Come leggere un libro

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Le ultime dal blog...

  • Autore: Morgan Palmas
    Mer, 16/06/2010 - 11:11
    Sul+Romanzo_mario_rigoni_stern.gif

    Di Morgan Palmas



    Due anni fa moriva Mario Rigoni Stern. Un colpo per la letteratura. Circa un anno prima, nel 2007, ci lasciava un altro grande vicentino: Luigi Meneghello. 
    Nel novembre del 2007 vivevo ancora a Roma, lontano da anni dal Veneto. E scrissi un pezzo che pubblicò Milvia Comastri. Lo riporto oggi qui a distanza di tempo. 
    Incontrai Mario Rigoni Stern una sola volta, cercai quell'incontro e fui fortunato perché stava camminando nei pressi della sua casa. Ero palesemente emozionato, ma cercai di simulare una disinvoltura naturale quando mi presentai. Fu assai gentile e informale, come se volesse fare il nonno nei miei confronti. Mi disse alcune cose che sarà difficile dimenticare e...
  • Autore: Morgan Palmas
    Mer, 16/06/2010 - 10:24
    Sul+Romanzo_Paolo+Cognetti.jpg

    Di Palmas Morgan

    Paolo Cognetti si racconta





    Buongiorno, vorrei iniziare chiedendole a quale età si è avvicinato alla scrittura e se è stato o meno un caso fortuito.


    È stato un caso fortuito in questo senso: a sedici anni mi innamoravo sempre. Però, essendo un ragazzo solitario, non avevo alcuna capacità di corteggiare le ragazze. Ho cominciato a scrivere delle lunghe lettere d’amore, poi mi sono accorto che le lettere d’amore sono tutte uguali e annoiano perfino chi le scrive, così sono passato alle storie. Scrivevo storie sul diario del mio migliore amico, che riguardavano noi due da grandi e le nostre imprese. E scrivevo storie su fogli di quaderno che poi consegnavo alle ragazze in corridoio, sperando di sedurle a colpi di letteratura. Naturalmente non ha mai funzionato.
    ...
  • Autore: Carlotta Susca
    Mer, 16/06/2010 - 10:07
    Sul+Romanzo_DavideLongo.jpg

    Di Carlotta Susca

    Intervista a Davide Longo su “L’uomo verticale”





    Colpita dalla profondità di questo libro e dalla qualità della scrittura di Longo, non sono riuscita a formulare giudizio diverso da: “non sembra italiano, sembra un romanzo internazionale”. Giudizio vago e restrittivo: un libro ti può lasciare senza fiato, ma non gli si rende mai un buon servizio, se si accetta l’afasia con la scusa che sia un complimento.
    Il testo di Longo è ambientato in Italia, ma del disastrato Stivale il nome non compare che una volta; è sempre evidente in quale zona ci si trovi, anche se Longo tende a non esplicitarlo (ecco la perfetta intersezione fra particolare ed universale). Quanto al tempo, si è di poco, pochissimo, nel futuro, ed è avvenuto qualcuno dei quotidianamente annunciati disastri: la Rete è saltata, i paesi sono spopolati, bande di poco...
  • Autore: Stefano Verziaggi
    Mar, 15/06/2010 - 10:25
    Sul+Romanzo_donna+picasso.jpg

    Di Stefano Verziaggi



    Vi aspettiamo domenica 20 giugno a Bassano del Grappa: "Per una grammatica della paura". 


    Mentre i pargoli e le pargole più a scuola non vanno e attendono febbrili l’esito degli scrutini, noi continuiamo il nostro breve cammino di riflessione sulle tematiche della paura.


    Nella prima lezione ciascuno di noi ha scelto un termine “sinonimo” e ha provato ad esplorarlo, facendo anche dei piccoli esperimenti; qualcuno ha fatto lo sborooooone e ha prodotto un crogiolo di termini. E ora vedremo come fa!


    Per questa lezione,...
  • Autore: Morgan Palmas
    Mar, 15/06/2010 - 10:03
    Sul+Romanzo_sinonimi+e+contrari.jpg

    Di Morgan Palmas

    Sinonimi e contrari come necessità





    Mentre si scrive accade che di fronte a una parola vi sia la sensazione che manchi qualcosa, come se si fosse giunti quasi a ciò che si desiderava, quasi. Capita che non sia una questione di stile o di contenuti, ma di singoli termini.
    Leggiamo una parola, poi la confrontiamo con il resto della frase e la sensazione non cambia. No, non va bene. Siamo certi che sia quella dannata parola a suonare male dentro le nostre teste. Eppure non riusciamo a trovare una sostituzione valida. Quindi, di solito, prendiamo il dizionario dei sinonimi e contrari alla ricerca di qualcosa che ci illumini.


    Vi propongo il percorso inverso, per due motivi che sono uno la conseguenza dell’altro. 
    ...
  • Autore: Morgan Palmas
    Mar, 15/06/2010 - 09:47
    Sul+Romanzo_lingue.jpg

    Di Morgan Palmas

    La figura del traduttore, una nuova rubrica dedicata al mondo delle traduzioni editoriali





    Sara Crimi e Alberto Bracci Testasecca sono, fra le altre attività, traduttori in ambito editoriale, una professione che nel corso del tempo è divenuta sempre più gremita di persone, oltre che mal pagata. Ne parliamo con loro provando ad addentrarci in territori sconosciuti ai più. Qual è stato il vostro percorso formativo?


    Sara: Non posso che dare una risposta probabilmente già sentita: l’amore per le lingue straniere, la lettura e la scrittura è nato con me, mi appartiene da sempre. Il liceo linguistico, la facoltà di lingue, i frequenti viaggi all’estero e i corsi di approfondimento sono stati la strada “obbligata” che ho percorso per continuare a coltivare i miei interessi, senza – lo ammetto – darmi un obiettivo preciso. Durante e dopo...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.