In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

14 scrittori famosi e le loro ultime parole

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Le ultime dal blog...

  • Autore: Dario D'Ubaldo
    Gio, 12/04/2018 - 09:30

    “L’isola dei senza memoria” di Yoko Ogawa, il postmodernismo giapponeseL’isola dei senza memoria di Yoko Ogawa non è solamente un romanzo distopico sulla perdita, un abbacinante furto della libertà visto dall’interno. È soprattutto un’allegoria della condizione umana in chiave post-modernista.

    In un tempo imprecisato, su un’isola senza nome l’intera popolazione progressivamente smette di ricordare. L’isola è il Giappone o l’essere umano? Come per un’inspiegabile epidemia della memoria, sparisce l’idea di qualcosa insieme alla cosa stessa. È omertà o totalitarismo? È magia o inganno? Come nel miglior post-modernismo non ci è dato di sapere ogni dettaglio, scompaiono i profumi, gli uccelli e gli oggetti del quotidiano. Scompaiono i parenti, gli amici ma ci si dimentica dei loro volti, della loro esistenza. Le metafore sono chiare: scompare prima la bellezza, poi la libertà e la vita stessa. Il lettore, come i protagonisti, non ha la possibilità...

  • Autore: Adria Bonanno
    Mer, 11/04/2018 - 12:30

    Un viaggio nell’apocalisse. “La strada” di Cormac McCarthyCormac McCarthy scrive La strada nel 2006. Pubblicato in Italia nel 2007 da Einaudi, si aggiudica il James Tait Black Memorial Prize e il Pulitzer Prize for Fiction.

    Un uomo e un bambino tentano di sopravvivere all’interno di uno scenario post-apocalittico, viaggiando verso sud nella speranza di trovare condizioni climatiche favorevoli e concentrando le energie nella disperata e sporadica ricerca di cibo.

    Con il suo stile scarno l’autore di Non è un paese per vecchi ci introduce prepotentemente nella vita ormai primitiva di un padre e di suo figlio attraverso dialoghi essenziali e asciutti, racchiusi in una cornice di fuliggine che domina un paesaggio cinereo e scialbo. La strada è un viaggio. Un viaggio in cui verrete risucchiati accompagnando l’uomo e il bambino nella loro personale lotta per la sopravvivenza; un viaggio in cui aiuterete l’uomo a...

  • Autore: Viviana Filippini
    Mer, 11/04/2018 - 11:30

    “Il rischio”, quando l’arte circense diventa via di salvezzaCiro e Principessa sono i protagonisti adolescenti del libro edito da Sinnos Il rischio di Chiara Lico, giornalista del Tg2. La vicenda è ambientata a Barra, quartiere di Napoli, dove i due vivono a diretto contatto con la delinquenza locale e la criminalità organizzata. In questo mondo i pericoli sono sempre dietro l’angolo e Ciro e Principessa, a differenza di molti altri coetanei intenti a bazzicare per le strade facendo lavori illegali, scelgono di imparare l’arte circense. I due seguono Claudio che li ha convinti a scegliere il circo per evitare di cadere nel baratro. Ciro si allena in palestra per imparare a sputare il fuoco e lo fa in compagnia del suo inseparabile amico Manolo. Principessa deve imparare a volteggiare nell’aria. All’inizio queste nuove attività sono per i ragazzi sconosciute e rischiose ma, in una zona di periferia dominata dalla criminalità, è la...

  • Autore: Morgan Palmas
    Mer, 11/04/2018 - 10:30

    Gli adolescenti e l’importanza di vivere nel presente. Intervista a Luigi BalleriniCon Ogni attimo è nostro (De Agostini) Luigi Ballerini torna in libreria con un nuovo libro per ragazzi, affrontando un tema tra i più delicati, quello della morte. O meglio: del morire. Sì, perché Giacomo, l’io narrante del libro, ci racconta quello che sarebbe diventato il suo ultimo giorno di vita e lo fa quando ormai è già consapevole di essere morto.

    Cosa si è perso Giacomo nella sua vita, fermata improvvisamente da una morte prematura? Cosa avrebbe potuto fare e invece non ha fatto? In che modo avrebbe potuto vivere meglio il suo presente?

    Proprio di questo abbiamo voluto parlare con Luigi Ballerini che, oltre a essere un noto autore di libri per ragazzi vincitore del Premio Bancarellino e del Premio Andersen, è anche uno psicoanalista impegnato su tematiche che riguardano l’infanzia e i ragazzi.

     

    Uno dei temi centrali di Ogni attimo è nostro è quello della morte. Perché un...

  • Autore: Consuelo Luzietti
    Mer, 11/04/2018 - 09:30

    Anche nella guerra è possibile l’amore. “Addio alle armi” di Ernest HemingwayAddio alle armi è un romanzo di Ernest Hemingway, meno conosciuto del celeberrimo Il vecchio e il mare ma ugualmente intenso. Il romanzo si ispira alle esperienze dell’autore vissute nel 1918, sul fronte italiano durante la prima guerra mondiale, ove il giovane Ernest si arruolòvolontario, prestando servizio come autista di autoambulanze. Vita privata e romanzo si mescolano e il giovane protagonista ricalca il carattere e gli eventi personali dell’autore pur chiamandosi Frederic Henry. Iniziato nel 1928 a Parigi, fu poi pubblicato nel 1929, mentre in Italia bisogneràaspettare il 1945, quando venne tradotto di nascosto da Fernanda Pivano. In Italia infatti, il regime fascista vietò la pubblicazione di un libro che non valorizzava, anzi demitizzava, la guerra e il valore militare degli italiani.

     

    Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di...

  • Autore: La Redazione
    Mar, 10/04/2018 - 12:30

    I libri più venduti a marzo 2018Vi presentiamo i libri più venduti nel mese di marzo 2018.

     

    La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.600 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale.

     

    Sul podio della sezione “saggistica” troviamo EGA-Edizioni Gruppo Abele, Mondadori e Feltrinelli.

    Per la narrativa straniera, il podio è dominato da Sellerio, Guanda ed Einaudi.

    Per la narrativa italiana troviamo libri editi da Mondadori (in prima e terza posizione) e DeA Planeta Libri (in seconda).

     

    Saggistica

     

    5. Dieci cose da sapere sull'economia italiana prima che sia troppo tardi di Alan Friedman (Newton Compton)

    ...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.