14 scrittori famosi e le loro ultime parole

Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Le ultime dal blog...

  • Autore: Morgan Palmas
    Gio, 06/05/2010 - 15:18
    Sul+Romanzo_contratto+editoriale.jpg

    Di Morgan Palmas



    Sul Romanzo esiste da circa un anno e negli ultimi 12 mesi ho avuto un continuo scambio di mail con persone che hanno tentato di pubblicare un romanzo, una raccolta di racconti o una silloge poetica. Domande di tutti i tipi e così ho conosciuto nel tempo numerose storie che hanno affinato la mia visione del mondo editoriale italiano. 
    A ciò si sono aggiunti anni precedenti di contatti e incontri, un bagaglio di informazioni che mi ha portato ad alcune analisi. Ve ne presento una oggi.


    Se avete la vostra opera finita, il più delle volte ci si concentra solo su una questione: a quali case editrici inviare il manoscritto. Giusto? No, sbagliato. Sarebbe bene – se non è stato fatto in precedenza – conoscere che cosa sono i contratti editoriali, perché...
  • Autore: Giovanni Turi
    Gio, 06/05/2010 - 09:55
    Sul+Romanzo_malattia.JPG

    Di Giovanni Turi



    Tolstoj e Simenon non hanno bisogno di preamboli: sono, a ragione, tra gli autori più conosciuti e amati di tutti i tempi; né ci interessa instaurare confronti tra la concezione di letteratura dell’uno e dell’altro, ancor meno tra le loro (pur peculiari) vicende terrene. Entrambi affrontano in due brevi romanzi il tema della malattia e, incidentalmente, quelli della morte e del senso della vita, dell’ipocrisia dei rapporti sociali e della concezione distorta del successo. Da narratori autentici affrontano i paradossi senza la presunzione di scioglierli nella scrittura; così la pienezza dell’esistenza si realizza nel momento in cui il suo flusso lineare viene reciso, e così la realizzazione di sé prescinde dalla propria affermazione professionale e dai comuni parametri della rispettabilità.


    Di Lev Nikolaevič...
  • Autore: Morgan Palmas
    Mer, 05/05/2010 - 15:07
    Sul+Romanzo_numero+2+Moccia.jpeg

    Di Morgan Palmas



    Scusa ma ti voglio sposare scusa ma ti voglio sposare scusa ma ti voglio sposare, ho cercato di ripeterlo qualche giorno addietro nella mia testa, provando a desumere significati nascosti, che non ci sono.

    Sono giunto a pag.280 dell’ultimo libro di Moccia, sorridendo. Sorrido perché quanto più lo leggo, tanto più comprendo la ragione della moda che si è creato attorno al “moccianesimo”. La storia narrata assume le tinte di un osso per cani, intrattenimento puro. Non c’è complessità, c’è qualche complicazione semmai, ma non certo complessità. Chi legge “Scusa ma ti voglio sposare” è intrattenuto grazie a una trama semplice e che scorre veloce.


    Quando iniziai il romanzo ero convinto dell’idea di distruggerlo pagina a pagina, provando a mettere in crisi la struttura narrativa. Mi sono accorto che non è possibile o forse non ho la forza di...
  • Autore: Morgan Palmas
    Mer, 05/05/2010 - 10:21
    Sul+Romanzo_notte+bosco.gif

    Di Morgan Palmas



    Dopo l’introduzione del 14 aprile, ci accingiamo a proseguire in un territorio impervio, consapevoli che le difficoltà riguardano la percezione dei propri mezzi, la visione di ciò che abbiamo davanti, la capacità di rendersi o sentirsi utili, e i dubbi esistenziali. E soprattutto sentirlo sulla propria pelle tale territorio è cosa assai diversa da chi lo scruta essendo un parente o un amico. Entrambi presentano vicissitudini notevoli, ma l’intensità è non paragonabile.


    “Tra il sabato e la domenica il tumore di Pàvel Nikolàevič non era diminuito né si era affatto ammorbidito. Lo capì prima ancora di alzarsi dal letto. Lo aveva svegliato presto il vecchio uzbeco che continuò a tossire in maniera disgustosa anche tutta la mattinata.
    ...
  • Autore: Annamaria Trevale
    Mer, 05/05/2010 - 09:31
    Sul+Romanzo_Due_Irene+Nemirovsky.jpg

    Di Annamaria Trevale



    “Due” di Irène Némirovsky (Adelphi 2010, traduzione di Laura Frausin Guarino) è un romanzo che fa riflettere: a cosa pensavano, come sognavano e come amavano coloro che vivevano la loro giovinezza negli anni attorno alla Prima Guerra Mondiale? Erano molto diversi, oppure potevano al contrario apparire non troppo dissimili dai loro coetanei delle epoche successive?


    Il romanzo “Due” di Irène Némirovsky si apre descrivendoci la notte di un gruppo di giovani della buona società parigina, che si è trasformata in una breve e non troppo innocente fuga dalla città, dopo aver abbandonato la festa che li aveva fatti incontrare.
    Siamo nella primavera del 1920, la prima successiva alla fine del primo conflitto mondiale, a cui i maschi presenti hanno partecipato...
  • Autore: Morgan Palmas
    Mar, 04/05/2010 - 10:26
    Sul+Romanzo_Marina+Cvetaeva.jpg

    Di Morgan Palmas



    Come si bacia la creatività è in Cvetaeva una questione esistenziale: “La condizione creativa è quella dell’ossessione. Finché non cominci – obsession, finché non finisci – possession. Qualcosa, qualcuno si insedia in te, la tua mano è solo strumento – non di te, di un altro. Di chi si tratta? Di ciò che attraverso te vuole essere.
    Io sono sempre stata scelta dalle mie opere per la mia forza, e spesso le ho scritte quasi contro voglia. Tutte le mie opere più russe – in questo modo”.


    E ancora: “La condizione creativa è quella del sogno, quando di colpo, ubbidendo a un’ignota necessità, dai fuoco a una casa o getti giù dall’alto di una montagna un amico. È tua l’azione? È chiaramente tua (giacché sei tu che dormi, tu che vedi in sogno!). Azione...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.