Come leggere un libro

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Il nichilismo dei personaggi

Non è facile descrivere le vicende di un personaggio nichilista, i tempi di Bazarov sono lontani oramai.

Come ti esprimi! Vedi cosa faccio: nella valigia è rimasto un posto vuoto e ci metto il fieno; è così anche nella valigia della nostra vita; bisogna riempirla di qualunque cosa, purché non ci resti un vuoto.
["Padri e figli" di Ivan Turgenev]

L’epoca contemporanea ha imposto schemi complessi, modalità più sottili, troppa presunzione vezzeggia molti. Dietro lo sviluppo del nichilismo, non v’è stato nella maggior parte dei casi un corrispettivo letterario, come se tale tematica fosse relegata alle massime nicciane o i movimenti russi dell’Ottocento. Una piccola minoranza di scrittori ha raccolto invece la pesante eredità, proponendo, rielaborando, trovando nuove vesti.
Mi piace ricordare un grande scrittore francese, ancora poco conosciuto.

«A che serve raccontarsi delle storie? Te l’ho già spiegato, Rico, io è come se fossi già morta. Tu, non so dove sei morto. Né quando. Ma so che sei come me. Ci trasciniamo con la nostra vecchia pelle. Non siamo nient’altro che un involucro vuoto».
["Il sole dei morenti" di Jean-Claude Izzo]

Se desiderate affrontare un personaggio nichilista inserito nella nostra società contemporanea, armatevi del bagaglio necessario teorico idoneo (almeno i riferimenti principali), affinché le fondamenta appaiano moderne, non stantie. C’è chi pensa che lo scrittore possa o debba disinteressarsi dell’evoluzione del pensiero, io non sono fra quelli. Credo invece che quanto più un autore stia al passo con i tempi da tale punto di vista, tanto più riesca a donare profondità alle sue narrazioni, anche se il romanzo sarà ambientato nel lontano passato.
Nessun voto finora
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.