Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Le ultime dal blog...

  • Autore: Morgan Palmas
    Gio, 23/09/2010 - 11:36

  • Autore: Rudi Perpignano
    Gio, 23/09/2010 - 10:23
    Sul+Romanzo_isabel+allende.jpg

    Di Rudi Perpignano

    Isabel Allende e la scrittura





    Disquisire di letteratura o scrittura spesso si avvicina al filosofeggiare. Perché si tratta di questioni intime, di argomenti che toccano l’anima, di temi (come per ogni altra forma d’arte) che procedono fra la magia e la realtà, tra corpo e spirito, che sono pregni di riflessioni sul senso di molte cose, addirittura delle eterne domande: chi siamo? da dove veniamo? dove andiamo? ecc.


    Per questo mi fa piacere condividere con voi, nel tempo, alcune riflessioni che autori affermati hanno fatto nel corso della storia. Tutto ciò per capire se ci possa essere qualcosa di affine, qualcosa che possa stimolarci o darci anche delle risposte sul nostro personale e soggettivo senso della scrittura, della letteratura, del bisogno intrinseco di riempire spazi bianchi di...
  • Autore: Emiliano Zappalà
    Gio, 23/09/2010 - 09:52
    Sul+Romanzo_chronic+city.jpg

    Di Emiliano Zappalà

    “Chronic City” di Jonathan Lethem





    L'ultimo romanzo di Jonathan Lethem, Chronic City, pubblicato in Italia da "Il Saggiatore" (traduzione di Gianni Pannofino), è stato giudicato dal "New York Times" uno dei dieci migliori libri editi nel 2009 negli Stati Uniti. L'autore statunitense, che esordì nel 1994 con Concerto per archi e Canguro (Gun, with occasional music il titolo in inglese) si è ormai guadagnato il pieno rispetto della critica con successi come Testadipazzo, pessima traduzione italiana di Motherless Brooklyn, e La fortezza della solitudine (The Fortress of Solitude) entrambi editi da "Tropea".


    Il suo ultimo lavoro non delude affatto le aspettative. Dopo la piccola pausa, rappresentata dall'ambientazione losangeliana del precedente romanzo...
  • Autore: Morgan Palmas
    Gio, 23/09/2010 - 09:30
    Sul+Romanzo_melville.jpg
    Di Michela Polito


    “Bartleby, lo scrivano” di Herman Melville, analisi di un racconto lungo


    Quando mi è capitata tra le mani da Fnac, circa un mesetto fa, questa edizione economica di Bartleby (Newton Compton tascabili), trovandomi in preda alle mie congetture su come si possa, avendo ben chiaro in mente un personaggio forte, sviluppare una storia e dei fatti intorno a esso per evitare il rischio di svilire il suddetto personaggio lasciandolo un mero bozzetto, ho trovato provvidenziale la sua presenza lì ai piedi delle casse, e ho pensato di studiare come il buon vecchio Melville avesse risolto la questione.
    Ho concluso ancora una volta che il modo più sano di risolverla è non porsela.


    ...
  • Sul+Romanzo_lettura.jpg

    Di Alessia Colognesi



    24-25-26 settembre 2010 Festival dei piccoli editori e lettura


    “Odio leggere” andava ripetendo.
    “Mi fa venire il mal di testa stare lì immobile seduta davanti a un libro”.


    “Quelli che mi lasciano proprio senza fiato sono i libri che quando li hai finiti di leggere e tutto quel che segue vorresti che l'autore fosse un tuo amico per la pelle e poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira”. (il giovane Holden J.S.)


    I libri suscitano pareri contrastanti e lo scarto che divide il popolo dei lettori dai non lettori è una linea sottile e profonda che spesso dipende solamente da un incontro. Leggere è...
  • Autore: Pierfrancesco Matarazzo
    Mer, 22/09/2010 - 09:18
    Sul+Romanzo_best+seller.gif

     Di Pierfrancesco Matarazzo

    Best seller e strategia di successo





    Tutto è iniziato con una telefonata serale.
    Ero alle prese con una succosa galletta senza lievito, cercando di caricare sul suo fragile dorso prosciutto toscano, formaggio non formaggio (ossia a base di fumosi composti alla soia), pomodoro a tocchetti e alcune foglie di songino, quando il telefono cominciò a squillare. Ho un rapporto strano con il telefono, ossia strano se confrontato con l’italiano medio, che sembra incapace di staccarsene. Non lo amo. Non amo rimanere bloccato in telefonate incentrate sullo scambio reciproco di nevrosi, senza che nessuno dei due contendenti possa raggiungere il suo reale obiettivo: farsi ascoltare.
    Cercai quindi di comportarmi come il mio cervello imponeva. Lasciarlo suonare fino a che la controparte avesse smesso. Qualcosa però...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.