Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

14 scrittori famosi e le loro ultime parole

Le ultime dal blog...

  • Autore: Alessandra Piras
    Mar, 19/02/2019 - 11:30

    Nel catalogo dei libri naufragati di Colombo. L’arte del collezionismoIl catalogo dei libri naufragati sembra il titolo di un romanzo di Carlos Ruiz Zafòn, invece, pur essendoci tanta Spagna, parliamo di Edward Wilson-Lee, americano di origine,e questa è la sua prima opera tradotta in lingua italiana, da Susanna Bourlot, pubblicata a inizio 2019 da Bollati Boringhieri.

    Il sottotitolo svela argomento e genere narrativo: Il figlio di Cristoforo Colombo e la ricerca della biblioteca universale.

    Edward Wilson-Lee, cresciuto in Africa da genitori documentaristi della fauna selvatica, vive a Cambridge dove insegna letteratura medioevale e rinascimentale, con all’attivo numerosi contributi, in particolare su Shakespeare, di cui è uno specialista.

    Questo volume ripercorre la vita talmente straordinaria da non sembrare vera di Fernando Colombo, Hernando Colòn in spagnolo, figlio naturale del leggendario esploratore, che lo ebbe da una donna di umile estrazione, Beatriz Enrìquez...

  • Autore: Francesco Borrasso
    Mar, 19/02/2019 - 09:30

    Giocare a Risiko con il mondo. “Il giorno della nutria” di Andrea ZandomeneghiPuntata n. 66 della rubrica La bellezza nascosta

    «Il fatto è che la sera prima – come ogni benedetto lunedì – c’eravamo ritrovati con Esteban e Emanuele per giocare a Risiko in canonica da Don Stefano, che oltre a essere un compulsivo divoratore di Philip Roth, un instancabile rilettore delle Cronache del ghiaccio e del fuoco e un eccentrico (diciamo fantasioso) interprete dell’opera di Jung, è anche un monomaniaco appunto del Risiko. E io m’ero ubriacato. Selvaggiamente. Mentre fuori infuriava la tempesta e gocce d’acqua grosse e sode come astragali d’avorio o molari di scimmia sbatacchiavano contro i vetri delle finestre.»

     

    Se i pensieri ossessivi che abitano la nostra mente fossero materiale solido sarebbe forse più semplice mettere ordine, sarebbe più facile pulire, disinfettare. Ma i pensieri non si possono toccare, non...

  • Autore: La Redazione
    Lun, 18/02/2019 - 13:30

    I 10 libri di saggistica più venduti della settimanaVi presentiamo i 10 libri di saggistica più venduti nella settimana dal 4 al 10 febbraio 2019.

     

    La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.600 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale.

     

    Il podio di questa settimana è occupato daMondadori (in prima e seconda posizione) e Rizzoli (in terza). Mondadori è la casa editrice più presente in top10 con tre titoli. Tutti gli altri editori hanno un solo saggio in classifica.

     

    10. La banalità del male. Eichmann a Gerusalemme di Hannah Arendt (Feltrinelli)

    ...

  • Autore: Claudio Serpico
    Lun, 18/02/2019 - 11:30

    L’unico libro per bambini scritto da Marguerite DurasAveva cinquantotto anni – era il 1972 – e il successo le aveva arriso da tempo ormai, quando Ah! Ernesto apparve in Francia. E probabilmente nemmeno lei, Marguerite Duras (pseudonimo della scrittrice e regista francese Marguerite Donnadieu, nata in Indocina nel 1914 e morta a Parigi nel 1996 a causa di un tumore alla gola, nota al grande pubblico grazie al romanzo autobiografico L'amant del 1984 che le valse il prestigioso Premio Goncourt), avrebbe potuto immaginare né la fredda accoglienza – se non il vero e proprio gelido ostracismo – che questa breve novella avrebbe riscosso in patria né il fatto che i suoi cugini d'Oltralpe l'avrebbero potuta leggere solo quasi mezzo secolo dopo.

    Ah! Ernesto, una tenera e per certi versi disincantata – ma densa di significati “politici” – storia (non solo) per fanciulli, è ora proposta nella versione...

  • Autore: Dario Boemia
    Lun, 18/02/2019 - 11:30

    Incinta a quindici anni e abbandonata da tutti. La storia di “Paolina”Paolina – personaggio che dà il titolo all’ultimo romanzo di Marco Lodoli, pubblicato da Einaudi – ha quindici anni ed è incinta. Vaga per una Roma ostile, cinica, disumana, cercando di capire cosa deve fare con quel bambino che senza disturbare, almeno per il momento, le cresce nella pancia. Tutta la storia, quel ristretto arco di storia che l’autore ha deciso di raccontarci, occupa le ventiquattro ore successive alla scoperta della gravidanza in corso. In questa giornata, la ragazza, che ha lasciato la scuola da tre mesi, va a trovare, uno a uno, i tre ragazzi con cui ha avuto un rapporto sessuale. Non sa chi di loro sia il padre e, forse, non le importa nemmeno. Forse vorrebbe solo trovare qualcuno con cui crescere quel figlio di cui non sa cosa fare. Eppure nessuno di loro sembra interessarsene, hanno tutti problemi molto più impellenti e importanti di un bambino in arrivo. Anche loro sono giovani e si aggrappano a una chitarra elettrica (Cosimo), a una spada da scherma (Filippo) o a una bottiglia di gin (Tonio...

  • Autore: Maria Sole Bramanti
    Lun, 18/02/2019 - 09:30

    Dove si nasconde il dolore. “Vuoto per i Bastardi di Pizzofalcone” di Maurizio De GiovanniLeggere De Giovanni è un po’ come tornare a casa. E anche con Vuoto per i Bastardi di Pizzofalcone (Einaudi) la sensazione è la stessa.

    Il vuoto c’è nella vita di tutti, di notte, soprattutto, come dice l’autore stesso…

    «Il problema del vuoto, sapete, è nelle cose che ci sono dentro. Sì, perché il vuoto non è mai completamente vuoto, altrimenti non ci sarebbe niente da guardare da lontano… e invece il dolore c’è, eccome se c’è.»

     

    Lo stile di scrittura di questo autore è bello, poetico, come al solito; i suoi romanzi meritano di essere letti ad alta voce (se vi capita, partecipate alla presentazione di un suo libro, ne rimarrete incantati; qui, intanto, trovate una sua intervista), però devo ammettere che mi...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.