Le 14 caratteristiche del fascismo secondo Umberto Eco

I 20 consigli di scrittura di Stephen King

"Il maestro delle ombre", l'inquietante Roma al buio di Donato Carrisi

Come migliorare la tua scrittura – 7 consigli utili

Le ultime dal blog...

  • Autore: La Redazione
    Ven, 20/01/2017 - 09:30

    La lettera di Aldous Huxley a George Orwell: chi ha immaginato meglio il futuro?Nel 1949 George Orwell ricevette una lettera dal suo ex insegnante di francese, Aldous Huxley. Entrambi autori di due romanzi distopici, rispettivamente 1984 (edito nel 1948) e Il mondo nuovo (1932), Orwell e Huxley hanno proposto un’idea diversa del futuro, della conquista del potere da parte di un’oligarchia e del dominio delle masse.

    Nella lettera che segue Huxley, pur complimentandosi con il suo ex studente per le qualità e il successo di 1984, afferma senza mezzi termini di essere riuscito a descrivere meglio di Orwell come si sarebbe delineato il mondo del futuro.

     

    Wrightwood. California.

    21 ottobre 1949

     

    Caro Signor Orwell,

    è stato molto gentile a chiedere ai suoi editori di inviarmi una copia del suo libro.

    ...
  • Autore: La Redazione
    Gio, 19/01/2017 - 13:59

    I 10 libri di narrativa italiana più venduti della settimanaVi presentiamo i 10 libri di narrativa italiana più venduti nella settimana dal 9 al 15 gennaio 2017.

     

    La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.600 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale.

     

    Sul podio troviamo libri editi da Mondadori (in prima e seconda posizione) e Feltrinelli (in terza). La casa editrice con più libri tra le prime dieci posizioni è Einaudi con tre libri, seguita da Newton Compton e Mondadori con due titoli a testa.

     

    10. Le otto montagne di Paolo Cognetti (Einaudi)

    ...

  • Autore: La Redazione
    Gio, 19/01/2017 - 12:30

    Gli 11 film preferiti da Ingmar BergmanIngmar Bergman non fu sempre un grande estimatore dei suoi colleghi, tanto che arrivò a definire “infantile” Alfred Hitchcock, solo per citare uno dei suoi giudizi poco lusinghieri.

    Eppure c’era un regista che Bergman non poté fare a meno di apprezzare. Si tratta di Andrej Tarkovskij: «Quando un film non è un semplice documento, è un sogno» disse Bergman.

     

    LEGGI ANCHE – I 10 film preferiti di Stanley Kubrick

     

    «Ecco perché Tarkovskij è il più grande di tutti. Si muove con tale naturalezza nella stanza dei sogni. Non spiega. È uno spettatore, capace di mettere in scena le sue visioni. Per tutta la mia vita ho bussato alle porte delle stanze in cui egli si muove con tanta naturalezza».

     

    Ma quali furono i film preferiti da Bergman? Eccoli:

     

    Andrej Rublëv (Andrej Tarkovskij, 1971)...

  • Autore: Monica Raffaele Addamo
    Gio, 19/01/2017 - 11:30

    Il volto oscuro del capitalismo tedesco. Ascesa e declino di un genio del marketingJohann Holtrop. Ascesa e declino di Rainald Goetz (Fazi 2016, bella traduzione di Stefano Jorio) racconta l’ambizione e l’ascesa inesorabili di un presunto genio del marketing e il suo altrettanto inesorabile declino. La storia, in tre parti, si svolge in Germania tra il 1998 e il 2010 e ruota intorno alla Assperg, un colosso editoriale nato all’indomani del 1945 e ingranditosi negli anni, inglobando questa o quella start up e beneficiando del denaro piovuto sulla Germania dopo la Riunificazione. A guidare la Assperg, per conto di una coppia di coniugi da sempre decrepiti e livorosi, è il «golden boy» Johann Holtrop, un manager brillante che si rivela d’un tratto vacuo e incapace, tossicomane e completamente pazzo. A dispetto delle sue scarse qualità, Holtrop riesce a lungo a destreggiarsi a capo di aziende dagli altissimi fatturati, passando dall’arrembaggio alle sovvenzioni pubbliche di fine anni Novanta ai giochi di prestigio della finanza nei cosiddetti anni zero.

    ...
  • Autore: Annamaria Trevale
    Gio, 19/01/2017 - 10:30

    Come trattare un figlio preadolescente – 10 cose da fare e non fareCome trattare un figlio preadoscente? Se fino a poco tempo fa si considerava l'adolescenza come diretta prosecuzione dell'infanzia, in tempi recenti psicologi ed educatori hanno effettuato un'ulteriore distinzione: esiste una fascia intermedia, che coincide grosso modo con il triennio della scuola media, che viene definita preadolescenza.

    Possiamo dire che appare come l'età più ingrata in assoluto: non più bambini, ma non ancora del tutto avviati verso il mondo adulto, i figli diventano improvvisamente dei piccoli alieni, che i genitori spesso faticano a comprendere e a gestire nel modo migliore.

    Ecco quindi alcuni consigli per loro, tratti da L'età dello Tsunami (De Agostini, 2017), di...

  • Autore: La Redazione
    Gio, 19/01/2017 - 09:30

    I 4 libri che Obama ha consigliato alla figlia MaliaIn una recente intervista rilasciata a Michiko Kakutani del «New York Times» Obama ha dichiarato di aver stilato una lista di libri da leggere appositamente dedicata alla figlia, alla vigilia della sua partenza per il college. Malia Ann infatti è stata ammessa ad Harvard.

    Si tratta ovviamente non di un compito assegnato, ma di semplici consigli di lettura formulati sulla base di un criterio che lo stesso Obama ha confessato a Kakutani:

    «In parte è stato molto interessante dover eliminare quei libri che pensavo fossero davvero potenti ma che potrebbero non emergere quando andrà al college».

    Dunque una lista non di libri che Obama considera importanti, ma di testi che potrebbero comunque essere di aiuto alla figlia durante gli anni del college.

     

    LEGGI...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.