Perché scrivere? Le ragioni di George Orwell

Hai perso la voglia di leggere? 7 modi per farla tornare

Continua a scendere il numero dei lettori – Dati Istat aggiornati

Intervista ad Andrea Tomat, Presidente del Comitato di Gestione

Scrivere un romanzo in 100 giorni - Lezione 83

È stata fatta molta strada dalla lezione 59, oggi, al pari di quella, avete bisogno di un nuovo confronto.
La persona alla quale avete dato le prime cartelle sarà la cartina di tornasole dell’impegno letterario fino a qui espresso. Chiedetegli/le di leggere quanto avete prodotto e di usare la severità. Voi avete la necessità di critiche forti, non di carezze.
Dovreste dire alla persona le seguenti parole: «Come l’altra volta, ti chiedo di leggere le mie cartelle, non mi interessa sapere se ti piacciano o meno, vorrei che tu evidenziassi i lati deboli, le parti che non hai gradito, insomma le cose negative, così che io possa lavorarci ulteriormente, dimmelo con sincerità».

Essere autoreferenziali nella scrittura evita il confronto, e in alcune fasi può essere vantaggioso o comodo, in realtà, ciò che vi serve è un giudizio ora, qualcuno con occhi diversi dai vostri che possa formulare una critica che vi sproni, vi aiuti a ricercare nuove soluzioni per il romanzo.
Non temete il confronto, potrebbe illuminarvi il percorso.

Ho sempre creduto che l’umiltà nella scrittura sia un’ottima virtù, al contrario di sentirsi dei geni inespressi o simili immagini che bloccano la fluidità della creazione artistica.
Quando avrete ricevuto le critiche e chiedete di farle in maniera cadenzata, per esempio ogni dieci cartelle, in modo che voi possiate tornarci subito, senza attendere troppo tempo, cercate di non sentirvi offesi, accettate le parole della persona che avete coinvolto come un vero soccorso. In alcuni casi può rivelarsi un dono prezioso.
Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (253 voti)
Tag:

Commenti

le parole di chi ci legge in anteprima sono molto preziose. una grande occasione di riflessione. io ne traggo grande beneficio.
e spesso noto che mi dicono le stesse cose che penso io. mi fanno notare gli stessi punti che io trovavo carenti e che magari non avevo ancora capito come affontare.

@Morena: dipende sempre da chi abbiamo vicino, magari lo stimiamo molto, ma ha difficoltà a essere schietto. Non ti è mai capitato?

no. mi è capitato, però, che le persone hanno per me un affetto tanto grande che 'credono' davvero che tutto ciò che scrivo sia buono.
questo sì.

perciò ho cercato conoscenze relativamente recenti per questo difficile lavoro. e per ora sta andando molto bene. le critiche sono state utilissime. anche quelle che all'inizio ho sottovalutato. le modifiche che ho fatto ora ricalcano le idee che mi sono state dette all'inizio. in pratica, sono arrivata a capire che gli appunti fatti erano 'buoni', anche se all'inizio non ne avevo capito in pieno il significato.
ma evidentemente ho continuato a pensarci... oppure, non avevo ancora elaborato tutto. e a volte, un 'esterno' vede meglio di noi. no, sempre vede meglio di noi.

Avrei voluto scoprire prima questo blog!! ti ho scritto anche su Facebook :)

Ps: Giuro di non aver letto questa lezione!!

ciao e buon lavoro a me :P

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.