Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

I lit blog più importanti del mondo: The Literary Saloon

Sul+Romanzo_The+Literary+Saloon.gif

Di Morgan Palmas

Michael Orthofer è il caporedattore di Complete Review e del suo Literary Saloon, uno dei luoghi virtuali letterari più stimati del mondo.

Quando è nato The Literary Saloon e chi è stato il fondatore?

The Complete Review è stato creato nel 1999 come un sito di recensioni, ma dopo qualche tempo è diventato chiaro che oltre le recensioni desideravo un forum per discutere e citare notizie riguardanti il mondo dei libri su fondamenta più solide, così nell’agosto del 2002 ho aggiunto il blog The Literary Saloon al sito.

Quanti sono i redattori oggi, se si escludono i contributi occasionali?

Attualmente sono il responsabile per tutti i contenuti, trovo che sia troppo complesso provare a integrare il progetto con altri interventi.

Da che cosa è scaturita l’idea del blog?

Volevo essere in grado di commentare ogni giorno le notizie letterarie, e permettere ai lettori di divenire consapevoli di altre notizie sulla letteratura. Ed è stata un’opportunità unica per me di tenere traccia di quanto stava accadendo, per esempio quali libri stavano per essere pubblicati o chi vinceva i premi letterari, ecc.

Quali sono gli obiettivi?

Non vi sono particolari obiettivi, se non fornire notizie letterarie internazionali che mi sembrino interessanti.

Crede che i blog letterari siano semplice condivisione culturale oppure possano anche avere altre funzioni?

Mi piace il fatto che vi siano numerosi lit blog e con caratteristiche diverse: alcuni che linkano notizie letterarie, altri che si occupano di recensioni o che si presentano come diari di lettura, altri ancora che discutono questioni teoriche di grande respiro. Tutti perseguono scopi utili.

E pensa più a isole lontane fra loro o a contenitori che si integrano e si scrutano con piacere, stimolandosi a vicenda?

Penso che esistano tantissime occasioni di scambio fra i lit blog, e penso che la maggior parte dei blogger seguano un discreto numero di attività dei colleghi, e spesso rispondono a loro o ne traggono ispirazione in un modo o in un altro. Non saprei se ciò stimoli i blogger a fare meglio, ma sono certo che li porti a pensare ad altre questioni, rendendoli consapevoli di nuovi libri o autori. Sono sicuro che questo è vero nel mio caso.

Gli addetti ai lavori (case editrici, scrittori, agenti letterari, critici, ecc) si sono riversati in massa nei mondi virtuali, incluse le piazze dei social network, uno fra tutti Facebook, qual è la sua opinione in merito? La letteratura ha beneficiato di questa democratizzazione dei contenuti e delle comunicazioni?

Assolutamente sì, anche se il più importante cambiamento non riguarda la capacità di utilizzare i mondi virtuali da parte degli addetti ai lavori, quanto invece il ruolo dei lettori. Sono questi ultimi voci fondamentali, difficili da trovare prima, o almeno se si considera tale punto di vista. Facilitare la ricerca di informazioni su libri o autori (e ciò che la gente pensa a riguardo) ha rappresentato un giro di boa impressionante, al pari del fatto che i lettori non hanno più la necessità di dipendere da quanto le case editrici, i giornali o le riviste di critica letteraria presentano, ma possono ora imparare da quanto altri lettori pensano su un determinato argomento.

Quali sono i blog letterari che segue con più interesse?

Troppi per contarli o citarli. È splendido quanti ve ne siano là fuori, e quanti donino preziose informazioni riguardo specifici temi, come un libro o uno scrittore. Fornisco un link dove potere trovare una lista di blog che considero con regolarità, alla ricerca di notizie letterarie: 

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.