Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

14 scrittori famosi e le loro ultime parole

Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

Le ultime dal blog...

  • Autore: Gerardo Perrotta
    Ven, 13/04/2018 - 10:30

    Lisbona, tra allegria e saudade. Intervista ad Alessio RomanoQuale segreto nasconde una città come Lisbona, così divisa tra il Mediterraneo e l’Oceano? Quale mistero ha affascinato così tanto uno scrittore come Tabucchi? E perché, ancora oggi, uno scrittore come Alessio Romano decide di dedicare un libro a Lisbona, alla sua cucina e alla sua cultura, con Amália Rodrigues e Pessoa in prima linea a fargli quasi da ciceroni?

    Proprio di questo abbiamo voluto parlare con Alessio Romano, da poco in libreria con D’amore e baccalà, il suo omaggio sentito a Lisbona da poco pubblicato da EDT.

     

    Cominciamo dalla domanda più scontata, ma spero mi perdonerà: perché ha scelto proprio Lisbona? Cosa rappresenta per lei?

    Ho scelto Lisbona perché l’amavo e la conoscevo bene già da prima di andarci a vivere per un mese e scrivere. C’ero stato solo per brevi periodi guidato lì dal suo mito cinematografico e letterario (da Antonio Tabucchi a...

  • Autore: Giordano Belcecchi
    Ven, 13/04/2018 - 09:30

    Il racconto di un uomo e del suo fiume. “Sudeste” di Haroldo ContiSudeste, tradotto da Marino Magliani e pubblicato da Exorma edizioni, è considerato uno dei migliori prodotti letterari di Haroldo Conti, rappresentante della generación de Contorno, scomparso nel maggio del 1976 in seguito al golpe militare in Argentina. Nonostante il suo nome si sia aggiunto alla lunga lista dei desaparecidos, l’eco del suo romanzo continua a risuonare nel Delta del fiume Paraná, dove vive anche Boga, il protagonista della storia.

    Il romanzo però non racconterà rocambolesche avventure di marinai e leggende locali, né tantomeno ha la superbia di una trama aggrovigliata e complessa o si fa esplicitamente portavoce di battaglie ecologiste. In realtà nella sua – a tratti cruda – semplicità vuole parlare del rapporto primigenio e autentico tra uomo e natura, una natura ben precisa, quella argentina, che lo scrittore riesce a tramutare in cristalline sfumature d’animo che accompagneranno il vagare silenzioso e solitario di Boga, un tagliatore di giunchi qualunque...

  • Autore: La Redazione
    Gio, 12/04/2018 - 12:30

    I 10 libri di narrativa italiana più venduti della settimanaVi presentiamo i 10 libri di narrativa italiana più venduti nella settimana dal 02 al 08 aprile 2018.

     

    La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.600 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale.

     

    Sul podio troviamo libri editi da Mondadori (in prima e seconda posizione) ed Einaudi (in terza). Mondadori è la casa editrice con più libri in top 10 con tre titoli, seguita da Einaudi con due libri. Tutti gli altri editori hanno un solo romanzo in classifica.

     

    10. Un ragazzo normale di Lorenzo Marone (Feltrinelli)

    ...

  • Autore: Morgan Palmas
    Gio, 12/04/2018 - 11:30

    Storia di un’anima indifesa davanti al bullismo. Intervista a Giuseppe CesaroIndifesa s’intitola il primo romanzo firmato da Giuseppe Cesaro e pubblicato oggi da La nave di Teseo. A essere indifesa è l’anima di Andrea che, da ragazzo, si ritrova circondato da compagni di classe che lo rendono vittima di violenze e soprusi e da adulti che non lo capiscono e che sembrano non amarlo. È così che la vita di Andrea trascorre tra sofferenza e solitudine, fino all’incontro con Livia, l’unica che sembra capirlo e amarlo per quello che è. E anche provare a definire l’identità di Andrea non è così facile, dato che tutta la sua vita sarà una continua altalena tra un’identità maschile e quella femminile.

    Sono questi alcuni dei temi di cui abbiamo parlato con Giuseppe Cesaro nell’intervista che ci ha gentilmente concesso.

     

    Indifesa segna il suo esordio come romanziere, dopo un lungo periodo dedicato alla scrittura e al raccontare storie dedicandosi ad altro. Quali sono le ragioni che l’hanno...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Gio, 12/04/2018 - 10:30

    "Una ragazza affidabile", un esordio sorprendenteUna ragazza affidabile (Giunti, 2018) è l'interessante romanzo d'esordio di Silena Santoni, professoressa fiorentina, nelle librerie daieri.

    Agnese, voce narrante, è un'elegante signora che risiede da molti anni ad Ancona, dove conduce una tranquilla vita borghese col marito medico e due figlie poco più che ventenni. Ha una bella casa, un lavoro soddisfacente e nessun legame con il passato: nata e cresciuta a Firenze, ha abbandonato presto la città toscana, dove è rimasta a vivere solo la sorella Micaela, con cui non è mai andata molto d'accordoe che non rivede da anni.

    Un giorno, però, è costretta a recarsi a Firenze per disporre dell'eredità di una vecchia zia, che ha lasciato alle due sorelle il suo appartamento. Agnese parte malvolentieri, decisa a rinunciare all'ereditàe a donare alla sorella la sua parte, per tornarsene a casa nel più breve tempo possibile, ma il ritorno a Firenze assume fin dai primi istanti una piega inaspettata....

  • Autore: Dario D'Ubaldo
    Gio, 12/04/2018 - 09:30

    “L’isola dei senza memoria” di Yoko Ogawa, il postmodernismo giapponeseL’isola dei senza memoria di Yoko Ogawa non è solamente un romanzo distopico sulla perdita, un abbacinante furto della libertà visto dall’interno. È soprattutto un’allegoria della condizione umana in chiave post-modernista.

    In un tempo imprecisato, su un’isola senza nome l’intera popolazione progressivamente smette di ricordare. L’isola è il Giappone o l’essere umano? Come per un’inspiegabile epidemia della memoria, sparisce l’idea di qualcosa insieme alla cosa stessa. È omertà o totalitarismo? È magia o inganno? Come nel miglior post-modernismo non ci è dato di sapere ogni dettaglio, scompaiono i profumi, gli uccelli e gli oggetti del quotidiano. Scompaiono i parenti, gli amici ma ci si dimentica dei loro volti, della loro esistenza. Le metafore sono chiare: scompare prima la bellezza, poi la libertà e la vita stessa. Il lettore, come i protagonisti, non ha la possibilità...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.