Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

14 scrittori famosi e le loro ultime parole

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Le ultime dal blog...

  • Autore: Francesco Borrasso
    Mar, 18/09/2018 - 09:40

    Cosa vuol dire sentirsi inquieti? “La seconda natura” di Mario VisonePuntata n. 47 della rubrica La bellezza nascosta

     

    «Si domandò perché non fossero tutti come lei o perché non lo fossero almeno le persone che le stavano più vicine. Ma chi le stava vicino? Si sentì miserevolmente sola, e si accorse di non aver ben chiaro l’evolversi della sua logica che ora se sussurrava quanto la bellezza potesse farla star male. In lei la bellezza scava un percorso troppo tortuoso.»

     

    Esistono individui in lotta contro la vita, individui che si sentono continuamente dentro una gabbia, uomini e donne che guardandosi intorno sentono un’oppressione potente. Queste persone sono spesso indecifrabili, irriconoscibili; possiamo trovare, tra loro, il maestro di scuola o lo studente all’ultimo anno del liceo, il fruttivendolo lì all’angolo o l’agente di borsa. La cosa che rende comuni tutte queste persone è che nella loro...

  • Autore: Silvia Scapinelli
    Lun, 17/09/2018 - 12:30

    Perché ci ostiniamo a cercare la bellezza?Perché ci ostiniamo, la raccolta di nove saggi di Fredrik Sjöberg, edito da Iperborea e tradotto da

    Andrea Berardini e Fulvio Ferrari, affronta un viaggio nel tempo attraverso paesaggi geografici della memoria e dell'anima.

    L'obiettivo di questi viaggi è quello di ricercare e ritrarre un elemento fondamentale che ci distingue dagli animali: la bellezza. La bellezza intesa come una solitudine in cui si fa ritorno stando meglio di prima. Un passo di lato, nella nostra epoca concitata. Una pausa per riprendere fiato. La bellezza, sottolinea Sjöberg, banale o meno, è oggi difficile da difendere, come non capitava da molto, molto tempo. Al pittore non basta mettere mano al pennello e avere talento per creare qualcosa di davvero bello bensì occorre che l'artista si immerga in un percorso di identificazione tra osservatore e soggetto per comprendere e mettere in arte la sensibilità umana. E in questa identificazione, come l'autore ama evidenziare...

  • Autore: Stefano Fornaro
    Lun, 17/09/2018 - 09:56

    “Greatest poems” di Ferlinghetti, un ritmo beat, una riflessione sull’uomo civile modernoHa quasi cento anni Lawrence Ferlinghetti, ma non ha perso nei suoi versi la lucidità critica di chi non accetta ancora il mondo così com’è oggi.

    Greatest poems di Lawrence Ferlinghetti è la più recente raccolta di poesie, forse la più significativa del poeta franco-italo-americano. Appena edita da Mondadori, come gemma preziosa della collana “Lo specchio, i poeti del nostro tempo” curata da Nancy J. Peters e tradotta accuratamente e con squisito senso poetico da Leopoldo Carra.

    E la traduzione in un’opera poetica è un’operazione delicata e significativa. Lo ammetto con estrema sincerità: se non avessi trovato la nota del traduttore nell’explicit del libro, avrei trovato molti più ostacoli nel poter comprendere il significato complessivo di quest’opera poetica.

    Infatti, a differenza di altre celebri antologie, in questo...

  • Autore: La Redazione
    Sab, 15/09/2018 - 19:52

    Premio Campiello 2018: diretta liveQuesto post sarà aggiornato in tempo reale, fino alla proclamazione del vincitore dell’edizione 2018 del Premio Campiello.

    Per il sesto anno consecutivo, Sul Romanzo è al Teatro La Fenice per seguire da vicino l’evento, che, nelle passate edizioni, ha visto come vincitori Ugo Riccarelli con L’amore graffia il mondo (Mondadori), Giorgio Fontana con Morte di un uomo felice (...

  • Autore: Melissa Minò
    Sab, 15/09/2018 - 12:30

    Da un’ossessione un libro. Geoff Dyer ci porta nella “Zona”Dopo Sabbie bianche, in questo nuovo libro intitolato Zona. Un libro su un film su un viaggio verso una stanza (Il Saggiatore, traduzione di Katia Bagnoli), Geoff Dyer compie una minuziosa autopsia del film del 1979 diretto da Andrej Tarkovskij Stalker.

    Un fotogramma dopo l’altro, l’autore come lo Stalker accompagna il lettore fino alla Zona in un percorso a zigzag che rimbalza da una scena all’altra del film, passando di volta in volta attraverso la descrizione di alcuni retroscena e soprattutto attraverso i parallelismi tra opere cinematografiche che a Stalker possono in un qualche modo essere associate, che sia per assonanza o dissonanza. Il lettore allora si trasforma e diventa spettatore, tale è la minuzia e la chiarezza che Dyer impiega per riportare le scene della sua “ossessione”:

    «Il suono di un gocciolio d’acqua. Sbirciamo,...

  • Autore: Antonella Bonura
    Sab, 15/09/2018 - 10:30

    Cosa accade quando manca la misericordia? “Anna Édes” di Dezső KosztolányiLa tragicità e la complessità del male, dell'ingiustizia, nel suo farsi e nelle sue origini.

    Così potremmo sintetizzare, se si volesse, quel che rimane al lettore al termine del romanzo Anna Édes, il più celebre tra le opere narrative dello scrittore poeta e giornalista ungherese Dezső Kosztolányi.

    Il libro scritto nel 1926 è stato editato, in maniera pregevole, dalla casa editrice Anfora a cura di M. Szilàgyi e nella traduzione di Andrea Rényi. Un'accuratezza scandita da note storiche e linguistiche dettagliate e particolareggiate.

    La narrazione, segnata da uno stile profondamente realistico e da descrizioni di luoghi, personaggi, contesti dalla forte impronta, si staglia nella Budapest all'indomani della prima guerra mondiale, dopo la caduta del regime rosso di Bela Kun e l'instaurarsi di un governo reazionario.

     

    ...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.