Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

14 scrittori famosi e le loro ultime parole

Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Scrivere un romanzo in 100 giorni - Lezione 98

Il finale del romanzo: è davvero possibile fornire qualche consiglio su tale tematica?.
Nel frattempo tornate alla lezione 50 e indagate se da quel momento in poi avete concepito alcune ipotesi per l’epilogo. Inoltre, come nel caso dell’incipit, fate riferimento ai vostri appunti.

Il lettore che cosa si aspetta una volta giunti all’ultima parola d’un romanzo? È probabile che vi sia un sospiro e che le immagini proseguano, o meglio, questo è auspicabile.

Ecco un finale pensato con profonda attenzione, considerate le storie narrate:

“Nuto s’era seduto sul muretto e mi guardò col suo occhio testardo. Scosse il capo. – No, Santa no, - disse, - non la trovano. Una donna come lei non si poteva coprirla di terra e lasciarla così. Faceva ancora gola a troppi. Ci pensò Baracca. Fece tagliare tanto sarmento nella vigna e la coprimmo fin che bastò. Poi ci versammo la benzina e demmo fuoco. A mezzogiorno era tutta cenere. L’altr’anno c’era ancora il segno, come il letto di un falò”.
[“La luna e i falò” di Cesare Pavese]

Stupire, rattristare, sconvolgere, emozionare, portare una morale o creare una suspense, un finale potrebbe assumere forme innumerevoli. Siate in sintonia con il vostro romanzo, chiudete gli occhi e riflettete sulla storia che avete narrato, quale epilogo merita?.
Questa è la domanda fondamentale.
Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (341 voti)
Tag:

Commenti

Su questo sto ancora ragionando. Il mio romanzo merita un bell'epilogo. Uno che stupisca, sconvolga, rattristi, emozioni. E anche molto di più :)

Oddio, la luna e i falò. Un romanzo come quello per me non merita neanche l'epilogo!

Ho scoperto questo sito solo pochi giorni fa.Non ho mai scritto niente. A scuola non ho mai scritto bene neanche un tema, a stento prendevo la sufficienza. A maggio di quest'anno ho cominciato a scrivere un romanzo, siamo al 30 novembre e l'ho terminato.Ho letto le tue lezioni, e ho scoperto che in un modo o nell'altro senza saperlo ho fatto più o meno quello che tu consigli. Certo adesso lo devo correggere, sicuramente dovrò eliminare qualcosa e aggiungere qualche dialogo che avevo rimandato. Rileggerò tutte le 100 lezioni e le applicherò al mio scritto.Ah ho scritto solo per divertimento. Grazie Morgan.

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.