Intervista ad Andrea Tomat, Presidente del Comitato di Gestione

Continua a scendere il numero dei lettori – Dati Istat aggiornati

Perché scrivere? Le ragioni di George Orwell

Hai perso la voglia di leggere? 7 modi per farla tornare

Le ultime dal blog...

  • Autore: La Redazione
    Gio, 18/05/2017 - 09:30

    20 regole per scrivere il romanzo poliziesco perfettoScrivere un romanzo poliziesco non è semplice come si potrebbe pensare. Ne abbiamo già avuto testimonianza grazie a Raymond Chandler e ai suoi dieci consigli per una perfetta storia poliziesca.

    Questa volta a rendere ancora più evidente la difficoltà è S.S. Van Dine, autore di gialli come Signori, il gioco è fatto, Il mistero di casa Garden e Sequestro di persona.

    Van Dine è sicuramente uno degli scrittori più apprezzati del genere, al punto che T.S. Eliot dichiarò più volte di considerarlo tra i suoi preferiti.

    È stato proprio S.S. Van Dine ad aver elaborato le venti regole per scrivere il romanzo poliziesco perfetto (pubblicate nel settembre del 1928 sulla rivista «The American Magazine») che vi mostriamo qui di seguito:

     

    ...

  • Autore: Gerardo Perrotta
    Mer, 17/05/2017 - 12:30

    Perché è importante raccontare la guerra ai bambini? Intervista a Miriam DubiniInterrogarsi sull’opportunità di raccontare la guerra ai bambini potrebbe apparire una questione quasi superata vista la quantità di informazioni che ogni giorno si alterna a tutte le ore e su qualsiasi mezzo, dalla Tv al web passando per la radio e i social.

    Invece ciò che conta è forse capire perché è così importante farlo e quali sono i modi migliori per affrontare la guerra e il corredo di morte, distruzione e dolore che si porta dietro e per parlarne con i nostril bambini che di guerra non hanno certo esperienza e, nella maggior parte dei casi, vivono situazione di (relativo) benessere.

    Di recente, Piemme – Il battello a vapore ha pubblicato un libro dedicato ai bambini dai 9 anni in su, Il viaggio di Sama e Timo, scritto da Miriam Dubini.

    Sama e Timo sono una bambina e il suo gattino che, insieme alle rispettive famiglie, sono giunti in Italia dal...

  • Autore: Irma Loredana Galgano
    Mer, 17/05/2017 - 11:30

    Quando basta una spilla per travolgere il destino. “L'uroboro di corallo” di Rosalba PerrottaNessuno, per quanto lo speri, si aspetta che davvero da un momento all'altro la propria vita venga stravolta da un’inattesa eredità. Eppure è quanto accade alla protagonista de L'uroboro di corallo di Rosalba Perrotta, edito da Salani. Un libro senza dubbio alcuno al femminile e una scrittura “rotonda”, calda e avvolgente. Tutti i personaggi principali del romanzo sono donne ma è l'universo femminile nella sua complessa immensità a essere narrato dall'autrice. Dall'annientamento in cui volutamente si celano alcune donne all'esuberante intraprendenza di altre, dal rigore imposto da alcune culture all'ansia di emancipazione e libertà di altre ancora. Nonché della lotta interiore prima che esteriore di chi si ritrova in bilico tra i due mondi e, pur essendo attratta dall'essere “continentale”, con estrema difficoltà riesce a liberarsi dalle briglie della chiusura “isolana”.

    L'eredità di...

  • Autore: La Redazione
    Mer, 17/05/2017 - 10:30

    12 cose che (forse) non sai su Harper Lee e “Il buio oltre la siepe”È trascorso poco più di un anno dalla morte di Harper Lee ma per fortuna Il buio oltre la siepe continua a far parlare di sé e la fama della sua scrittrice non sembra affatto destinata a diminuire.

     

    Anzi è stata ampiamente riconfermata dalla pubblicazione postuma di Va’ metti una sentinella (edito in Italia da Feltrinelli, come del resto l’altro romanzo della Lee).

     

    E proprio per questo la curiosità intorno alla vita privata della scrittrice americana è tuttora viva, al punto che BookBub.com ha raccolto per noi ben dodici fatti che forse molti ancora ignorano e che invece possono contribuire a rafforzare l’immagine della Lee.

     

    1. Il titolo del libro avrebbe dovuto essere Atticus

    ...

  • Autore: La Redazione
    Mer, 17/05/2017 - 09:30

    Hitler? Un maledetto ignorante. Parola di TolkienNon è la prima volta che un grande scrittore si schiera apertamente contro un dittatore, ma che questo sia accaduto in piena Seconda guerra mondiale e addirittura contro Hitler, proprio mentre sembrava destinato a sottomettere l’intera Europa, contribuisce a donare una luce nuova a Tolkien.

    L’autore del Signore degli anelli aveva già affrontato l’esercito tedesco in battaglia durante il suo servizio militare all’epoca della Prima guerra mondiale, e nella Seconda divenne un crittografo dopo che il dipartimento di crittografia del British Foreign Office gli offrì quest’incarico agli inizi del 1939. Non prese parte al secondo conflitto direttamente.

    Forse da Tolkien ci si può senz’altro aspettare che abbia testimoniato in vita un atteggiamento contrario a qualsiasi forma di razzismo, soprattutto in un’epoca in cui in Europa l’ondata anti-ebraica promossa dalla Germania di Adolf Hitler si faceva sentire in tutta la sua prepotente forza. E difetti...

  • Autore: La Redazione
    Mar, 16/05/2017 - 13:30

    15 consigli di lettura di Margaret AtwoodAnche Margaret Atwood si è cimentata con una serie di consigli di lettura.

     

    Raccolti da BookBub.com, si tratta di romanzi e racconti distopici che in parte sono affini alla produzione della scrittrice americana, che ci ha regalato opere come Per ultimo il cuore, L’assassino cieco e Il racconto dell’ancella, e in parte, almeno all’apparenza, sembrano essere molto distanti dal suo mondo.

     

    Vediamo comunque da vicino quali sono i consigli di lettura di Margaret Atwood.

     

    1984 di George Orwell

    15 consigli di lettura di Margaret Atwood

    «Orwell è diventato un mio modello diretto...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.