Intervista ad Andrea Tomat, Presidente del Comitato di Gestione

Hai perso la voglia di leggere? 7 modi per farla tornare

Perché scrivere? Le ragioni di George Orwell

Continua a scendere il numero dei lettori – Dati Istat aggiornati

Le ultime dal blog...

  • Autore: Marcello Marinisi
    Gio, 25/02/2010 - 12:00


    Non oso immaginare quanti siano i book trailer presenti in giro per la rete Internet. Soltanto su Youtube, la chiave di ricerca riscontra 19.600 ricorrenze. Un numero spropositato, una mole di dati e fotogrammi inaudita che nessuno o pochi guarderanno mai.
    Il book trailer (marchio registrato dalla Circle of Seven Productions) nasce in anni recenti. Già agli inizi del 2002 è possibile riscontrare i primi esempi concreti di quella che oggi è una pratica molto diffusa e che ha trovato terreno fertile nella Rete, soprattutto dopo il 2005, anno in cui – grazie alla nascita di Youtube – i video amatoriali generati direttamente dai cybernauti cominciarono a essere molto popolari.
    Il concetto è molto semplice: mutuare le pratiche proprie della promozione cinematografica e applicarle a un differente ramo dell'industria culturale, l'editoria. Come se le differenze insite nei due linguaggi non influissero in alcun modo sugli strumenti...
  • Autore: Morgan Palmas
    Gio, 25/02/2010 - 09:43
    Di Morgan Palmas

    Buongiorno, vorrei anzitutto chiederle qual è stato il percorso professionale che l’ha portata a divenire editor in una casa editrice.



    Volli, sempre volli, fortissimamente volli. Ho ignorato i grilli parlanti che mi dicevano di studiare Giurisprudenza ché chi fa lettere non trova lavoro e mi sono laureata in Lettere Classiche. Ho trascurato la via dell’insegnamento che pareva portare al “posto fisso” e ho scelto di continuare a specializzarmi. Ho ignorato chi mi suggeriva l’ultima frontiera del master in Gestione delle risorse umane e ho frequentato un master in Studi sul libro antico e diversi corsi tra cui uno per Redattori in case editrici. Nel frattempo mandavo il mio cv a tutte le case editrici presenti sulle pagine gialle senza ottenere risposte. Ho seguito tutti gli eventi legati al libro e all’editoria nella mia regione e alla fine… alla fine è nata Aìsara, e io passavo di là per caso.


    Esistono un percorso standard o canali privilegiati oppure ritiene che vi siano più possibilità per diventare un editor?


    Non conosco due persone che siano arrivate all’editoria percorrendo la stessa strada.
    ...
  • Autore: Morgan Palmas
    Gio, 25/02/2010 - 09:27
    Sul+Romanzo_eros+afrodite.jpg

    Di Roberto Orsetti



    Ho un paio di amicizie dedite alle letture erotiche.
    La settimana scorsa, discutendone, mi sono fatto questa domanda: scrivere e leggere di erotismo, oggi, ha un senso?
    A guardare i dati delle case editrici e cosa ne pensano, la risposta sembra essere positiva. Qualche mese fa c'era anche un concorso per autori di racconti erotici e un editore bombarda la mia bacheca per la sua nuova collana di eros.
    Zigzagando nel web, mi sono accorto che il fenomeno è ben strutturato e vegeto. Ci sono dati di vendita che, anche se presi con le molle, hanno numeri significativi per alcuni titoli.
    Certo la definizione di "Letteratura Erotica" in alcuni casi è molto sbilanciata, per fare entrare qualche lavoro in una categoria ricca dunque di appassionati....
  • Autore: Morgan Palmas
    Mer, 24/02/2010 - 13:31

    Di Morgan Palmas



    Alcune informazioni di contesto. Chi di voi frequenta Facebook sa che di recente ho inaugurato un gruppo: Grande Fratello Letterario.

    Una provocazione? Anche, non solo. Ho riflettuto negli ultimi tempi sul senso di questa trasmissione televisiva che a volte ho guardato. Capita che il lunedì sera sei distrutto sulla poltrona, voglia di leggere pari a zero e ti chiedi: «Chissà che cosa stanno combinando questi quattro…», e così giri, senti discussioni, urla, guardi zoomate sulle gambe delle fanciulle, per le donne la gentilezza di Alberto o gli occhi di Giorgio. Credo che sia capitato a qualcuno di voi.

    Però una visione non certo manichea mi impone di considerare la questione Grande Fratello accettando le sfumature.
    C’è chi legge e non sa che cosa sia il GF; c’è chi non legge mai e guarda il GF; c’è altresì chi legge e talvolta guarda il GF. In...




  • Autore: Morgan Palmas
    Mer, 24/02/2010 - 11:33

    Di Morgan Palmas



    Buongiorno, vorrei iniziare chiedendole a quale età si è avvicinato alla scrittura e se è stato o meno un caso fortuito.

    Mi ci sono avvicinato per caso. Passavo di lì. Ho sempre letto di tutto, romanzi fumetti giornali riviste di caccia e diari degli altri, e allo stesso modo scrivevo di tutto. Mi appassionavano i manuali, di qualsiasi specialità. Secondo me uno che poteva scrivere un manuale meritava grande rispetto perché vuol dire che su quella cosa la sapeva lunghissima. Credo di aver cominciato col sogno di scrivere un manuale, poi però ho capito che la narrativa era più comoda, offre margini di invenzione enormi e non sei tenuto a sapere troppe cose su quello che racconti, forse. Dentro la mia scelta quindi c’è anche un po’ di pigrizia, forse.

    Se consideriamo come estremi l’istinto creativo e la razionalità consapevole, lei collocherebbe il suo modo di produrre scrittura a quale distanza dai due?

    Sono entrambi necessari, come le patate e il latte se vuoi fare il purè, solo che bisogna...





  • Autore: Morgan Palmas
    Mar, 23/02/2010 - 16:50
    Sul+Romanzo_commistione.jpg

    Di Morgan Palmas



    Dopo gli aspetti negativi, quali sono gli elementi positivi del print on demand?


    Anzitutto i costi sono abbattuti, si pensi alla filiera della classica editoria tradizionale, nel caso del POD si eliminano molti passaggi, iniziando dal primo tassello: la stampa, in particolare la velocità di stampa.


    I diritti d’autore rimangono in mano al proprietario, avete presente il 5 o il 10% delle case editrici? Dimenticateli.


    Facilità di pubblicazione, evitando così l’editing e il contatto con le case editrici.
    ...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.