Continua a scendere il numero dei lettori – Dati Istat aggiornati

Hai perso la voglia di leggere? 7 modi per farla tornare

Intervista ad Andrea Tomat, Presidente del Comitato di Gestione

Perché scrivere? Le ragioni di George Orwell

Le ultime dal blog...

  • Autore: La Redazione
    Gio, 22/06/2017 - 13:20

    I 10 libri di narrativa italiana più venduti della settimanaVi presentiamo i 10 libri di narrativa italiana più venduti nella settimana dal 12 al 18 giugno 2017.

     

    La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.600 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale.

     

    Sul podio troviamo libri editi da Sellerio, Einaudi e Mondadori. Einaudi è la casa editrice con più libri in top 10 con tre titoli, seguita da Mondadori con due romanzi. Tutti gli altri editori sono presenti con un solo libro.

     

    10. Se questo è un uomo di Primo Levi (Einaudi)

    ...

  • Autore: Fabio Cozzi
    Gio, 22/06/2017 - 11:30

    Una luce lenta ma durevole, il talento secondo Michele DalaiLo sport è un’ottima metafora della vita; una lente capace di leggere, interpretare alcuni passaggi importanti della storia di ognuno di noi (sia da praticante sia da semplice spettatore). Di questo ne è consapevole Michele Dalai che nel libro La lentezza della luce (pubblicato da Mondadori) si occupa delle biografie di alcuni sportivi (molto spesso quelli dotati di meno talenti, gli attori di seconda fila rispetto ai fuoriclasse) per poi parlare delle esperienze di vita dei suoi primi quarant’anni.

    Dalai, malgrado il suo feroce, appassionato agonismo, non è mai stato un campione. Non aveva quella velocità della luce che appartiene agli “illuminati”, ai campioni assoluti. Ma anche questi ultimi nei loro cuori, nella loro anima hanno a che fare col buio.

    Uno dei ritratti più belli del libro (forse perché mi ha fatto tornare col ricordo a un’atleta che avevo rimosso dalla memoria) è quello di Zola Budd, la mezzofondista sudafricana che per partecipare nel 1984 alle...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Gio, 22/06/2017 - 10:30

    “La perfezione non è di questo mondo”, il piacevole esordio di Daniela MattaliaLa perfezione non è di questo mondo (Feltrinelli, 2017) costituisce l’esordio narrativo della giornalista Daniela Mattalia, torinese trapiantata a Milano, da tempo responsabile per l’informazione scientifica del settimanale «Panorama».

    La storia si svolge a Torino, dove lungo i corridoi del grande ospedale delle Molinette si aggira ogni giorno Adriano, ottantaduenne e distinto professore in pensione, che da poco più di un mese è rimasto vedovo dell’amatissima moglie Giulietta, ma che continua ad avere l’impressione di vederla qua e là nel luogo in cui era morta, stroncata da una malattia incurabile.

    Adriano è un uomo intelligente e razionale, eppure è talmente convinto di ciò che vede da arrivare quasi a dubitare della propria sanità mentale. Del resto, non contribuiscono certo a...

  • Autore: La Redazione
    Gio, 22/06/2017 - 09:30

    25 quadri di David BowieDavid Bowie, a oltre un anno dalla morte, continua a far parlare di sé. È di poche ore fa la notizia, riportata da «Rolling Stone Italia», secondo cui sarebbero state ritrovate delle sue registrazioni inedite con i Queen. Ma oggi non è del cantante, performer e attore David Bowie che vi vogliamo parlare, bensì del pittore. Sì, perché Bowie non solo possedeva una formidabile collezione d’arte (andata all’asta da Sotheby’s lo scorso anno per oltre 41 milioni di dollari) ma egli stesso si dedicò alla pittura.

     

    Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

     

    E non ci riferiamo solo a quando nel 1995 disegnò la cover del suo album Outside ma anche a quando, nello stesso anno, organizzò la sua prima mostra dal titolo New Afro/Pagan and Work: 1975-1995 presso The Gallery, a Londra.

    ...

  • Autore: La Redazione
    Mer, 21/06/2017 - 12:30

    Il budino di riso per C.S. LewisNonostante la ricetta che stiamo per presentarvi, C.S. Lewis non era un amante dei dolci, anzi si rifiutava proprio di mangiarne adducendo varie scuse: «Sto diventando terribilmente grasso e devo stare a dieta» o «Non posso permettermi di rinnovare il guardaroba ogni tanto».

    A un amico, che si scusava per avergli inviato oggetti di cancelleria e non dei dolci, rispose: «Devo confessare che mangio la carta da lettere e le buste, così il tuo gentile regalo può rientrare nella categoria delle cose commestibili», per poi ammettere: «Non ho un debole per i dolci».

    Descrivendo il suo pasto ideale, Lewis scrisse:

    «Nessuna sciocchezza a proposito della zuppa e del budino, ma soltanto uno dei due, cotolette con piselli, un’abbondante porzione di fragole e crema».

     

    GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!...

  • Autore: Leonardo Palmisano
    Mer, 21/06/2017 - 11:30

    Massimo Carminati e quel ricatto allo Stato. “La lista” di Lirio AbbateLa lista di Lirio Abbate, uscito per Rizzoli, è un lavoro importante, denso, utile. Finalmente si mette un punto fermo sull’intreccio tra ricattabilità dello Stato e Mafia Capitale.

    Tutto parte dalla rapina del 1999 al caveau del tribunale di Roma, durante la quale vengono svaligiate 147 cassette di sicurezza appartenenti a pezzi della magistratura e del mondo giudiziario nazionale. Ordisce la rapina quel Massimo Carminati che tanto riuscirà, in seguito, a mettere le mani su pezzi del welfare mafioso della capitale, riuscendo a diventare una specie di superboss del crimine dell’accoglienza.

    Quelle cassette di sicurezza contengono i misteri, le verità su alcuni tra i più sconcertanti misteri italiani. Qualcosa che fa gola a un criminale politicizzato come Carminati perché da una parte lo aiuta a scagionarsi da alcuni reati, dall’altra gli procura...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.