In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Lingua italiana: migliore, maggiore, meglio, pessimo, ecc – Consiglio 1

Sul+Romanzo+Blog+studenti.jpgDi Morgan Palmas

Inizia oggi una rubrica che considero importante. Prenderemo in considerazione elementi base della grammatica italiana, ricordando vecchie lezioni ascoltate a scuola. Ma non saranno lezioni fra dotti, preferirei chiamarli consigli.
In realtà, molte delle cose che inserirò nel blog non le considero banali o scontate, mi fa piacere condividere con voi ciò che riprendo in mano, alcune sembreranno ovvietà, altre magari le abbiamo relegate nell’oblio. Repetita iuvant sentenziavano i latini, appunto.

In quest’epoca di nn, xkè, un pò, TVTB e altre amenità simili, reputo fondamentale il ritorno alla grammatica italiana, sarebbe bello sentire da voi esperienze nelle quali vi siete fatti una risata sentendo qualcuno, un sorriso amaro forse.

Migliore, peggiore, maggiore, minore sono già comparativi di maggioranza.

Buono → Migliore
Cattivo → Peggiore
Grande → Maggiore
Piccolo → Minore

Eppure si sente qualcuno ancora dire: «Lui è il più migliore di tutti». Cose da brividi.

Stesso discorso per i superlativi assoluti ottimo, pessimo, massimo e minimo.

Buono → Ottimo
Cattivo → Pessimo
Grande → Massimo
Piccolo → Minimo

C’è chi dice ottimissimo, molto pessimo, ma se sono già superlativi assoluti… brrr, brivido.

Ma il mio preferito è: «Luca è il peggio del gruppo», altro brrr.
Meglio e peggio sono avverbi comparativi di bene e male, perciò il superlativo relativo non è corretto con meglio e peggio, ma si dirà: «Luca è il peggiore del gruppo».

Alla prossima, mi sa che questa volta sono costretto a imparare davvero la lingua italiana. 

Nessun voto finora

Commenti

"Reputo fondamentale il ritorno alla grammatica italiana". Non devo aggiungere altro, il mio pensiero è tutto racchiuso in questa frase.

Io vivo in simbiosi con il mio manuale di grammatica, così scrivo molto più meglio assai. :P

libro di grammatica... vocabolario dei sinonimi e contrari..:-)
buona scrittura a tutti!
roberta

mi sembra interessante.
geraldine

Al mio paese si usa dire "più tanto"... :-)

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.