Corso online di editing

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso online di scrittura creativa

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Tutti i contenuti di Francesca Santucci

  • Tipo: Blog
    Mar, 20/10/2015 - 11:30

    “La distanza” di Baronciani e ColapesceLa distanza, è tutta colpa sua, secondo Baronciani e Colapesce, autori di una graphic novel (Bao Publishing) spigliata e irriverente sui viaggi che prima o poi bisogna intraprendere, sugli affetti che all’improvvisano si fanno difficili, sulla bellezza di un’isola, i suoi segreti, sulla musica e la sua magia. Nicola è siciliano, ha quasi trent’anni, un cane che vive nel suo appartamento, una fidanzata (Carla) che vive a Londra e ha scritto una poesia che parla di lui, del cane che vive nel suo appartamento e della fidanzata che vive a Londra; è una bella poesia. Ha prenotato un volo per raggiungere Carla, le chiede «Sei felice che io venga a trovarti?», però la prega di non rispondere sinceramente, piuttosto preferisce una bugia, perché le bugie «ultimamente sono più rassicuranti». Quando l’amico Piero gli confida di non poterlo più accompagnare all’aeroporto, Nicola accetta un passaggio da Francesca, conosciuta per caso, già in viaggio con Charlotte, un’amica francese. Le ragazze si...

  • Tipo: Blog
    Ven, 21/08/2015 - 11:30

    “Perché tu non ti perda nel quartiere”, Patrick Modiano e i segnali luminosiPerché tu non ti perda nel quartiere (edito da Einaudi nella traduzione di I. Babboni) è il premuroso mantra del nuovo romanzo di Patrick Modiano, premio Nobel 2014 per la letteratura. Stendhal lamenta, dall’epigrafe, di non poter restituire la realtà dei fatti, ma di poterne però «presentare l’ombra»; ed è una storia di ombre e fantasmi quella di Jean Daragane, anziano scrittore in una Parigi disillusa, che un giorno riceve una telefonata inaspettata e avverte «come una puntura d’insetto che all’inizio ti sembra molto lieve». Gilles Ottolini ha ritrovato un taccuino smarrito, ma quando Daragane accetta d’incontrarlo perché gli venga restituito, Ottolini si dimostra particolarmente interessato a un nome appuntato anni prima tra quelle pagine: Guy Torstel. Si innesca una giostra di telefonate, messaggi e intrusioni da parte del giovane e di Joséphine Chantal Grippay (ma perché, poi, avrà cambiato nome?), la quale rivela a Daragane le vere intenzioni del suo compagno: Ottolini...

  • Tipo: Blog
    Mar, 18/08/2015 - 09:30

    “Incontri e agguati” di Milo De AngelisIncontri e agguati: l’ultima raccolta poetica di Milo De Angelis porta nel titolo il segno di un dialogo cercato, poi allontanato, poi rincorso ancora. Qual è l’oggetto del discorso e chi ne è interlocutore privilegiato? «Questa morte è un’officina/ ci lavoro da anni e anni/ […] Vieni, amico mio, ti faccio vedere,/ ti racconto», recita la poesia d’esordio che apre la prima delle tre sezioni (Guerra di trincea, Incontri e agguati, Alta sorveglianza) di questo volumetto edito per la collana Lo specchio di casa Mondadori.

    Classe 1951, il milanese Milo De Angelis (non) si forma negli anni della militanza politica: fuori c’è l’impegno, la manifestazione e l’occupazione; in via Rosales De Angelis e pochi altri si radunano per leggere poesia, affatto inclini al dialogo con gli estremismi di quegli anni veloci. Nel ’76 esordisce nella poesia con Somiglianze, nel ’78 è antologizzato ne La parola innamorata di Pontiggia e Di Mauro, cui seguono le raccolte Millimetri (1983), Terra del viso (1985), ...

  • Tipo: Blog
    Mer, 29/07/2015 - 10:30

    “L’esatto contrario”, intervista a Giulio PerroneEcco una cosa che Riccardo crede di aver capito, a trentacinque anni: «alla fine c’è sempre tempo. C’è sempre tempo per tutto. Almeno, fino a quando non c’è più tempo per niente». A trentacinque anni, per Riccardo, c’è tempo per trovarsi un lavoro che non sia collaborare a «TuttoGiallo», una squallida rivista diretta dall’insensibile Dora; c’è tempo per cercare un appartamento lontano da San Lorenzo, da non dividere con Sandro, steso sul divano a leggere Proust, e con Rachele, mistress perché le piace; c’è tempo per innamorarsi di nuovo, dimenticare il bacio di Giulia ai tempi dell’università, trovare una donna che non odi il calcio come Gaia. Presto, il protagonista di L’esatto contrario, fortunato romanzo d’esordio di Giulio Perrone edito da Rizzoli, scoprirà che il tempo incalza senza tregua: la morte di Giulia, uccisa a sangue freddo nei bagni della Sapienza dieci anni prima, torna dal passato per tracciare un nuovo circuito di vittime: il professor Morelli, riconosciuto colpevole dell’omicidio della...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.