Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Scrivere un romanzo in 100 giorni - Lezione 40

Che cosa ne pensate dei punti di domanda??? Mica sono esclamativi!!!
Sono potenti e delicate forme di enfasi, dosarle è sostanziale, renderle abbondanti in un testo è da scribacchini, non da scrittori; è da lettera adolescenziale, non modalità di chi desidera plasmare un romanzo.
E poi uno, due, tre, quanti? Devo dirlo? Uno è sufficiente, più che sufficiente. A volte anche uno è troppo, perché capita che si inseriscano domande retoriche ridondanti, perché farle se sono retoriche? Il lettore conosce già la risposta.

Non sto negando l’utilizzo della domanda retorica, non vorrei essere frainteso, ma concedetevi poca licenziosità, passare dalla bellezza della parola all’indecenza grossolana è facile, molto più facile di quanto si potrebbe pensare.
Rileggete quanto avete scritto, osservate in particolare i punti di domanda ed esclamativi. Sono necessari tutti?
Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (518 voti)
Tag:

Commenti

interessantissima questione.

all'inizio usavo punti esclamativi in abbondanza. me ne sono accorta da sola rileggendomi dopo qualche tempo.
anche nella scrittura del mio Orfana di mia figlia ne usai parecchi. Ho sempre pensato che fosse dovuto al mio stato di choc durato alcuni mesi e di cui mi sono resa conto bene solo in seguito.
ora non uso quasi mai il punto esclamativo. solo se il personaggio si soprende di una cosa, mi pare.
in quanto al punto interrogativo devo verificare. non lo so proprio se lo uso molto.
e farò delle domande retoriche?
mah.

@Morena: lo penso da tanto tempo, le cose che sembrano più semplici nascondono le maggiori difficoltà.

Salve Morgan, sono approdato, con un anno di ritardo alla tua opera e colgo l'occasione per complimentarmi con te per la chiarezza e l'entusiasmo che s'irradia dal testo delle tue lezioni. Quando ho scoperto questo blog avevo già scritto la metà del mio romanzo. Però mi fa piacere revisionarlo alla luce delle tue lezioni. Per tornare al tema di questa lezione ti chiedo : in esclamazioni interrogative del tipo <???> è corretto l'uso combinato del punto esclamativo con quello interrogativo? E se si; quale segno è più corretto mettere prima.

Scusa se intervengo io.
1) se metti una frase tra i due segni di > e di < (il cui ordine qui io ho capovolto apposta), il Pc legge la frase all'interno come un'istruzione (che deve eseguire ma non deve far comparire).
2) L'ultima tua frase andrebbe riscritta, più correttamente, in questo modo: "E, se sì, quale segno è più corretto mettere prima?"
Visto che si sta parlando di punti interrogativi...

Ma avete capito?!??!?

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.