Corso SEC - Scrittura Editoria Coaching

Corso online di Editing

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso online di Scrittura Creativa

Note di prosa - 8

Di Anna Costalonga

"Un'Epistola" di Henrik Ibsen

E voi mi chiedete, caro, perché così sia?
Non avete compreso che qualche cosa stava per avvenire?
Non avete compreso che un'epoca finiva,
e che con quest'epoca se ne andavano la tranquillità e la speranza?
La causa? Oh! Essa non appare ancora in piena luce,
ma udite tuttavia la piccola verità che su queste cose conosco:
una notte mi son trovato solo, qui, a poppa.
Quella notte era calda, calma, seminata di stelle;
il vento, pieno di squisite carezze,
aveva tagliate le sue ali.
Tutti i viaggiatori, io eccettuato, erano andati a coricarsi;
nelle cabine morivano le luci
e un calore soffocante regnava, snervando
i viaggiatori esausti di fatica.
Il loro sonno era agitato. Io li vedevo nettamente
per le finestrine socchiuse:
un uomo di stato, dalle labbra convulse,
abbozzava un sorriso che finiva in smorfia,
un professore sapiente si contorceva febbrilmente,
come se litigasse con la propria coscienza;
un teologo si copriva la fronte col suo copripiedi,
quest'altro nascondeva la testa sotto l'origliere,
e qua e là alcuni artisti e alcuni scrittori, tormentati
da orribili sogni, si agitavano in una inquieta attesa.
Su tutte queste creature sonnolente, un calore
pesante e greve si propagava in una nuvola rossastra.
Distolsi gli occhi da quella visione penosa
e andai verso prora a respirare l'alito fresco della notte.
Guardavo verso oriente, dove già il pallore del giorno
incominciava a offuscare lo splendore delle stelle.
Allora alcune parole uscite dalle cabine, risuonarono al mio orecchio.
Esse mi colpirono mentre mi appoggiavo all'albero.
La voce che le pronunciava con forza
pareva uscire da un incubo e diceva:
Credo che portiamo un cadavere nella stiva.


[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=Xxjw6ZsHjNU?fs=1]

Edvard Grieg, Da "Peer Gynt", basato sull'omonima commedia di Henrik Ibsen, La Morte di Åse

Nessun voto finora
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.