Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

14 scrittori famosi e le loro ultime parole

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Le ultime dal blog...

  • Autore: La Redazione
    Mer, 25/07/2018 - 12:30

    Premio Campiello 2018 – Intervista a Rosella PostorinoIntervista a cura di Monica Bedana e Morgan Palmas

    Le assaggiatrici di Rosella Postorino (Feltrinelli) getta luce sulle donne che assaggiavano i pasti destinati a Hitler per prevenire eventuali attentati per avvelenamento.

    Sul loro ruolo, sulle loro figure, così come sullo stesso Hitler, abbiamo parlato con Rosella Postorino nell’intervista che ci ha gentilmente concesso in occasione della sua inclusione nella cinquina del Premio Campiello 2018.

     

    Il suo romanzo ci racconta qualcosa, anche se indirettamente, delle paure del Führer. Che idea si è fatta di lui guardandolo attraverso gli occhi delle assaggiatrici?

    Non credo che la figura di Hitler sia una figura su cui «farsi un’idea», e d’altronde non l’ho guardata attraverso gli occhi delle assaggiatrici, che non lo incontrano mai di persona, ma attraverso gli occhi di chi era a stretto contatto con lui per questioni professionali e non solo, penso quindi al cuoco, al tenente Ziegler,...

  • Autore: Viviana Filippini
    Mer, 25/07/2018 - 12:30

    La malattia come forma di discriminazione. Intervista ad Alessandro MarchiLa malattia mentale è la protagonista di Tu non ci credere mai, romanzo di Alessandro Marchi edito da Libromania. La storia è ambientata negli anni Trenta del secolo scorso e per protagonista ha Aldo Marchi. L’uomo cresce in un ambiente naturale, al Querceto, dove oltre a lavorare la terra lui ama compiere lunghe passeggiate immerso nel verde della natura. Poi, la pace sull’Appennino tosco-emiliano è messa in crisi prima dalla chiamata di Aldo nella Guerra in Africa, poi dalla morte e dalla distruzione scatenate della seconda guerra mondiale. A complicare il tutto l’epilessia, il peggiore nemico di Aldo che metterà a dura prova la sopravvivenza dell’uomo e della sua intera famiglia.

     

    Cosa l’ha spinta a raccontare la vita di suo nonno Aldo Marchi e come è riuscito a trovare il giusto equilibrio tra le parti reali e quelle romanzate?

    Volevo ridare dignità alla storia di un uomo che ha subìto la discriminazione dell’ignoranza, della...

  • Autore: Irina Turcanu
    Mer, 25/07/2018 - 10:30

    Il racconto della resurrezione. “La metà di bosco” di Laura PugnoEdito da Marsilio, il nuovo romanzo di Laura Pugno, La metà di bosco, è stilisticamente ciò che un lettore vorrebbe leggere quando si accinge a scoprire una storia a metà tra il mondo materiale e quello dell’immaginazione. È limpido, profondo e coinvolgente lo stile dell’autrice, come le acque cristalline attorno all’isola greca dove la storia si dispiega.

    Salvo è un medico, un medico insonne. È un uomo torturato e, ironia della sorte, è torturato dalla medesima malattia che cerca di curare nei suoi pazienti. La ragione non è fisiologica, e nonostante i controlli e gli esami non è riuscito a rintracciare le cause del suo disturbo. La situazione ormai non è più sostenibile: il primario lo invita con fermezza a prendersi una vacanza. Salvo ne conviene. Anche perché l’insonnia non è l’unico peso che schiaccia la sua esistenza. Ha una figlia, e una ex moglie. L’assenza della bambina, però, sebbene perduri da tanto, è un vuoto incolmabile. Infatti, l’insonnia gli dà tregua solo...

  • Autore: Adria Bonanno
    Mer, 25/07/2018 - 10:30

    Maria José Silveira, tutte le donne in una sola donnaMaria José Silveira nasce nel 1947 a Jaraguá. Laureata in Antropologia, ha conseguito poi un master in Scienze politiche all’Università di San Paolo.

    L’autrice brasiliana pubblica La madre della madre di sua madre e le sue figlie nel 2002; il libro esce nel 2017 negli Stati Uniti e viene riedito in Brasile nel 2018.

    L’edizione italiana di La madre della madre di sua madre e le sue figlie è disponibile dal 3 luglio 2018 a cura di Mondadori nella traduzione di Sara Caravero.

    «D’accordo. Se è quello che volete, raccontiamola, allora, la storia delle donne della famiglia. Ma lo faremo con calma. La faccenda è delicata, la famiglia è complessa, e non è stato tutto rose e fiori in questa storia. Certo, ci sono state gioie e amori, molte battaglie e conquiste, grandi realizzazioni, in fondo loro hanno contribuito a costruire questo paese quasi da zero. Ma ci sono state anche pazze, assassine, molte disgrazie e tristezze. Grandi dolori. Davvero...

  • Autore: Adria Bonanno
    Mar, 24/07/2018 - 12:30

    “Lune di miele”, la “terribile” amicizia tra Chuck Kinder e Raymond CarverJim Stark e Ralph Crawford sono amici da una vita. Scrittori in cerca di fama, le loro vite si susseguono in una serie di avvenimenti spesso tragici che sembrano portarli a una lenta e agognata autodistruzione.

    Chuck Kinder, originario del West Virginia, dedica un ventennio alla stesura di Lune di miele, proposto da Fazi Editore per la prima volta nel 2002 e ora appena ripubblicato, nella traduzione di Giovanna Scocchera.

    Nel 1995 Michael Chabon, ex allievo di Kinder, scrive il romanzo Wonder Boys, liberamente ispirato proprio a Chuck Kinder e al periodo in cui Lune di miele prende forma, vita. Nel 2000 esce l’omonimo film, dove Michael Douglas veste i panni di Grady Tripp, alias Chuck Kinder.

     

    LEGGI ANCHE – Carver tra lettura e scrittura

     

    Ma Lune di...

  • Autore: Melissa Minò
    Mar, 24/07/2018 - 12:30

    Un romanzo familiare travestito da thriller psicologico. “L’ombra della paura” di Dirk KurbjuweitRandolph e Rebecca, i protagonisti dell’Ombra della paura, il nuovo romanzo di Dirk Kurbjuweit (Bollati Boringhieri, traduzione di Carla Palmieri), vivono la loro tranquilla vita borghese a Berlino. Lui, architetto di successo, si sente arrivato quando con la moglie e i due figli, Paul e Fay, si trasferisce finalmente nell’esclusivo quartiere di Lichterfelde-West andando a occupare il piano nobile di una palazzina per il resto abitata da persone anziane; quello che non sa ancora, però, è che l’ossessione può nascere anche nei quartieri e nei palazzi migliori… Quando noi lettori incontriamo Randolph, in realtà, ormai ha imparato la lezione e per questo inizia la sua storia dalla fine, quando suo padre è già in galera per aver fatto quello che andava fatto per proteggere la famiglia e Randolph può solo andare a trovarlo e ripercorrere gli ultimi avvenimenti per fare un po’ d’ordine.

     ...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.