Continua a scendere il numero dei lettori – Dati Istat aggiornati

Intervista ad Andrea Tomat, Presidente del Comitato di Gestione

Perché scrivere? Le ragioni di George Orwell

Hai perso la voglia di leggere? 7 modi per farla tornare

Scrivere un romanzo in 100 giorni - Lezione 12

Alcune notizie di contesto, prima della lezione sintetica di oggi.
Taluni mi hanno chiesto di posticipare le prossime lezioni a mercoledì, dopo il ponte festivo, mi sembra di buon senso, giacché non pochi profitteranno di questa pausa per rilassarsi dal lavoro. Appuntamento quindi a mercoledì 3 giugno per la lezione numero tredici.
Continuo ad avere problemi con il profilo Facebook: è stato disabilitato il mio account (il motivo non mi è dato di saperlo con precisione…), ho scritto loro di potere essere riammesso, ma ancora nessuna risposta. Qualcuno ha consigli?
[Aggiornamento: tutto risolto, sono nuovamente su Facebook sia con il profilo sia con il gruppo].
Mercoledì inauguro una nuova sezione del blog affinché l’esperienza diretta di chi è uno scrittore possa fornirvi altri strumenti utili: inserirò interviste che parlino del rapporto fra autore e scrittura. L’intervista sarà standard per tutti gli scrittori che ospiterò nel blog, in modo che ognuno possa fare confronti e riflettere sulle medesime questioni. Il primo scrittore che vi presenterò mercoledì sarà Remo Bassini.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]


Veniamo alla lezione che concerne un unico punto: l’emulazione di altri romanzi. Un tema dibattuto, ma reale. Se siete alla ricerca di un’idea, di una modalità di dialogo, di una descrizione particolare, nessuno vi priva di trarre spunto da uno scrittore che apprezzate. Aprire un libro che vi piace, scrutarne un aspetto con concentrazione e tentare di riportarlo all’interno del vostro romanzo, magari con modalità differenti, con fogge originali.
Emulare può essere stimolante, dipende sempre se si copia del tutto (sconsigliato, com’è ovvio) o se si tenta di riproporre con creatività ciò che attrae la vostra attenzione.


Provate a rileggere parti che vi sono piaciute, non vergognatevi di farvi ispirare da uno scrittore, qualcuno rimasto nella storia della letteratura lo praticava di continuo, con intelligenza, con delicatezza. Pensate a D’Annunzio o a Manzoni con i cugini francesi.
Appuntate, riflettete, relazionate quel che leggete alla vostra storia.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.8 (11 voti)

Commenti

benissimo. prendo nota di tutto.
al 3 allora :)

per facebook è successo tempo fa anche ad Evy che aveva migliaia di contatti e aveva mandato un video agli amici. è stata cancellata all'improvviso.
ha dovuto creare un account nuovo di zecca.
mi sa che dovrai fare la meme chose.

Usa questo messaggio per chiedere di riattivare, almeno lo si spera, il tuo profilo.

Dear Facebook,
you have blocked my account for a violation of your rules, indeed i have sent simply some messages to groups where i'm registered. I did not know that this was not allowed. The system, maybe, has wrongly registered a spam activity. I'm really sorry for this trouble, and i ask you kindly the reactivation of my account.
Thanks

nome e cognome,
email con cui sei registrato su FB

invia la mail a:
appeals+dim0oz2@facebook.com
disabled@facebook.com
warning@facebook.com

@Morena: stiamo a vedere con Facebook che cosa accade.
@Alex: ti ringrazio che ti sei fatto vivo qui nel blog, mi dispiace per la situazione facebook, anche perché, come nel tuo caso, coltivavo non pochi rapporti anche in privato con le persone sfruttando gli strumenti di FB appunto. Ho inviato la mail agli altri indirizzi che indichi, grazie. E a presto.

scusa l'intrusione, ma se il mio racconto fosse un flashback su tante persone, come posso concludere alla grande? esempio: maria si innamora del marito di elisabetta. io invece che ci faccio in mezzo al mio circo?

Non capisco che cosa ci azzecca questo commento con il post, comunque nessun problema, ti rispondo volentieri.
Impossibile essere univoci con la prima domanda che poni, stai parlando di un racconto (mi pare di capire dalle tue parole), il racconto non ha le strutture del romanzo. Più avanti, finita la sfida dell'estate, parleremo anche di un percorso per creare un racconto.
Se invece intendi all'interno d'un romanzo avresti diverse possibilità, ne lancio due, fra le molte:
1- un ulteriore flashback nel quale si scopre che uno dei personaggi ha avuto modo di conoscere le vite degli altri, cioè il flashback rivela che uno dei personaggi conosceva tutto, emerge "chi rivela" le storie.
2- nel presente due di loro si incontrano per un caffè e si raccontano, con diverse storie riportate attraverso associazioni, coincidenze e ricordi, la conoscenza che avevano di tutti i personaggi presenti (alcune conoscenze coincidevano senza che lo sapessero prima).

Lancio un'idea.
Sarebbe possibile creare una pagina, o un post apposito, in cui raccogliere domande interessanti?
e le relative tue risposte naturalmente.
Andando avanti chissà quanti dubbi emergeranno. Potrebbero essere interessanti anche per altri.

@Morena: questa sì che è una buona idea, davvero. Stasera ci penso e nei prossimi giorni inserisco qualcosa che possa avere una funzione simile. E brava la nostra Morena ;) Grazie.

Non sono registrata e inizio ora ...amo scrivere da sempre e nella mia vita mi sono resa conto di vivere troppo di fantasia....un romanzo misto tra autobiografico e fantasia??? che ne dici?

@anonimo: basta che non cadi nel self insert, secondo me.

Da quando seguo il corso (quattro giorni) ho scritto 6 pagine word piene prima mi ci voleva 2 settimane x lo stesso risultato... grazie per consigli prof.

Da quando seguo il corso (quattro giorni) ho scritto 6 pagine word piene prima mi ci voleva 2 settimane x lo stesso risultato... grazie per consigli prof.

E ora la trama regge molto di più (perché prima ho inviato due messaggi?)

sono come l'aria mossa dalle ali di un gabbiano...libera,fresca,leggera!...Sono come una foglia...cambio colore,dimensione...ho solo bisogno di staccarmi dal mio albero! sono un sorriso sul volto delle persone,un profumo sul mio abito preferito,si un profumo,quello che ne rimane...sono come un ricordo,come quello che sai di aver vissuto ma che non riesci a ricordare...sono tutto e non sono niente,sono solo uno incapace di essere...

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.