Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

14 scrittori famosi e le loro ultime parole

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Danila Comastri Montanari

Sul+Romanzo_Danila+Comastri+Montanari.jp

Di Morgan Palmas

Buongiorno, vorrei iniziare chiedendole a quale età si è avvicinata alla scrittura e se è stato o meno un caso fortuito.

Sui quarant’anni, prima non avevo mai scritto una sola riga, nemmeno un piccolissimo diario nell’adolescenza. Poi mi sono trovata in casa mentre mia figlia bambina giocava in cortile con i suoi amici, senza potermi allontanare troppo: quale occasione migliore per provare a fare la scrittrice? Un po’ di fortuna e via!

Ha un metodo rigido da rispettare o attende nel caos della vita un’ispirazione?

Sono la persona meno metodica del mondo: scrivo quando ne ho voglia e quando non ho altre cose interessanti da fare.

Di che cosa non può fare a meno mentre si accinge alla scrittura?

Delle sigarette, come in ogni altra occasione della vita.

Wilde si inchinò di fronte alla tomba di Keats a Roma, Marinetti desiderava “sputare” sull’altare dell’arte, qual è il suo rapporto con i grandi scrittori del passato? È cambiata nel tempo tale relazione?

Il mio rapporto è con i libri, più che con gli scrittori (anche se tra in mezzo a loro ho molti cari amici). I libri o mi piacciono o non mi piacciono e, se non mi piacciono, non vado avanti: però sono abbastanza tollerante, infatti in tutta la mia vita ho scaraventato un solo romanzo da una finestra che dava su un cortile disabitato, ma non chiedetemi quale. Poco mi riguarda invece chi ha scritto i libri e perché. Non mi importa che sia antico o moderno, maschio o femmina, nero o bianco, etero o gay, ateo o credente, di destra o di sinistra, famoso o sconosciuto; non mi importa di sapere quali premi gli siano stati attribuiti, quale sia la sua reputazione nel panorama letterario, come viva o che cosa pensi. È il libro a parlare per il suo autore. E spesso parla chiaro anche a distanza di secoli.

L’avvento delle nuove tecnologie ha mutato i vecchi schemi di confronto fra centro e periferia, nonostante ciò esistono ancora luoghi italiani dove la letteratura e gli scrittori si concentrano?

In grazie ai Numi oggi si concentrano su internet, e non soltanto gli italiani: che cosa può esserci di più bello che comunicare con chi si vuole, ovunque si trovi? Ci si confronta nello stesso modo a distanza di un isolato, oppure di un continente: perdonatemi quindi se non nutro soverchia nostalgia per le riunioni attorno al tavolinetto dell’osteriola…

Scrivere le ha migliorato o peggiorato il percorso di vita? In altre parole, crede che la letteratura le abbia fornito strumenti migliori per portare in atto i suoi desideri?

Senza dubbio! Innanzitutto mi ha permesso di ridurre il pendolarismo ai due metri che separano il mio letto dalla scrivania, poi mi ha dato l’opportunità di condividere il mio immaginario con decine di migliaia di lettori. Ambedue le cose mi rendono molto felice.
Nessun voto finora
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.