Le abitudini di scrittura di Susan Sontag

I 5 comportamenti che ci rendono infelici

Come descrivere le emozioni nel tuo romanzo – 7 suggerimenti

Come leggere più saggi – 3 consigli

Le ultime dal blog...

  • Autore: Monica Bedana
    Ven, 10/02/2017 - 11:30

    L’inno di Arto Paasilinna alle piccole cose e ai grandi amoriL’amore coniugale è roba da collezionisti. Vale quanto una clavicola di Cristo o il colbacco di Lenin. La prima moglie e altre cianfrusaglie, di Arto Paasilinna, edito da Iperborea nella traduzione di Francesco Felici, suggerisce che un matrimonio felice, battuto all’asta da Sotheby’s, raggiungerebbe cifre degne di un Raffaello, un Tiziano, una Maja di Goya. Una simile opera d’arte, però, va protetta quotidianamente dall’inclemenza del tempo che passa, dagli sfregi della convivenza, dall’incuria dell’abitudine.

    Volomari Volotinen nasce in una famiglia che ama i bambini e gli oggetti antichi. A casa sua fanno da generazioni un mestiere di cui ormai quasi solo Vitaliano Trevisan e i suoi lettori conoscono l’esistenza: sono lattonieri. Volomari cresce circondato da oggetti di metallo di ogni tipo, consistenza, fattura lavorazione; cresce avvolto in una specie di sistema periodico arroventato, nel quale si fondono i fatti della sua vita. I ricordi non bruciano, però, perché...

  • Autore: La Redazione
    Ven, 10/02/2017 - 10:30

    I 10 film preferiti da Woody AllenAnche Woody Allen ha stilato una lista dei suoi film preferiti.

     

    Così dopo Stanley Kubrick e Martin Scorsese, vediamo da vicino quali sono, secondo il regista di Io e Annie, Manhattan, Match Point e Cafè Society, i film che bisogna assolutamente vedere almeno una volta nella vita.

     

    Come noterete, si tratta di una lista piuttosto variegata, che include ben tre film italiani da due tra i nostri più importanti registi, oltre a film francesi, svedesi, americani e giapponesi.

     

    I 400 colpi (François Truffaut, 1959)

    I 10 film preferiti da Woody Allen

    ***

    (Federico Fellini, 1963)

    ...
  • Autore: Irma Loredana Galgano
    Ven, 10/02/2017 - 09:30

    Qual è la strada per sconfiggere il terrorismo? Intervista a Benedetta BertiÈ uscito con Mondadori La fine del terrorismo di Benedetta Berti, nella versione tradotta da Teresa Albanese. TED Senior Fellow e ricercatrice al Foreign Policy Research Institute e al Modern War Institute a West Point, Benedetta Berti ha trascorso gli ultimi dieci anni “sul campo”, in luoghi impervi e pericolosi a studiare la nascita e l'evoluzione dei gruppi armati ribelli, politici e/o terroristici allo scopo di capirne l'essenza. Questa la via da lei stessa indicata nel libro per riuscire a “superarli”. Una sconfitta che passa attraverso la conoscenza e l'analisi di fatti e dati, non mediante il caos ingenerato dalla paura.

    Nell'era della digitalizzazione e della globalizzazione infinite sono le “informazioni” che circolano su terrorismo e anti-terrorismo, notizie spesso falsate, faziose o imprecise. Per questo e anche per altre motivazioni Berti sostiene che sia necessario riportare tutto alla linearità di una conoscenza basata su dati certi,...

  • Autore: La Redazione
    Gio, 09/02/2017 - 13:30

    I 10 libri di narrativa italiana più venduti della settimanaVi presentiamo i 10 libri di narrativa italiana più venduti nella settimana dal 30 gennaio al 5 febbraio 2017.

     

    La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.600 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale.

     

    Sul podio troviamo libri editi da Mondadori (in prima e seconda posizione) ed Einaudi (in terza). La casa editrice con più libri tra le prime dieci posizioni è Einaudi con tre titoli, seguita da Mondadori e Newton Compton con due.

     

    10. I Medici. Una dinastia al potere di Matteo Strukul (Newton Compton)

    ...

  • Autore: La Redazione
    Gio, 09/02/2017 - 12:30

    Discorso di Salvatore Quasimodo al Premio NobelÈ il 1959 quando Salvatore Quasimodo viene insignito del Premio Nobel per la Letteratura. Ed è l’11 dicembre che pronuncerà il suo discorso ufficiale, che riportiamo integralmente qui di seguito.

     

    «Per la sua poesia lirica che con fuoco classico esprime l’esperienza tragica nella vita dei nostri tempi».

    Questa è la motivazione con cui l’Accademia di Svezia assegna il Premio Nobel a Salvatore Quasimodo che aveva già pubblicato le sue traduzioni dei Lirici greci (1940), dell’Edipo re (1947) e dei Canti di Catullo (1955), oltre alle sue raccolte di poesia Acque e terre (1930), Oboe sommerso (1932), Ed è subito sera (1942) e La vita non è sogno (1949).

     

     

    ...
  • Autore: Viviana Filippini
    Gio, 09/02/2017 - 11:30

    Sulle tracce di Ernst Jünger e di un assassino. La nuova avventura di Martin BoraTornano le avventure dell’ufficiale tedesco Martin Bora in I piccoli fuochi di Ben Pastor, pubblicato da Sellerio, decimo romanzo della serie con protagonista il capitano della Wehrmacht. Nella nuova vicenda Bora si ritrova nella Ville Lumierè, nella Parigi del 1940, con un incarico preciso e delicato. Il suo compito è quello di tenere d’occhio Ernst Jünger, scrittore tedesco che, nonostante il suo patriottico eroismo, dimostra di avere un rapporto ambiguo e non chiaro con il Nazismo. Il protagonista deve capire perché il letterato si sia allontanato dal suo reggimento senza dare spiegazioni precise.

    Come sempre accade nei romanzi di Ben Pastor, oltre all’indagine canonica Bora si trova coinvolto in un caso parallelo che ha al centro un efferato omicidio, a dimostrazione del fatto che nemmeno i conflitti mondiali – Seconda guerra mondiale compresa – e le loro atrocità costituiscono un...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.