Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

“Giardini di loto” di Andrea Melone – GFL Step 4

Sul+Romanzo_Giardini+di+loto_Andrea+Melo

Di Morgan Palmas

Chiusura del GFL e breve riflessione

“Eccolo il loto dei giardini: un fondo di sacco, quindici o venti funghi in tutto, estratti dalla terra fino alla radice, dentro una vallata tra due alture che un tempo erano state colline, in un campo stinto, senza vento.
«Crescono solo in questo campo nell’isola, in nessun altro luogo».
Le donne carezzavano l’erba fino alle radici degli alberi. Ingrid camminava distante: correva, si fermava e si accovacciava come se pisciasse, poi correva di nuovo irrequieta come una puledra.
Erano le cinque quando rientrarono. Posarono sul tavolo i funghi accanto alle bacche. Le ragazze andarono a lavarsi al ruscello. Raffaele si sedette sulla sedia a dondolo, Edvard e Gustav sul divanetto accanto al tavolino. Cominciarono un gioco con i dadi”.

Un ultimo invito alla lettura di “Giardini di loto” di Andrea Melone (ediz. Gaffi), un romanzo che come ho scritto altre volte mi ha coinvolto. Non è facile trovare nella narrativa contemporanea penne così delicate e intense.

L’esperienza del Grande Fratello Letterario chiude i battenti, per i motivi spiegati la scorsa volta. Verranno altre iniziative, ammettere che alcune siano seguite e altre meno credo che sia un gesto di onestà intellettuale. Mi preme molto sottolineare questo perché in un’epoca in cui tutto deve essere per forza figo e di successo, un fallimento è in genere percepito come qualcosa da evitare e di sicuro non da discutere in piazza. Penso invece che proprio dai fallimenti – nulla di nuovo – si possa considerare un lento e deciso affinamento del percorso, nella direzione forse più congeniale.
Piace a qualcuno esibire sempre primati e successi e bellezza e conquiste e dati, bontà sua, inequivocabili, a noi di Sul Romanzo, con il nostro piccolo e insignificante blog, piace essere più onesti e condividere con voi lettori le iniziative buone e quelle meno buone, dichiarandolo.

Le adulazioni ottenute da una finta ostentazione di perfezione sono come le impronte lasciate sulla battigia, ineludibilmente passeggere. Si coltiva la temporaneità credendola la madre di soddisfazioni che scorrono una dopo l’altra, magari intense, eppure così caduche.
Meglio passi titubanti e integri che una cisterna ricolma di parole di marketing la cui unica voce giunge artefatta, con la conseguenza che così come si conquista il successo in fretta si cadrà poi con altrettanta forza.

Nessun voto finora

Commenti

ciao Morgan, le tue motivazioni sulla chiusura del GFL non fanno una piega. Io credo di essere stato tra quelli partiti con entusiasmo e che poi si sono persi lungo il percorso. Mi spiace non essere riuscito a seguire l'impegno preso con regolarità. Comunque le letture condivise di "Il giorno prima della felicità" e, sopratutto, di "Pozzoromolo" sono state per me una bella esperienza

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.