In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Scrivere un romanzo in 100 giorni - Lezione 13

Non mi stancherò mai di ripetere di essere vigili sulle raccomandazioni fatte nelle prime lezioni: rileggetele. La demotivazione è dietro l’angolo, se vi invade, non riuscirete mai a scrivere il vostro romanzo.
Un grande filosofo, Ludwig Wittgenstein, annotò: «Ovunque si dipartano strade sbagliate, dovrei quindi apporre dei cartelli che aiutino a superare i punti pericolosi». Avete ben piantato a terra i vostri cartelli?

I personaggi che state creando sono i nodi funzionali della narrazione, non vi può essere una storia senza personaggi, ecco la ragione per la quale caratterizzarli è di primaria importanza.
Un personaggio si sviluppa considerando quattro aspetti:

1- Elementi qualitativi
2- Azioni
3- Prospettiva
4- Linguaggio

Gli elementi qualitativi sono le fondamenta del personaggio: nome, età, sesso, caratteristiche fisiche, psicologia (morale, cultura, visioni di vita, comportamenti), impiego, abitudini, ecc.
Le azioni emergono a sostegno dell’evoluzione delle unità narrative; i personaggi interagiscono con le azioni: rivelano le loro psicologie e mettono in rapporto l’interiorità con l’esteriorità.
La prospettiva palesa invece l’originalità dell’autore perché i primi due aspetti – elementi qualitativi e azioni – possono essere organizzati e gestiti ed espressi con modalità innumerevoli.

Ad aiutare l’autore interviene anche e soprattutto il quarto elemento. Grazie al linguaggio si ha la possibilità di caratterizzare fortemente un personaggio: pensate al tono della voce, alla velocità e al ritmo, alla corretta pronuncia o meno delle parole, all’uso del dialetto o di una lingua straniera, alle imprecazioni o alle cortesie, ai tic linguistici, alle espressioni ripetute.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]


E la capacità peculiare dell’autore è amalgamare tutti gli elementi in un ritratto originale. Capite perché non si può pensare un personaggio di getto? Voi stessi siete costituiti di anni e anni di abitudini, se vi chiedessero di descrivervi in poche parole riuscireste a farlo senza organizzare un poco i pensieri? Lo stesso deve accadere ai vostri personaggi, dovete pensarli, metabolizzarli dentro di voi, immaginarli, appuntarne quanto più possibile gli aspetti di caratterizzazione.
Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (503 voti)
Tag:

Commenti

Piano piano, come già avevo scritto in precedenza, aumenterò il livello di difficoltà dei post. Finora abbiamo scherzato. :)

uhh... che paura...

ho una domanda (maddai):
non ho capito per nulla il punto tre. la prospettiva significa il modo con cui facciamo parlare, agire, raccontare il personaggio?
la voce narrante? o è altro?

La prospettiva è il modo in cui si decide di rivelare il personaggio a chi legge, quindi, traendo spunto dalla griglia ne formuliamo le modalità. Perciò tutto ciò che citi ben amalgamato. ;)

ah, ecco. avevo il sospetto che fosse una cosa difficile. e infatti :)

Eccomi Morgan in groppa alla volpe di fuoco-Firefox :)!Grazie del consiglio ora vedo i commenti-prima usavo l'explorer nuovo che andava peggio di quello vecchio-. Ora mi salvo la lezione, a presto :)

i tuoi consigli sono davvero utili... grazie a te sto iniziando il mio romanzo =) grazie mille

Grazie mille dei preziosi consigli ;)
Devo dire che mi succedono cose strane, mi sembra che le cartelle diminuiscano, forse mi confondo: col risultato che oggi dovrei iniziare pagina 7 e invece mi ritrovo a pagina 5. Fa nulla, oggi ho del tempo libero. E magari scriverò anche domenica, per recuperare. Il mistero delle cartelle di word scomparse... Il fatto è che non manca niente. La storia non manca di parti, è solo più corta di quello che pensavo. Ah, 'sti piccì...

Per scrivere ho comprato un quaderno piccolo, quante pagine devo scrivere al giorno? :) grazie mille :)

Se vuoi starci in 100 giorni dovrai scrivere sulle 1500 parole al giorno, quante pagine dipende da quanto scrivi grande.

Ci dici che non si può fare un personaggio di getto, ma ci hai fatto fare le schede personaggio di tutti in un giorno. Io infatti le ho lasciate mezze vuote e le sto compilando un po' per volta. Poi a furia di conoscere i personaggi li migliorerò al momento della revisione.

Confermo, la lezione sui personaggi non sono ancora riuscito a terminarla. Finora la più sfidante.

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.