In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Le ultime dal blog...

  • Autore: Alessandro Puglisi
    Ven, 04/03/2011 - 10:57

    Il viaggio d'invernoUn uomo, due donne, un progetto criminoso: a dirla così sembrerebbe molto più interessante Il viaggio d'inverno, romanzo di Amélie Nothomb, edito da Voland e tradotto da Monica Capuani. I miei trascorsi con le opere della scrittrice nata a Kobe sono piuttosto lusinghieri: un paio di anni fa lessi Igiene dell'assassino, meravigliandomi per la capacità dimostrata dall'autrice nel gestire una narrazione costituita in sostanza da un unico lungo dialogo; tempo dopo ebbi tra le mani L'entrata di Cristo a Bruxelles: due racconti anomali, di sofferenza e leggerezza, introspettivi quanto basta.

     

    Mi sono dunque avvicinato con moderate aspettative ma grande curiosità a Il viaggio d'inverno; per questo motivo devo dirlo subito: non è certamente un romanzo esaltante. Scarna la trama: un dipendente di una società elettrica si trova in aeroporto e si appresta a effettuare un dirottamento. Nell'attesa redige un documento (che non verrà letto da nessuno) nel quale spiega le ragioni del gesto. Ora, come tutti sappiamo, non è infrequente che una donna sia portatrice di sventura («le donne amano...

  • Autore: Anna Fioravanti
    Ven, 04/03/2011 - 10:54

    I diari dell’angelo custode, di Carolyn Jess-CookeCarolyn Jess-Cooke  è un’autrice irlandese che vive in Inghilterra dove è ambientato, in parte, il suo romanzo d’esordio, I diari dell’angelo custode. È un romanzo scritto molto bene - e tradotto con altrettanta maestria da Elisabetta Valdrè – nel quale le parole scorrono in armonia l’una accanto all’altra, proprio come gli angeli che incontriamo.

    "Ora gli angeli sono spiriti, ma in quanto spiriti non sono angeli: è quando sono inviati che diventano angeli” (Sant’Agostino).

    Quando Margot muore viene trasformata, se così si può dire, in un angelo custode. In altre parole, le viene data una missione: proteggere una persona mortale da se stessa ed aiutarla a vivere, come ci si immagina che faccia un angelo custode. In questo romanzo, però, Margot deve occuparsi di se stessa, rivivere tutto dall’inizio perchè:

    “Io non abito più il tempo, lo visito” (p 32)

    Margot diventa angelo, incontra i suoi simili, scopre la sua missione ed acquista consapevolezza di sé, di ciò che è e del suo corpo del quale fanno parte ali di...

  • Autore: Morgan Palmas
    Gio, 03/03/2011 - 17:08

    lampadinaGiovedì scorso ho introdotto alcune parole importanti: trasparenza, umiltà e moralità. Nessuna pretesa di dispensare lezioni di saggezza (sulla base di quale titolo o merito?), nessuna brama di raggiungere la saggezza con un blog, eppure mi auguro che si comprenda quanto sia opportuno trattare il lettore alla pari e con rispetto, un modo per facilitare la comunicazione fra le parti.

     

    Prima di comunicare con i lettori comunicate interiormente, chiedetevi quali siano gli obiettivi del vostro blog. Come gli imprenditori elaborano un business plan, un blogger dovrà formulare un blogging plan. Se si vuole creare un blog di successo, nulla deve essere lasciato al caso. Vi saranno errori, imprevisti, direzioni da cambiare, ma ogni azione sarà stata pensata, meditata con cura prima di attuarla.

     

    Cominciamo dalle fondamenta del blogging plan e nelle prossime settimane vi parlerò soltanto di questo perché lo ritengo fondamentale, non c’è vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare.

     

    Bene, avete un...

  • Autore: Morgan Palmas
    Gio, 03/03/2011 - 10:21

    Canale Mussolini

    Le ultime dal blog...
  • Autore: Gerardo Perrotta
    Gio, 03/03/2011 - 10:16

    Anna KareninaPer una lettura di Anna Karenina (1873-77) e Autopsia dell’Ossessione (Mondadori, 2010)

     

    Il respiro non è mera funzione fisiologica; è il fenomeno da osservare per sondare l’umana profondità. Il Romanzo, in particolare, è un organismo animale che vive del proprio respiro, senza il quale sarebbe solo l’intenzione di padre impotente o madre sterile; la sua forza risiede nella capacità di modulare in racconto la zona d’ombra in cui un respiro privato evolve in azione pubblica.

     

    Raggiunta dalla verità sulla natura del rapporto con Vronskij, Anna Karenina cela sorpresa e smarrimento [“Così! Me l’aspettavo!”, si disse con un sorriso cattivo (AK, parte VII, cap. XXXI)]. Uno stato d’animo violento si manifesta nella tranquilla funzione fisiologica [Ella parlava piano perché la rapidità dei battiti del cuore le impediva di respirare] che prelude alla minaccia [“Non...

  • Autore: Alberto Carollo
    Gio, 03/03/2011 - 10:09

    Ipotesi di viaggio di Silvia ObiciL'insegna del locale s'illuminava a intermittenza, in una serie di tre tempi. Prima la B, poi la A, poi la R, poi tutte insieme due volte. Poi di nuovo: prima la B, poi la A, poi la R.

    Inizia in ¾, a tempo di walzer, questo esordio narrativo di Silvia Obici, ma più che il sontuoso e sereno fluire del Danubio pare a noi una sincopata e perturbante murder ballad. I sognatori, fedeli alla linea, ci hanno donato un'altra delle loro visionarie scorribande narrative e Ipotesi di viaggio trova il suo più appropriato biglietto da visita nella bella copertina di Francesca Santamaria (sue le opere che siglano la veste grafica del catalogo della piccola e pregevole casa editrice di Lecce), dove campeggia un fondo nero come la pece, intenzionato a fagocitare l'intero spazio disponibile, dal quale emergono figure spettrali (un uomo seduto, un bimbo, la sagoma di un gatto) sospese tra una finestra e una porta nella fioca luce bicromatica di un verde livido e di un rosso sangue.

    Non è bene svelare molti aspetti dell'intreccio di questo romanzo, che si regge in maniera preponderante sulle attese del lettore, sorprendendolo ad ogni...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.