Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Tutti i contenuti di Daniele Franco

  • Tipo: Blog
    Gio, 03/03/2016 - 12:30

    Argentina, un’ombra ben presto saraiL’Argentina dell’era recente è un puzzle di eventi intrecciati tra loro, accavallatisi come onde sulla riva che si generano impetuose, che acquistano velocità in un attimo e poi si spengono sulla sabbia, lasciando conchiglie spezzate e cadaveri di pesci travolti. È l’Argentina della ricchezza sfumata del primo Novecento, del Perón mitizzato e della sua carismatica Evita, della dittatura dei “desaparecidos” e dei collassi economici da record. Esperienze collettive accumulatesi senza mai evolversi, fini a se stesse, blocchi non articolati di momenti universali giustapposti l’un l’altro. E quel che è rimasto ora all’orizzonte, in un panorama nazionale piano come le sue pianure, è lo spettro della disillusione. I ricordi sono carne viva che alimenta il tempo presente, la terra fertile in cui ripiegare se mancano i frutti, mentre il futuro è un deserto imperversato dai forti venti...

  • Tipo: Blog
    Gio, 28/01/2016 - 12:30

    Il “Baudelaire” di SartreBaudelaire è un noto saggio critico di Jean-Paul Sartre, scritto nel 1947. L’autore applica una lettura esistenzialista dell’opera del famoso poeta maledetto di Parigi, padre del modernismo, fino a mettere in luce l’uomo in tutte le sue paradossali sfaccettature. Il testo rimanda un ritratto alquanto severo del poeta al di là dei suoi versi, puntando l’occhio su quella vita tanto disarticolata e infelice da sembrare a tutti gli effetti ingiusta. «Certo non meritava quella madre, quelle eterne angustie finanziarie, quel consiglio di famiglia, quell’amante tirchia, né quella sifilide; e che di più ingiusto della sua fine prematura?» (Baudelaire, Jean-Paul Sartre, Oscar Mondadori, 2006, trad. Jacopo Darca). Ma ricordiamo, chi scrive è assertore di una concezione secondo la quale «la libera scelta che l’uomo fa di se stesso s’identifica assolutamente con ciò che si chiama il suo destino». Dunque: «e se l’avesse meritata, la sua vita», il poète maudit?

    Egli è l’emblema dell’uomo incapace di ordinare le fila di un destino che gli si aggroviglia...

  • Tipo: Blog
    Ven, 04/12/2015 - 10:30

    EPICA e la seconda migrazione degli italiani in ArgentinaEPICA (Encuesta de Presencia Italiana Contemporanea en Argentina) è un sondaggio, parte di uno studio di ricerca accademica indipendente, che riguarda la recente mobilità di cittadini italiani in Argentina. Il progetto mira a conoscere le ragioni, le situazioni, i progetti, le ambizioni dei tanti italiani che recentemente hanno deciso di vivere in Argentina. L’idea è quella di raccogliere dati concreti per misurare, a livello sociologico, un fenomeno che pare essere via via più consistente nonché evidente. Sempre più infatti sono giovani e no che, sulle orme dei loro nonni, scelgono questa terra lontana come destinazione. È un fenomeno interessante sotto vari punti di vista, e ben più complesso di quello che apparentemente sembra. Cosa porta un italiano a trasferirsi in Argentina? Cosa gli può offrire in più della bella Italia un Paese dall’economia tanto instabile, dalla moneta pressoché senza valore, dai grandi paradossi e contrasti, caratterizzato da una malcelata povertà nelle periferie delle poche città distribuite in un territorio vasto come un...

  • Tipo: Blog
    Gio, 12/11/2015 - 09:30

    Roland Barthes, il grado zero della scritturaIl 12 novembre di cent’anni fa (era il lontano 1915), nel piccolo paesino di Cherbourg, in Normandia, nasceva Roland Barthes, uno degli intellettuali più influenti della nostra epoca. Definire il pensiero di Barthes è affare complicato, dal momento in cui il suo lavoro critico è stato tanto eterogeneo e dinamico, spaziando tra svariati campi del sapere umanistico, da depistare qualsiasi tentativo di essere ricondotto a una specifica corrente di pensiero o ipotetica scuola “barthiana”. È proprio l’originalità uno dei suoi meriti maggiori, e forse il più evidente filo comune che lega le sue opere, sempre spiazzanti. Emblema di un pensiero libero, non soggetto a restrizioni accademiche né ideologiche, l’intellettuale francese ha lasciato un’eredità critica ancora in grado di dire molto sulla nostra realtà, scuotendo con vigore le strutture profonde che regolano la vita societaria. Critico letterario, linguista, semiologo, teorico del teatro, saggista, Barthes è stato un autore a tutto tondo, capace di muoversi con innata intelligenza oltre le barriere semantiche delle etichette dei...

  • Tipo: Blog
    Ven, 06/11/2015 - 11:30

    Le isole sconosciute di Raul BrandãoNel libro As ilhas desconhecidas (Le isole sconosciute) lo scrittore portoghese Raul Brandão raccoglie le impressioni del suo viaggio alle isole Azzorre, compiuto all’incirca un secolo fa (era il lontano 1926) in parte in compagnia dell’amico e collega scrittore Vitorino Nemésio, originario dell’arcipelago. Quella che possiamo catalogare, non senza dubbi vista l’incertezza della definizione, come opera appartenente alla categoria “letteratura di viaggio”, è considerata tuttora e all’unanimità come un caposaldo della letteratura isolana, un punto cruciale per chi vuole entrare in contatto con la cultura del luogo. Come lo stesso Brandão premette, il libro «è fatto con note di viaggio, quasi senza ritocchi. Ho ampliato soltanto un quadro o l’altro, cercando sempre di non togliere la freschezza delle prime impressioni. Non potendo dipingere a parole alcuni dei luoghi più pittoreschi delle isole, suscito nei lettori il desiderio di vederli con i propri occhi!...». E in effetti le “pennellate” di Brandão sono veri e propri colpi da maestro, pagine ispirate che attivano tutti i sensi del lettore,...

  • Tipo: Blog
    Lun, 21/09/2015 - 11:30

    “In tutto ci sei tu”, quando la democrazia non è trasparente“En todo estás vos” (In tutto ci sei tu) è lo slogan simbolo del governo della città di Buenos Aires, che si trova effettivamente in ogni cosa. Nei mezzi di trasporto (dagli autobus alla metro), nei mezzi di comunicazione (dai cartelloni ai social network), nei documenti, negli edifici pubblici, nelle agende culturali, nelle mappe, nelle strade, perfino nei bidoni della spazzatura… in ogni cosa che coinvolge direttamente l’intervento della municipalità appare la frase e l’inconfondibile striscia gialla sulla quale è scritta. La prima impressione che si ha camminando per la città è estremamente positiva: sembra che ogni aspetto della vita pubblica includa direttamente il cittadino, rappresentato per uno slogan che lo riconosce come parte attiva della comunità. “En todo” – cioè in quel che si vede qui, che si fa, quindi l’azione collettiva alla base del vivere comunitario –, “estás vos” – cioè il cittadino, chi sta leggendo, chi sta guardando, quell’individuo in specifico. Lo slogan si rivolge direttamente a un “tu”, non a un “noi” o a un “voi”,...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.