Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Tutti i contenuti di Matteo Bolzonella

  • Tipo: Blog
    Ven, 29/05/2015 - 12:58

    Premio Campiello 2015 – I cinque finalistiI cinque finalisti del Premio Campiello 2015 sono stati annunciati oggi, insieme al vincitore del Premio Campiello Opera Prima.

    Questa mattina, infatti, presso l’Università degli Studi di Padova, la Giuria dei Letterati, composta da Federico Bertoni, Riccardo Calimani, Chiara Fenoglio, Philippe Daverio, Paola Italia, Luigi Matt, Ermanno Paccagnini, Silvio Ramat, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, e presieduta quest’anno da Ilvo Diamantiha proceduto all’iter delle votazioni che hanno portato alla scelta dei cinque libri finalisti, alla presenza, tra gli altri, di Roberto Zuccato, Presidente di Confindustria Veneto, di Massimo Finco, Presidente di Confindustria Padova, e ...

  • Tipo: Blog
    Mar, 12/05/2015 - 11:30

    Non-fictionChe cos’è la non-fiction? È questo che ci si chiede nel visitare i lit-blog più influenti di oggi e nel leggere le pagine di cultura delle principali riviste culturali.

    Non-fiction è stata, letterariamente parlando, una parola d’ordine per lo scorso 2014. Sono stati pubblicati dalle case italiane titoli notevoli; dall’ansiogeno Spillover di David Quammen (Adelphi) – presente in molte classifiche dei migliori libri dell’anno –, al vendutissimo Il capitale del XXI secolo di Thomas Piketty (Bompiani); dal raffinato Guarigione di Cristiano de Majo (...

  • Tipo: Blog
    Lun, 04/05/2015 - 11:30

    Ben Lerner, Nel mondo a venireDi Ben Lerner, del suo Il mondo a venire e dei confini della non-fictionha parlato qualche mese fa Cristiano de Majo in un articolo per Rivista Studio, con entusiasmo contagioso, come di un nuovo grande scrittore americano, un poeta prestato alla narrativa. Quando iniziai a leggere Un uomo di passaggio, l'esordio narrativo di Lerner, pubblicato in Italia da Neri Pozza, era metà settembre 2014: all’incirca due settimane prima (precisamente il 2 settembre) era uscito in America il nuovo libro dell’autore, intitolato 10:04. Mi sono da subito innamorato di Un uomo di passaggio, l’ho terminato in pochi giorni e preda di un isterismo da OneDirection-fan, ho cominciato a fare ricerche sulla pubblicazione italiana delnuovo libro, quel 10:04 che a sentire de Majo consacrava il suo autore tra i grandi della letteratura di oggi. Scoprii che il titolo...

  • Tipo: Blog
    Ven, 27/03/2015 - 11:30

    Marco Peano, L’invenzione della madreEro alla scrivania di casa quando il telefono ha squillato, all’ora di pranzo.  Ho risposto e all’altro capo della linea c’era Marco Peano: ci siamo accordati, dopo qualche battuta iniziale, sull’intervista che Sul Romanzo e minimum fax hanno organizzato nel pomeriggio. Marco (classe 1979) sarà a Venezia, presso la bellissima libreria Marco Polo per presentare il suo romanzo d’esordio, L’invenzione della madre, con un accompagnatore d’eccezione come Tiziano Scarpa: l’ennesima tappa di un lungo tour che lo sta portando in giro per l’Italia.

    Dopo aver stabilito luogo e ora dell’incontro, ci siamo salutati Ho riattaccato e posato gli occhi di nuovo sulla scrivania, dove vicino al computer c’era una copia de L’invenzione della madre. Inevitabilmente ho ripensato a una settimana prima, quando, preoccupato di non riuscire a portare a termine la lettura in così poco tempo, mi apprestavo a iniziare il romanzo. Due giorni dopo stavo girando l’ultima pagina, notando l’assenza dei classici ringraziamenti a fine testo...

  • Tipo: Blog
    Lun, 16/03/2015 - 12:30

    Karl Ove Knausgard, La morte del padreLa morte del padre di Karl Ove Knausgård è un sistema di punti e di linee strettamente collegati tra loro. Quando vediamo un’intera vita – o una parte di essa – scorrere sotto i nostri occhi, in un film, in un documentario, in una biografia, possiamo osservare alcuni dei punti (sì, quelli di cui parlava Steve Jobs) di cui è composta unirsi l’uno con l’altro e formare quello che la persona in considerazione è o è stata in un determinato periodo della sua vita: essere in platea e assistere a uno spettacolo del genere è qualcosa di conturbante, straniante, a volte anche vicino alla noia ma nel complesso decisamente affascinante.

    Ho visto (con colpevole ritardo) Boyhood, del regista americano Richard Linklater, pellicola che ha fatto incetta di premi tra il Festival di Berlino dell’anno scorso, i Golden Globe tenutisi poche settimane fa e che si prepara a replicare agli Oscar. Girato nell’arco di dodici anni per mostrare la crescita – o l’invecchiamento – reale degli attori, il film segue la vita del giovane Mason, dall’infanzia...

  • Tipo: Blog
    Mer, 07/01/2015 - 12:30

    Jean Echenoz, 14Adelphi ha pubblicato ’14, l’ultimo romanzo di Jean Echenoz, con la traduzione di Giorgio Pinotti, proprio nel centenario dello scoppio della Grande Guerra. Echenoz, francese, nasce nel 1947 a Valencienne; dopo studi di ingegneria civile e sociologia, si trasferisce a Parigi dove inizia a scrivere regolarmente. Collaborerà con quotidiani e seguirà corsi alla Sorbona. Pubblica a soli 32 anni il suo primo libro, Il meridiano di Greenwich; inizierà una collaborazione proficua con la casa editrice Les Éditions de Minuit, la quale pubblicherà anche i tre romanzi seguenti. È stato sempre molto apprezzato come autore, in particolar modo dalla critica. Ma perché questi dettagli? Per entrare nell’ottica di Echenoz basta una sua frase. Quando, nel 1989, gli è stato chiesto di redigere una sua autobiografia, si è limitato a scrivere: «Jean Echenoz, nato il 4 agosto 1947 a Valencienne. Studi di chimica organica a Lille. Studi di contrabbasso a Metz. Discreto nuotatore». Ecco, questo è Echenoz in ’14.

    Siamo a luglio, in un paesino sperduto della campagna francese: Anthime, giovane operaio senza particolari progetti per il futuro, si sta concedendo un...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.