Perché è importante leggere

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Le ultime dal blog...

  • Autore: Morgan Palmas
    Mar, 23/03/2010 - 19:34
    Sul+Romanzo_chiave.jpg

    Di Morgan Palmas



    Ci si dedica alla scrittura anche con ostinazione, rivolti verso l’ignoto e/o l’obiettivo, avanti e indietro, gioie e illusioni, poi rileggiamo e non ci convince. Rileggiamo ancora, non ci convince per la seconda volta.


    “Così una chiave può rimanere per sempre lì dove l’artefice l’ha riposta e non venire mai usata per aprire la serratura per cui l’artefice l’ha forgiata”.
    Ludwig Wittgenstein


    Come trovare la chiave? Pensando, riflettendo, ostinandoci nuovamente con la scrittura? Certo, così si ragiona sovente, forzando, convinti che prima o poi la frase giusta emergerà dalle tenebre della nostra incertezza.
    Ora vi racconto un fatto che apparirà ai più banale...
  • di Annalisa Castronovo



    Nella scrittura realizzata mediante computer ha una certa rilevanza il sapersi destreggiare tra gli strumenti atti a enfatizzare parti di testo, sia esso un'opera letteraria più o meno complessa sia pure un articolo, una presentazione, un'e-mail ecc.
    Il corsivo trae il proprio nome dal carattere scorrevole e agile che ne contrassegna la forma; è la tipica scrittura usata da chi scrive a mano (senza l'ausilio di macchine) in contrapposizione allo stampatello. In tipografia fu introdotto da Aldo Manuzio all'inizio del XVI secolo (nella sua edizione di Virgilio e poi di Dante Alighieri) e per tale ragione il corsivo è conosciuto all'estero come italico.
    Nei testi contemporanei, a stampa, il corsivo si usa:
    • per scrivere, quando si citano, i titoli di opere letterarie, musicali, pittoriche, scultoree, cinematografiche e altre ancora (per es. "Il nome della rosa di Umberto Eco, Vita spericolata di Vasco Rossi, La Gioconda di Leonardo Da Vinci, La pietà di Michelangelo e Fuochi d'artificio di Leonardo Pieraccioni"), nonché per i nomi di giornali, riviste, testate, collane, trasmissioni , indirizzi Web (perché intesi come nomi di pubblicazioni sebbene on line) o anche per gli eventuali apparati del testo (così si avrà: Intoduzione, Prefazione, Postfazione ecc.);
    • per mettere in risalto delle forme di rilevanza linguistica (ad es. "Con la...



  • Autore: Giovanni Turi
    Mar, 23/03/2010 - 10:57
    Sul+Romanzo_mani.jpg

    Di Giovanni Turi



    Si apre con questo articolo una rubrica letteraria, il cui intento è quello di instaurare paralleli tra opere narrative moderne e contemporanee che abbiano un comun denominatore stilistico, tematico o geografico. Perché chiamarla BINARI? Perché anch’essi, da determinate prospettive, convergono, ma soprattutto sono il tramite di viaggi ed esplorazioni; talvolta attraverso noi stessi...


    'Come si fa l'amore' è la domanda top su Google, così titolava un articolo pubblicato sul sito dell’ANSA giovedì 11 marzo. Desta stupore che ancora oggi la sessualità rappresenti dunque un tabù: siamo abituati all’esibizione volgare e disinibita del corpo, ad avvalerci di un linguaggio sboccato, a non aver più reticenze nel confronto con i nostri coetanei e, a volte, con i genitori. Eppure, evidentemente, il rapporto con il corpo e con la...
  • Autore: Morgan Palmas
    Lun, 22/03/2010 - 23:22

    Intervista a Marcello Marinisi, collaboratore di Sul Romanzo e Art Director della webzine

    Le ultime dal blog...
  • Sul+Romanzo_Scompartimento+per+lettori+t

    Di Sara Gamberini



    Il peso delle recensioni sull'acquisto dei libri resta scarso, quando non irrilevante: il pubblico di lettori pare infatti aver individuato il vizio di fondo dei critici militanti, cioè il loro essere, nella gran parte, alle dipendenze dell'industria culturale. Si spera di non sentirli più proclamare con l'aria di aver fatto una grossa scoperta: c'è di che ululare dalla noia.


    Scompartimento per lettori e taciturni (Feltrinelli, 1997), è una raccolta di articoli, ritratti, interviste di Grazia Cherchi, editor e critica letteraria dalla penna affilata, famosa stroncatrice e appassionata lettrice.
    Il libro sorprende prima di tutto per la sua attualità o forse, a ben vedere, fa...
  • Autore: Adriana Pedicini
    Lun, 22/03/2010 - 07:20
    Sul+Romanzo_dolore.jpg

    Di Adriana Pedicini



    I sentimenti, e tra essi quelli legati al dolore, in tutti i tempi hanno trovato nella poesia la loro voce, e nella poesia si sono espressi e decantati: l’esperienza del singolo, attraverso la trasfigurazione poetica, è così diventata esperienza e patrimonio dell’umanità.


    1. Il dolore dell’esilio nella Consolatio ad Elviam matrem
    Seneca consola la madre del proprio esilio, dando prova di una sofferta maturazione spirituale che diventa nel “Ad Helviam matrem de consolatione” (14-15) generatrice di una pagina di alta poesia e contemporaneamente un monito per quanti soffrono della lontananza dei loro cari:
    “Quanto più dura è la prova, tanto maggiore è il coraggio che devi mostrare, e devi lottare accanitamente come con un nemico noto e vinto...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.