In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso online di Scrittura Creativa

Corso online di Editing

Corso SEC - Scrittura Editoria Coaching

A scuola di paura: una partecipazione impegnata per pochi intellettuali...

Sul+Romanzo_paura.jpg

Di Morgan Palmas (portavoce occasionale dei prof. Ruele e Verziaggi)

Il 20 giugno 2010 Sul Romanzo uscirà dal mondo online per cimentarsi in una collaborazione con il Piccolo Festival della Letteratura di Bassano del Grappa (VI). Durante il pomeriggio proveremo a ragionare assieme su due tematiche decisamente ampie, ossia il male e la paura, all’interno dei romanzi di XY e ZW (presto saranno rivelati…). 

Per festeggiare degnamente l’evento, abbiamo pensato di lanciare un’iniziativa: la scuola di paura
Attraverso un impegno minimo e, si spera, parecchio divertimento, arriveremo a riflettere sulle tematiche proposte in anticipo rispetto al Festival, in modo da trovarci preparati. Naturalmente, per chi non potrà esserci (ahimè!), si tratta di un’occasione alternativa di confronto.

Le regole sono molto semplici:

a) entro martedì 8 giugno, dare la propria adesione; verranno formate delle classi di lavoro;
b) a partire dall’8 giugno, partecipare alle attività (le “lezioni”) proposte, che prevedono qualche breve esercizio, oppure una spremuta di meningi;
c) gli insegnanti, Michele Ruele e Stefano Verziaggi, non insegneranno un bel niente, ma proporranno le attività e terranno le fila della faccenda, assegnando le presenze;
d) il bidello Morgan provvederà a tenere pulito l’ambiente online.

Chi ci sta?
Nessun voto finora
Tag:

Commenti

Vabbé, proviamo questa ebrezza..
Angelica Gherardi

Io ci sono, visto che sono l'insegnante, però voglio fare anche l'alunno. stefano

il bidello c'è, già all'opera.

post off-topic: qualcuno conosce faligi editore? mi è arrivata una mail con annesso annuncio di lavoro di questa casa editrice che cerca traduttori, ma dopo aver chiamato ho scoperto che in realtà vogliono propinare corsi a pagamento...ma vi sembra una cosa normale, e soprattutto è legale fare una cosa del genere? questo è un mondo marcio davvero...

se qualcuno volesse darmi lumi in merito ne sarei grata...

Non mi prendo nessun altro impegno, per il momento, perchè è un periodo di estrema stanchezza fisica, per me. Non è detto, però, che io non faccia un salto a Pordenone. Mi piacerebbe proprio. Vedrò più avanti come sto di salute.
E sempre un grazie grandissimo Morgan, per il tuo impegno. Senza dubbio contribuisci a farci pensare.

Milvia

io ci sono.
Luisa

eccomi! Chiara Martinelli

Anche io sono dei vostri, buona domenica
Manuel

Ok Ci sto. Che si deve fare?

come Patrizia Rocchi chiedo:
Cosa devo fare?
Pacifico che ci sto
Mariella Ricciardi

@Hobina: beh 3 e dico ben TRE ore di corso (il cui programma è fondamentale per la vita di un traduttore) ne fanno davvero un soggetto di rilievo.

Va bene, ci sto, tra una relazione finale e l'altra vediamo di metterci anche questo :-)
Virtualmente, perchè arrivare lì è dura :-)

Ci sto!!! non vedo l'ora di cominciare e sperimentare questa nuova avventura...piccoli passi verso la paura;-)
Silva Gentilini

pronti che domani arriva la prima lezione :)

ok. ci sto pure io.
giorgia

Presente.

Dopo aver avuto a lungo paura di andare a scuola, finalmente andrò a scuola di paura! Ci sono, tremante e impallidito.

Mattia

Io ci sono, spero non in ritardo!

Il primo libro italiano di carta con integrazione AR Realtà Aumentata - Augmented Reality è staompresentato sabato 10 luglio nella città di Aosta.

Ofelia di Cristina Betti

Il libro Ofelia segna il debutto della scrittrice Cristina Betti nella città di Aosta.
Il libro è stato presentato con successo al Salone internazionale del Libro di Torino, la novità consiste nell’utilizzo di una nuova tecnologia che integra il libro di carta con AR Realtà aumentata - Augmented reality (elementi virtuali e multimediali).
Questa nuova tecnologia è oggi utilizzata per la comunicazione da aziende di eccellenza nel mondo (in Italia il gruppo dell’Espresso e all’estero grandi case come Toyota e Nissan).
La realtà aumentata è il futuro della comunicazione e dell’editoria mondiale, poiché essa permette contenuti aggiuntivi al libro stesso (un’intervista con l’autore, un book trailer, o nel caso di letteratura per l’infanzia personaggi che si animano e diventano tridimensionali, o ancora nel caso di editoria divulgativa per l’apprendimento un esempio potrebbe essere scienze della terra, la terra che vista in tridimensionale con le stratificazioni).
Oggi, l’utilizzo della realtà aumenta è svolto attraverso una connessione internet collegandosi al sito www.faligi.eu/ar, ponendo il libro di fronte alla webcam è possibile vedere e ascoltare il contenuto aggiuntivo.

Ofelia.
Ofelia è presentata al lettore sin dal primo suo vagito. L'autrice permetterà al lettore di vederla crescere, maturare, divenire adolescente e poi donna, negli anni che vanno dall'immediato dopo guerra in avanti, snodandosi nel tempo del risveglio dalla guerra, la ripresa economica, il benessere ed il boom economico che contribuì a modificare definitivamente le abitudini dell'uomo, per introdurlo alla modernità. Ofelia è un'opera che racconta in chiave di romanzo le vicende di personaggi dettati dalla fantasia dell'autrice ma posti in tempi vissuti realmente dagli italiani. L'incipit è un fatto storico che presenta alcune lacune riempite con pura fantasia da Cristina per il gusto di legarci una storia attorno che troverà la sua coda sino in tempi moderni. Il romanzo si suddivide poi seguendo le stagioni della piccola Ofelia attorno alla quale si dipanano personaggi con le loro piccole o grandi storie da narrare che ne delineano non solo i loro tratti, ma i tratti degli italiani provati da una guerra e carichi di voglia per cominciare una nuova era. Un romanzo che tocca temi come l'aborto, il divorzio, l'emancipazione femminile e l'innato femminismo delle donne, non quello dettato dagli ideali, ma dai sentimenti.

Cristina Betti.
Cristina Betti nasce a Firenze il 27 Agosto 1978 e poco dopo prende libri, carta e penna in mano battezzandoli come fedeli compagni di vita.
Si diplomerà infatti all'Istituto Tecnico Agrario di Firenze nel luglio del 1998, prenderà le redini del vivaio di famiglia, sognando un futuro verde di piante e bianco di libri ma, il suo vecchio sogno di vivere in montagna cresce col crescere degli anni, divenne sempre più dirompente.
Nel Febbraio del 2000 prende una valigia con qualche vestito, qualche libro e si trasferisce in un Valle D'Aosta, mettendo radici sul territorio valdostano condividendo la sua vita con Roberto e mettendo al mondo Gabriel.
Cristina ama la montagna nei panni di una pigrona ben lontana dallo sport, il loro è un amore che nasce dal cuore e si scambia con il contatto.
Cristina rispetta la montagna e non si misura con lei, semplicemente la vive e la respira, e sarebbe difficile ottenere una risposta alla domanda sul come mai ha scelto di lasciare la sua Firenze, il suo vivaio, le sue radici, ma soprattutto i suoi amatissimi genitori per vivere in Valle D'Aosta.

«Mi sono sempre immaginata in una casettina circondata dal verde a scrivere, scrivere e scrivere.». Ha sempre detto della sua partenza.

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.