Corso online di scrittura creativa

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso online di editing

Le ultime dal blog...

  • Autore: Carmela Parisi
    Ven, 15/03/2019 - 11:30

    “Nucleus” di Rory Clements. L’eroismo degli uomini durante la Seconda guerra mondialeRory Clements è un autore inglese che dopo una carriera da giornalista si è dedicato alla scrittura di diversi thriller, i quali sono diventati ben presto dei grandi bestseller. In Italia, la Corte Editore ha pubblicato il secondo volume di una trilogia di romanzi (il primo della saga pubblicato fu Corpus) che ha per protagonista Tom Wilde ovvero Nucleus con traduzione di Marzia Vradini Scusa.

    Il romanzo si apre con l’incontro tra Tom Wilde e due importanti personaggi: Roosevelt e Dexter Flood. Questi sfruttando l’amicizia che lega Wilde a Geoff Lancing, un professore di fisica di Cambridge, gli fanno accettare lo scomodo incarico di sorvegliare gli scienziati del Cavendish affinché possa scoprire se qualcuno di loro fosse sul punto di creare una superbomba attraverso la fissione nucleare e in caso affermativo riportare a loro le informazioni. Tom ritornato a Cambridge accetta...

  • Autore: La Redazione
    Ven, 15/03/2019 - 09:30

    Si scrive tempo fa o tempo fà? Con o senz’accento?Si scrive tempo fa o tempo fà? Con l’accento oppure senza? E l’apostrofo? Perché confessiamolo: quando si tratta di fà, fa e fa’ il dubbio colpisce sempre tutti. Ancora di più se poi ci troviamo davanti a espressioni come tempo fa (o tempo fà?). Allora meglio chiarirci subito le idee.

    Cominciamo da una prima differenza a proposito di fa in generale. Si scrive sempre senz’accento perché il contesto aiuta a non fare confusone tra nota musicale, verbo e la funzione di fa in espressioni come un anno fa o poco fa. E l’apostrofo? Quando si può scrivere fa’? In nessuno dei casi menzionati, ma solo come...

  • Autore: La Redazione
    Gio, 14/03/2019 - 13:30

    I 10 libri di narrativa italiana più venduti della settimanaVi presentiamo i 10 libri di narrativa italiana più venduti nella settimana dal 4 al 10 marzo 2019.

     

    La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.600 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale. 

     

    Sul podio troviamo libri editi da Einaudi (in prima e terza posizione) e da Feltrinelli (in seconda). Edizioni E/O è la casa editrice con più libri in Top10, con quattro titoli, seguita da Einaudi con tre libri a testa. Tutti gli altri editori hanno un solo romanzo in classifica.

     

    10. L'Arminuta di Donatella Di Pietrantonio (Einaudi)

    ...

  • Autore: Claudio Serpico
    Gio, 14/03/2019 - 11:30

    Il denaro 2.0. “Pagare o non pagare” di Walter SitiSi può comprendere la contemporaneità anatomizzando il nostro rapporto con i soldi? È possibile scandagliare l'attuale postmodernità grazie a un attento monitoraggio della nostra crescente disabitudine alla moneta cartacea? Seguendo quali direttrici, il significato storicamente attribuibile al concetto di pagare, nonché i molteplici significanti connessi, sono mutati, nel volgere peraltro di una manciata di lustri? Può questa metamorfosi escatologica assurgere a paradigmatica pietra angolare del cambiamento d'epoca che ci è dato di vivere? E in caso affermativo, quali rivoluzioni culturali tout court agiteranno i nostri costumi consuetudinari nell'imminente avvenire?

    A tali quesiti tenta di rispondere Walter Siti che nel suo pamphlet Pagare o non pagare (Nottetempo) traccia un avvincente excursus (anche) autobiografico, incentrato sull'odierna concezione dei quattrini e arricchito da folgoranti e psichedeliche digressioni di carattere antropologico,...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Gio, 14/03/2019 - 11:30

    "Elena di Sparta", il sorprendente esordio di Loreta MinutilliLoreta Minutilli, laureata in fisica classe 1995, esordisce nella narrativa con Elena di Sparta (Baldini+Castoldi, 2019), un romanzo davvero interessante e originale che è stato tra i nove finalisti della XXXI edizione del Premio Calvino.

    Attingendo ai miti del mondo classico, l'autrice dà voce alla protagonista, considerata la donna più bella del mondo e causa scatenante della guerra di Troia, ma nella cui vita c'è stato molto altro: un'infanzia infelice tra genitori distratti e fratelli impegnati a inseguire il loro destino di eroi, l'incontro precoce con la brutalità maschile, la mancanza complessiva di amore. La bellezza, in definitiva, non ha reso Elena felice, prigioniera di un ruolo da regina che le va stretto, ma che nemmeno lasciando il marito per fuggire a Troia con Paride ha trovato la felicità.

    L'Elena di Sparta che si racconta nelle pagine di Loreta Minutilli è una donna in cerca della possibilità di esprimersi pienamente, al di là dell'immagine...

  • Autore: Irina Turcanu
    Gio, 14/03/2019 - 09:30

    Costruire una nuova identità maschile attraverso l’educazione. Intervista a Marco BoniniSi è soggetti al (pre)giudizio, agli «insegnamenti» o agli schemi della società più spesso di quanto non si creda. Se è bello, ed è un uomo, allora o è stronzo o, se è pure gentile, è gay. Se parla d’amore è una femminuccia, se non ne parla è un donnaiolo. Schemi che ci inquadrano in categorie per rendere più facile l’approcciarsi alla selva dell’umanità. Ma quanto è caro il prezzo da pagare per stare negli schemi, nelle categorie, nelle secolari zone di confort?

    Di questo, e di molto altro, parla Marco Bonini nel suo libro Se ami qualcuno dillo, uscito per Longanesi.

    Aprendo il libro, si apre la porta di casa a un conoscente con il quale all’inizio condividevi poco, al massimo un legame nato per via di un film in cui ha recitato una parte. Ti ritrovi di colpo a riconoscere un amico in quel conoscente, già dopo il primo capitolo, un amico che non vuoi smettere di ascoltare perché ha qualcosa da condividere con te. Qualcosa di...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.