Conoscere l'editing

Curiosità grammaticali

Interviste a scrittori

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Siamo tornati online: Sul Romanzo fra passato e futuro!

Sul+Romanzo_futuro.jpg

Di Morgan Palmas

Cominciano di nuovo le attività del blog dopo circa un mese di pausa e a partire da domani troverete post e iniziative. 
Oggi soltanto questo articolo, per spiegare ai lettori alcune faccende importanti.

Il passato e il presente

La redazione non solo si sta consolidando con progetti che conoscerete nei prossimi mesi, dimostrando ancora una volta, se si fosse dimenticato, che le idee collettive hanno la capacità di unire con senso pragmatico forze e ideali. Il gruppo che si è venuto a creare attorno a Sul Romanzo va ben oltre la redazione, tanti lettori ci hanno scritto ringraziandoci e stimolandoci a continuare su questa strada. Si sono create amicizie fra noi della redazione, nate nei mondi virtuali per giungere poi in qualche caso nella fisicità con occasioni d’incontro piacevoli; si sono altresì sviluppati rapporti amicali fra redattori e lettori.
Come si è detto più volte in passato, forse uno degli elementi che caratterizza il nostro blog è la trasversalità dei contenuti, in modo da soddisfare sia i più esigenti che i semplici curiosi. Ci sembra una ricchezza, non un fattore debole. Lasciamo con piacere ai letterati snob le confraternite fra eletti. A noi piacciono i corpi ibridi, le relazioni liquide, le commistioni fra i saperi.
È quasi un anno che il blog è collettivo (ottobre 2009), numerosi i percorsi positivi, come gli errori, per esempio alcune rubriche o iniziative si sono arenate, non è un problema, normale che all’interno di una redazione formata da decine di persone possano svilupparsi contrasti o semplicemente emergere vicoli ciechi non apprezzati. Scelte.

Collaborazioni e futuro

Scelte tuttavia che hanno permesso collaborazioni proficue dal punto di vista culturale, abbiamo partecipato pochi mesi fa al Piccolo Festival di Letteratura di Bassano Del Grappa (VI) e fra pochi giorni saremo presenti al Festivaletteratura di Mantova per raccontarvi da vicino le nostre impressioni giorno per giorno. Inoltre, qui nel vicentino, dal mese di ottobre, Sul Romanzo entra nel territorio, uscendo così ancora dalla virtualità, per organizzare conferenze serali, i filoni saranno due: la letteratura veneta e il green style (dalle energie rinnovabili alla mobilità sostenibile).
Alcune iniziative stanno facendo il loro corso, ci sono in tutta Italia gruppi di persone alle prese con il loro romanzo e il blog compartecipa all’organizzazione di un concorso letterario dedicato ai senza fissa dimora.
Ora cercheremo di sprovincializzarci sempre più, c’è stato qualche timido passo, intervistando un paio di lit blog internazionali (1-2) o fornendo a volte notizie editoriali statunitensi, inglesi e francesi. Vi parleremo anche di quanto bolle in pentola in Germania, in Irlanda o in Portogallo, rendendo così la redazione aperta a prospettive più ampie rispetto al territorio italico, convinti che conoscere quanto accade al di là delle Alpi possa migliorare le nostre discussioni e il nostro essere cittadini europei. 
Non solo, anche al di là del Mediterraneo vi sono letterature stimolanti, antiche e preziose nel presente. Il nord Africa lo si ritiene spesso un territorio di seconda categoria in quanto a letteratura, vorremmo provare a dimostrare che non è così. Non possiamo fare questo in poche settimane, servono mesi per conquistare la fiducia di un collaboratore, in sostanza, vado dicendo che quanto vi sto presentando troverà voce nel blog con passi sicuri ma strutturati con calma. Anzi invito chi ci legge a proporsi come collaboratore se pensa di avere una voce in capitolo, se appassionato di letteratura di qualche paese africano, ma nessuna centralità, perché non parlare dell’editoria cinese o di quella cilena?

Prospettive dall’alto e necessità dal basso

La visione che, per quanto mi concerne, nutro verso il progetto Sul Romanzo è di continuare a generare scintille culturali, persuaso da anni che la letteratura possa influire sulla società, possa arricchire il contesto di vita delle persone, nella sua quotidiana esistenza, certo, ma anche nelle dimensioni più intime e profonde, a monte, non solo sulla foce.
Purtroppo o per fortuna emerge con più insistenza la necessità di avere somme di denaro per migliorare e strutturare il progetto. Perché? Perché se si volesse rendere cartacea la webzine servono soldi; perché se si volesse fare diventare il blog una vera testata giornalistica servono soldi; perché se si volesse abbandonare la piattaforma gratuita di Blogger per avere un proprio dominio servono soldi; perché se si volesse riconoscere economicamente l’impegno dei collaboratori servono soldi; si potrebbe continuare con gli esempi.
A quali soluzioni ho quindi pensato, dato che, seguendo l’entusiasmo e non certo una malinconica prudenza, c’è il desiderio di provare a inseguire tali obiettivi?

Tre soluzioni.

La prima corrisponde all’avvio di una piccola attività imprenditoriale nell’ambito dell’editoria che possa, da un lato, produrre opportunità lavorative, dall’altro lato, finanziare l’intero progetto Sul Romanzo. Ne parlerò nelle prossime settimane con più precisione.
La seconda è vendere spazi pubblicitari nel blog e nella webzine grazie a banner e prezzi da concordare, per questa opzione scrivete a sulromanzo@libero.it. Gli utenti sono perlopiù persone interessate al mondo della letteratura, della scrittura e dell’editoria.
La terza è chiedere ai sostenitori/lettori di contribuire con concretezza al progetto. Potrà sembrare forse poco nobile nel mondo dei blog una richiesta simile, a me sembra umile e schietta, senza giri di parole. Tutto è nato con un blog, ciononostante non vogliamo isolarci su tale strumento, altrimenti non avrei scritto quanto sopra raccontato e non avremmo avviato le varie iniziative che avete scoperto nei mesi scorsi e che abbiamo intenzione di continuare in futuro. 

Se dovessimo scegliere fra 1000 euro di una sola persona e 10 euro di cento persone, non c’è dubbio, meglio la seconda ipotesi. Significherebbe che cento persone hanno deciso di sostenerci, che apprezzano quanto proponiamo, convinti che accanto agli ideali, vi sono altresì costi e riconoscimenti da fornire ai collaboratori. Non penso di dover ricordare – forse avete letto un mio post mesi fa – che sono un trentatreenne che lavora da anni con contratti precari, non ho risparmi che mi permettano di investire capitali nel progetto Sul Romanzo. Mi piacerebbe andare in una banca a chiedere un prestito di dieci o ventimila euro perché credo nel progetto, sempre più, ma noi precari siamo cloache economiche per gli istituti bancari, gente di cui non fidarsi. Inutili discorsi ulteriori, è la semplice e cruda realtà. 
Perciò, senza guizzi, faremo un passo alla volta, sperando nella prima soluzione della piccola attività imprenditoriale, ma anche nella seconda e nel vostro sostegno partecipato. Se vi interessa la questione, troverete le informazioni nella sezione “Sostienici”.

Speranza giovanile e saggezza dell’età matura

Vi sono due categorie che negli ultimi anni non hanno ricevuto l’attenzione necessaria nella società italiana, se non spesso a parole più che nei fatti, e sulle quali - giovani e anziani - noi crediamo si giochi il futuro del nostro paese. Come una goccia di un oceano, Sul Romanzo vuole fare la sua parte, dedicando loro iniziative e spazi.
Nei prossimi mesi lanceremo due idee che cercheranno di promuovere le discussioni su tali temi, sperando di incontrare il vostro apprezzamento.

Credenti e non credenti

Un muro in Italia fra i due mondi, sempre più. Proveremo a costruire ponti, convinti che solo nell’incontro vi possa essere un’evoluzione costruttiva e non la solita guerra dialettica che non serve a nessuno. Anche in questo caso alcune idee in stato avanzato di realizzazione.

Web 2.0

E ora, dopo questo lungo post, ma era importante dire alcune cose, vogliamo che tutti voi, se volete, possiate sentirvi partecipi al progetto, anche se non siete collaboratori. Se avete una proposta o una critica, scriveteci, leggeremo con responsabile piacere ogni vostra comunicazione. Migliaia di persone ogni settimana nel blog non sono una casualità e abbiamo l’intenzione di continuare a conquistare la vostra stima.

A domani e grazie per il vostro sostegno, a nome dell’intera redazione.
Nessun voto finora

Commenti

ciao Morgan, credo nella mia ignoranza che questo sia uno dei blog più belli che riesco a seguire, dunque ti faccio per prima i miei complimenti. La mia avventura di scrittrice è nata da poco anche se mi sta dando davvero grandi soddisfazioni. Ti ho conosciuto quando avevi quasi finito il tuo corso di scrittura in 100 giorni e mi domandavo come cavolo facevi a scrivere sempre così tanto, ad essere sempre così presente con così tanti articoli. Ok magari non sei sposato e non hai figli, in ogni caso mi hai sempre un pò supito, effettivamente la scrittura ce l'hai nell'anima, se non non saresti qui a leggere e a rispondere a ogni piccola o grande cosa che scriviamo.
Ed eccoci ora al punto di svolta che prima o poi doveva pur arrivare. Le tue proposte sono interessanti e credo che si possano fare tutte e tre insieme, anzi credo che sia la cosa migliore da fare anche se non ho ancora ben capito in che cosa possa consistere la tua attività imprenditoriale. La pubblicità lo sappiamo tutti paga, e visto che non si vive solo di sogni ma anche di realtà, dobbiamo farla entrare nel progetto. Per quanto riguarda i nostri soldi, ognuno più o meno se vorrà potrà collaborare finanziariamente. Non sei l'unico che chiede una collaborazione finanziaria ed anche questo tutti noi lo sappiamo. Incomincerò anche io nel mio piccolo a dare qualcosa, e spero tanto che anche molti altri cominceranno a credere nel tuo progetto. Tanti granelli di sabbia fanno un deserto...
un abbraccio a tutti quelli che provano a realizzare i loro sogni
Roberta

ciao, contento delle novità. Sono un docente di letteratura tedesca in un liceo linguistico, la novità di sprovincializzazione accoglie il mio favore, rarissimi i canali attivi italiani che scrutino oltre le Alpi, se non riviste di settore. I blog letterari, più divulgativi, dovrebbero riempire i vuoti in tal senso.
Seguo sul romanzo dalla fine dell'anno scorso, leggo ogni settimana i vostri articoli, in particolar modo le recensioni.
Vi faccio i miei complimenti. E voglio sostenervi, il discorso sui costi eccetera che fai non fa una piega. Domani mattina invierò un mio contributo. Saluti a tutti.
Giorgio

Il tuo (vostro) impegno è un grande esempio.

@Roberta: grazie.
@Giorgio: grazie.
@Chindogu: grazie, facciamo il possibile :)

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.