In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Le ultime dal blog...

  • Autore: Morgan Palmas
    Gio, 09/07/2009 - 16:02

    Informativo e riflessivo.
    Da qui alla fine di agosto inserirò ogni giorno un post sulla sfida dei 100 giorni (eccetto la domenica), soltanto uno al dì, non farò in questo periodo altri frammenti, interviste o post con link. Sono sommerso di lavoro, mi sono preso l’impegno per altre cose. Non spiego le ragioni, vi basti sapere che sarò assai meno presente in rete (blog, Facebook, Youtube, Twitter). E se voglio trovare il tempo per procedere con il mio romanzo dei 100 giorni sono costretto a tagliare qualcosa.
    Inoltre, devo studiare, alcuni libri mi aspettano, sto facendo ricerche che riguardano ciò che sto scrivendo. Che bello sarebbe avere giornate di 96 ore.
    Io mi auguro che chi mi sta seguendo abbia trovato informazioni e stimoli interessanti finora. Dalla fine di agosto il blog includerà altre iniziative, vedrete.

    La scrittura esige tanta volontà. Chiaro che gli obiettivi sono soggettivi e le forze differenti, altrettanto chiaro che le scadenze della vita possono imporre tempi che altri magari potrebbero modificare con facilità, rimane fermo un punto, credo che lo abbiate compreso, produrre un romanzo considerandolo nei suoi più diversi aspetti abbisogna di attenzione e consapevolezza.
    Dalle mie lezioni credo che abbiate intuito quanto io sia lontano da un mero tecnicismo, anche se lo ritengo la prima base sulla quale costruire l’edificio, imprescindibile dal resto. Ciononostante il respiro della scrittura è molto altro, le sottili...





  • Autore: Morgan Palmas
    Gio, 09/07/2009 - 11:19
  • Autore: Morgan Palmas
    Gio, 09/07/2009 - 10:30
    Lucia e Michele si innamorano. Quanto sono innamorati? Da che cosa lo si intuisce? È un amore tranquillo o contraddistinto da difficoltà?.
    Narrare l’amore può essere avvincente, a patto di rispettare alcune semplici regole, affinché il quadro che volete presentare sia, da un lato, comprensibile al lettore, dall’altro, non manchevole di elementi necessari.

    Non si sta solo sostenendo che Lucia e Michele sono innamorati, si desidera raccontare l’evoluzione del sentimento.
    Non di rado la situazione che si presenta è la seguente: uno dei due perde la testa per l’altro e quest’ultimo neppure se ne accorge, e se è consapevole degli altrui sentimenti non ricambia. In sostanza: uno è innamorato, l’altro no.
    Da ciò scatta la lezione degli ostacoli e degli imprevisti, la ricordate?.
    L’ostacolo può essere un padre troppo severo con lei o una precedente relazione che porta dubbi e sofferenze. L’imprevisto può essere una malattia di lui o un possibile trasferimento per il lavoro.
    I dubbi e le sofferenze esasperano la situazione: scenate...






  • Autore: Morgan Palmas
    Mer, 08/07/2009 - 08:59
    Ho trascorso l’intera nottata in ospedale, per fare compagnia a una persona cara che ieri ha avuto un incidente in auto. Nulla di grave, sembra, per fortuna, ma sono in corso altri accertamenti. Speriamo bene.
    Così stanotte non ho chiuso occhio, un po’ per i pensieri, un po’ perché di continuo travolto da medici e infermieri che correvano per un’urgenza, dalle lamentele di un signore anziano, dal rumore dei macchinari medici. Non v’erano letti disponibili nei reparti, tutta la notte in una stanza del pronto soccorso e io seduto in una di quelle sedie pieghevoli nelle quali essere sdraiati non aiuta, si rimane in ogni caso scomodi.
    La lezione l’ho pensata stanotte (di solito sono appunti di anni addietro) per trascorrere il tempo negli interminabili momenti di attesa.

    L’ospedale si presenta spesso nelle narrazioni, un luogo in cui si incontrano la vita e la morte, la nascita di un figlio e il dolore di una scomparsa, le sofferenze dei famigliari e la vicinanza degli amici. Per motivi personali ho trascorso in passato un lungo periodo in...



  • Autore: Morgan Palmas
    Mar, 07/07/2009 - 12:41

    Buongiorno, vorrei iniziare chiedendole a quale età si è avvicinato alla scrittura e se è stato o meno un caso fortuito.

    Diciamo che della scrittura ne ho fatto una professione visto che da oltre 10 anni lavoro come copywriter (per intenderci, è quello che “scrive” le pubblicità). Ma è certamente una scrittura diversa da quella che si ha in un blog, in un romanzo o facendo la lista della spesa. Io sono quindi partito da una molto asciutta e sintetica che è quella dell’advertising, per poi passare a quella più elaborata di un blog approdando finalmente al romanzo, che ha un altro modo ancora di concepire la pagina scritta.

    Se consideriamo come estremi l’istinto creativo e la razionalità consapevole, lei collocherebbe il suo modo di produrre scrittura a quale distanza dai due?

    Una buona scrittura dovrebbe essere fatta di entrambe le cose. Il mio intento è quello di mantenere un approccio sempre piuttosto istintivo, o meglio, naturale, semplice. Ma per ottenere questo è necessario un lavoro molto razionale per far sì che spontaneo non diventi mai sciatto.

    Moravia, cascasse il mondo, era solito scrivere tutte le mattine, come descriverebbe invece il suo stile? Ha un metodo rigido da rispettare o attende nel caos della vita un’ispirazione? Ce ne parli.

    Sono d’accordissimo. La scrittura è metodo, disciplina e perseveranza. È esattamente quello che farebbe un atleta. Gli obiettivi si raggiungono con allenamento costante e...









  • Autore: Morgan Palmas
    Mar, 07/07/2009 - 12:26
    Le descrizioni rappresentano un altro degli aspetti che marcano il territorio d’un romanzo fra qualità e mediocrità. Nella lezione di oggi vi parlerò della consonanza fra descrizione d’ambiente e personaggi.
    Immaginate di volere narrare la condizione di un anziano solo e malato che vive di espedienti per campare: piccoli furti, volgari furbizie, ecc. Ora, intuite con facilità che sistemarlo in un villa d’altri tempi curata e con la donna di servizio non lega molto, ho esagerato, appare chiaro. Allora vive in una casa vecchia e trascurata. Ecco, qui è il punto. Come descrivere la casa vecchia e trascurata? In quale modo rendere la consonanza fra un personaggio simile e la sua casa?.
    Le descrizioni degli ambienti non sono soltanto gli oggetti, gli aggettivi in questo caso hanno un ruolo nevralgico. Esempio:

    “Il caminetto era spento, cenere e materiali poco distinguibili vicino gli alari. Una scopa accanto. La porta chiusa e la maniglia rotta”.

    Pessima resa, pessima.

    “Il vecchio caminetto sembrava spento da tempo,...







Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.