Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Scrivere un romanzo in 100 giorni - Lezione 39

Siete stati con la testa china a scrivere in questo periodo, oggi v’è la necessità di compiere un lavoro peculiare. Non importa quante cartelle avete fatto finora, stampatele, sì, avete capito bene, formate una copia cartacea della prima parte del romanzo. Trovate il tempo per farlo, è importante.
Per quale ragione? Dovete annusare la carta, dovete percepire che ciò che state facendo sta prendendo forma, immaginatevi con in mano l’intero romanzo, fantasticate su quanto ancora dovete scrivere, tutto questo con un ordine preciso che ora vi illustrerò.
Fra oggi e domenica ritagliatevi il tempo necessario per recarvi in uno dei luoghi che più amate vicino a casa, poco interessa se sarete costretti a farlo alle sei del mattino domenica, prima che tutti si sveglino. È fondamentale. Volete avere il vostro romanzo alla fine delle 100 lezioni?

Disciplinatevi.

Portate con voi il materiale stampato. Armatevi di penna o matita. Sedetevi comodi. Leggete a voce, non a mente. Sentite la musicalità delle parole; percepite i legami fra i periodi; le lezioni che avete letto finora le avete in testa, magari con qualche dubbio, non importa, finché leggete considerate quanto avete imparato e segnate le debolezze di conseguenza.

Vi sembra una cosa stupida da fare? No, fidatevi. È un’azione che vi porta in un ambiente differente, fuori dal vostro solito contesto di scrittura. Vi cambia il punto di vista. Gli occhi e la mente contemplano una prospettiva più distaccata. Sarete lucidi nel trattare quanto avete scritto.
Allorché avrete finito di leggere, fantasticate sull’evoluzione della storia, plasmatela con immagini mentali, fate parlare i personaggi, immergetevi nelle loro vicende.
Questa scampagnata sui generis avrà valore per il romanzo, ma soprattutto per voi, per continuare fiduciosi la sfida.
Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (534 voti)
Tag:

Commenti

oh yes.
feci in questo modo anche con l'altro mio libro. non è un romanzo ma è sempre un testo da verificare.
qui ci sono anche altre cose ma il modus operandi è simile.

cambiare il punto di vista è necessario.
ottima lezione. da seguire alla lettera.

@Morena: sì, il punto di vista è fondamentale, cambiarlo serve per avere occhi più lucidi.

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.