Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Le ultime dal blog...

  • Autore: Giovanna Nappi
    Mar, 19/05/2020 - 12:30

    “Quichotte” di Salman Rushdie, un eroe modernoQuichotte è solo uno dei modi in cui può essere nominato il famoso Don Chisciotte di Cervantes. È di sicuro il modo in cui ha scelto di chiamarlo Salman Rushdie nell’ultimo romanzo, uscito in Italia con Mondadori nella traduzione di Gianni Pannofino.

    Sam DuChamp, autore di spy story di livello alquanto mediocre, decide di cimentarsi in una prova letteraria di tutt’altro genere. Protagonista del suo nuovo romanzo, stabilisce, sarà proprio Quichotte, rappresentazione odierna dell’eroe che tanta parte ha avuto nella storia della letteratura mondiale. Riadatta quindi una buona dose di follia e inadeguatezza in una nuova storia dove “l’arme, le dame e i cavalieri” sono presenti sotto mentite spoglie. Il Quichotte dell’Autore – o Fratello, come Rushdie ama chiamarlo – è ossessionato dalla televisione, della quale ha fagocitato qualsiasi programma che conosce ormai a menadito.

    Il suo vero nome è Ismail Ismail o, americanizzando anche quello...

  • Autore: Stefano Clerici
    Mar, 19/05/2020 - 10:30

    Nelle delicate profondità della letteratura. “Nella balena” di Alessandro BarbagliaAlessandro Barbaglia si diverte a intrecciare la sua vita fra le carte, come romanziere, poeta e libraio e il suo libro, pubblicato per Mondadori nella collana “Narrative”, Nella balena, è l’ultimo risultato di questa sua naturale inclinazione.

    Saper penetrare nelle profondità del racconto e cavarne fuori il nitore perlaceo di una scrittura delicata e, al contempo, brillante è mestiere da subacquei cerca-tesori: continuando sulla stessa linea metaforica, come un palombaro con la sua tuta si cala nelle fosse verso il fondale, allo stesso modo Barbaglia, con lo scafandro della tradizione letteraria, scende verso gli abissi di un pensiero fisso. Nei Ringraziamenti – siamo nella parte finale – racconta che, da bambino, non sapeva discernere «un’ossessione da una rana» poiché aveva conosciuto un tale, «amico dei [..] genitori che aveva rane ovunque» («lo zerbino di casa sua era una rana, e così il dispenser del sapone in bagno, le tovagliette da...

  • Autore: Francesco Borrasso
    Mar, 19/05/2020 - 10:30

    Le ossessioni di un uomo qualunque. “Taccuino delle piccole occupazioni” di Graziano GrazianiPuntata n. 110 della rubrica La bellezza nascosta

     

    «Quando Girolamo se ne va dalla casa dei suoi amici poeti, artisti e intellettuali, spesso si sente triste. Qualche volta persino arrabbiato. Quando ne esce furioso, Girolamo pensa che quei suoi amici sono davvero della gente malsana. Tutti quasi obesi, pingui, con la pelle rovinata e spesso senza qualche dente. E tutti soli, nelle loro case maleodoranti, eternamente soli se non fosse per quelle visite di Girolamo. E allora lui pensa che questi intellettuali sono davvero degli esseri abietti, che le loro sono delle esistenze meschine, che però si lasciano dietro nel mondo delle meravigliose astrazioni, delle scie luminose che illuminano il buio dell’esistenza. Della loro, meschina, e saltuariamente di quella degli altri».

     

    Siamo...

  • Autore: Alessandra Piras
    Lun, 18/05/2020 - 12:30

    Le vite apocrife di san FrancescoSe c’è un personaggio entrato nell’immaginario collettivo come esempio di cosa significhi praticare la santità tanto da divenire nel 1939 Patrono del nostro Paese – proclamato da Pio XII con la motivazione «il più italiano dei santi, il più santo degli italiani» – è Francesco d’Assisi.

    Un libro appena edito da Fazi ne ripercorre vizi e virtù con un ritmo e una struttura congegnati in tempi narrativi diversi.

    Una storia ricca di fascino e mistero, tale da renderla – a dispetto del titolo il cui plurale ha un preciso e interessante significato – più simile a Il nome della rosa che a una biografia: Vite apocrife di Francesco d’Assisi e l’autore è Massimiliano Felli.

    La presente opera si apre all'epoca degli scontri fra i Guelfi e i Ghibellini che dividono l’Italia per la spartizione di territori e poteri, e soprattutto prestigio, tra papato e impero. Nello specifico la Battaglia di Benevento del 1266. Ed è anche l'epoca dell'Inquisizione, dei...

  • Autore: La Redazione
    Lun, 18/05/2020 - 12:30

    I 10 libri di saggistica più venduti della settimanaVi presentiamo i 10 libri di saggistica più venduti nella settimana dal 04 al 10 maggio 2020.

     

    La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.600 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale.

     

    Il podio di questa settimana è occupato daAdelphi, Feltrinelli ed Einaudi. Mondadori e Feltrinelli sono le case editrici più presenti in top10 con due libri a testa. Tutti gli altri editori hanno un solo saggio in classifica.

     

    10. Intelligenza emotiva. Che cos'è e perché può renderci felici di Daniel Goleman (BUR)

    ...

  • Autore: Francesca Turco
    Lun, 18/05/2020 - 10:30

    Riconquistare la vita partendo dalla morte. “Non sprecare il tempo, non sprecare l’amore” di Ann NapolitanoCosa rimarrebbe della nostra vita se le persone a noi più care sparissero d’improvviso? Come verrebbe scandito il nostro tempo da quell’istante in poi, quali priorità avremmo? Come riusciremmo a riappropriarci di un senso, circondati dalla morte? Con Non sprecare il tempo, non sprecare l’amore (traduzione di Teresa Albanese, Mondadori, in libreria dal 19 maggio) Ann Napolitano scandaglia i meandri più intimi del cuore di Edward Adler, un ragazzino di dodici anni che ha perso tutto, ma che impara a non sprecare niente, riuscendo a fatica a riconquistare la sua stessa vita, reimpostandola su binari differenti.

    Sembrava un viaggio qualunque, volto sì a cambiare le loro esistenze, ma non così drasticamente. Un volo qualunque da New York a Los Angeles, che avrebbe portato gli Adler a...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.