un bambino, Guille, che da grande vuol diventare qualcuno in particolare: Mary Poppins. Così dichiara alla maestra Sonia, durante una normale giornata scolastica. Nessuno in classe sa ancora troppo di lui, infatti Guille è nuovo a scuola e molto riservato, e per il momento è riuscito a fare amicizia solo con Nazia, la sua compagna di banco pakistana con cui passa i pomeriggi a far merenda, giocare e progettare un numero per la recita di Natale (duetteranno come Mary Poppins e lo spazzacamino Bert; Guille infatti possiede il grande piacere del travestimento).

    Molte cose non vanno nella vita di Guille: la madre è una hostess che all’improvviso ha scelto di lavorare a Dubai, per garantire alla...

  • Tipo: Blog
    Mer, 19/10/2016 - 10:07

    Che cos’è la vita felice? Intervista a Elena VarvelloParlando di La vita felice di Elena Varvello (Einaudi), è difficile rinunciare a citare suo incipit folgorante:

    «Nell’agosto del 1978, l’estate in cui incontrai Anna Trabuio, mio padre portò nei boschi una ragazza. Si era fermato col furgone sul ciglio della strada prima del tramonto, le aveva chiesto dove stesse andando, le aveva detto di salire. Lo videro viaggiare a fari spenti in direzione del paese, ma poi lasciò la strada, prese un sentiero ripido e sconnesso e la costrinse a scendere, la trascinò con sé».

     

    Il cuore del romanzo è già nelle primissime righe: Elia, voce narrante, è ormai adulto mentre ricorda l’estate che cambia per sempre la sua vita. Ha sedici anni e suo padre Ettore perde il lavoro nel cotonificio che ha chiuso. Nel frattempo, appena fuori dal paese viene ritrovato il corpo di un bambino scomparso, è stato legato mani e piedi, denudato e soffocato. Da questo momento niente è più come prima; Ettore non è lo stesso (l’ansia, l’ipotesi che ci sia un complotto...

  • Tipo: Blog
    Mar, 20/09/2016 - 09:30

    “La sposa scomparsa”, tre donne per un cold caseNella cornice della libreria Mondadori di Piazza Duomo a Milano, incontriamo insieme ad altri blogger Rosa Teruzzi, giornalista e scrittrice, volto della cronaca televisiva italiana. «Ho lavorato come cronista di nera da sempre, come se fosse nel mio destino. D’altra parte la sfida è quella di non diventare cinici», ci racconterà più tardi. Da qualche anno è caporedattore di Quarto Grado (la fortunata trasmissione di Rete4 condotta da Gianluigi Nuzzi), ed è proprio dalla redazione che la chiamano non appena ci sediamo dopo esserci presentate; del resto: «Essere un caporedattore è un po’ come essere una mamma. Se non ci sei, succede sempre qualcosa e ti telefonano subito».

    La casa editrice Sonzogno ha di recente pubblicato il suo ultimo libro, La sposa scomparsa, un giallo che ha come protagoniste tre donne. Siamo a Milano, quartiere Chiesa Rossa: Libera, ex libraia specializzata in bouquet che pare “portino fortuna”, vive in un casello ferroviario ristrutturato insieme alla figlia Vittoria, un’agente di polizia trentenne, schiva e introversa. Si...

  • Tipo: Blog
    Mer, 14/09/2016 - 11:30

    “Quando cadono le stelle” di Gian Paolo Serino: fenomenologia del non ritornoGian Paolo Serino è apprezzato critico letterario e direttore editoriale di «Satisfiction», uno dei primi esempi di free press dedicata ai libri, nato nel 2008 per volere dello stesso Serino con la complicità di Vasco Rossi.

    Esperto nello scandagliare i libri e le vite degli altri, nel suo bell’esordio, Quando cadono le stelle (Baldini&Castoldi), esplora gli umori, i terrori, le umiliazioni di alcuni astri del panorama occidentale otto-novecentesco. Il tipo di accostamento dei pezzi suggerisce un criterio più viscerale che cronologico. Per ciascuno ciò che viene messo in scena è un momento di non ritorno.

    Serino gioca con stili, rimandi, citazioni, organizzando sapientemente le tracce, tracce che il lettore può seguire come viatico per entrare nel mondo emotivo dei personaggi. I nomi impressionano: Franz Kafka, Cary Grant, Pablo Picasso, Stephen King per dirne alcuni. Serino si addentra in ognuno cambiando pelle a...

  • Tipo: Blog
    Mer, 07/09/2016 - 12:30

    Storia di un’amicizia perduta in “Lettera a Dina” di Grazia VerasaniÈ uscito oggi Lettera a Dina (Giunti), l’ultimo romanzo di Grazia Verasani, autrice che attraversa generi e linguaggi: si passa dalla saga noir inaugurata con Quo vadis, baby? (da qui è stato tratto l’omonimo film di Gabriele Salvatores, con al centro l’irregolare Giorgia Cantini), per arrivare ai lavori più introspettivi e malinconici, come Tutto il freddo che ho preso e Mare d’inverno – accanto ad essi, la scrittura per il teatro (From Medea) e per il cinema (Maternity Blues), inoltre la musica, il cantautorato.

    Lettere a Dina è una sorta di “ricerca del tempo perduto” che mette in scena una scrittrice molto vicina ai 50 anni, che torna con la memoria all’amica degli anni della fanciullezza. Dina entra nella sua vita quando le ragazzine hanno 12 anni. L’innesco dei ricordi della...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.