Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Flashback e linearità narrativa

Recarsi da Venezia a Torino in auto, attraverso quale percorso? La maggior parte risponderebbe che l’autostrada rappresenta la scelta più veloce, più di buon senso, partendo dalle gondole con un unico obiettivo: la Mole Antonelliana. Chi andrebbe a Bologna per poi andare a Modena, Genova, Milano, Varese, di nuovo Milano e infine nel capoluogo Torinese?.

Nella scrittura accade spesso l’esatto contrario, ci si complica la vita, ci sono ritorni indietro nel tempo (flashback), non c’è linearità, la linea del tempo non è puntata per tutta la narrazione nel medesimo senso. O meglio, soltanto una mano esperta si può permettere risultati buoni facendo emergere le vicende senza che l’autore sia onnisciente.

Decidere da principio se si è onniscienti o meno è fondamentale. Sia chiaro, vi possono essere effetti letterari e tecniche virtuose di ibridazione, però non è da raccomandare ad un principiante.
Allorché cada la scelta sull’onniscienza dell’autore, avremo a disposizione la possibilità di creare attesa, coincidenze e sorprese in maniera consapevole. Pensiamo alle galline, girano di continuo la testa alla ricerca di chissà che cosa, un moto atavico di specie, così dobbiamo immaginare il lettore quando leggerà la vostra storia: mutamenti di prospettiva.
Nell’altro caso invece si pensi a un elefante che avanza calmo e con lo sguardo ben fisso davanti. I fatti emergono uno dopo l’altro senza ricordi, senza flashback, senza bruschi cambi di temporalità. Il lettore scopre tutto al medesimo momento dell’autore. Vi è coincidenza nella scoperta.

La tendenza della letteratura è verso la complessità, non la linearità, forse una conseguenza della società moderna, interconnessa con celerità in ogni sua parte. E forse il cinema (da sempre intrecciato nella sceneggiatura) ha influenzato la letteratura stessa.
Ne parleremo ancora di questo argomento, probabilmente uno dei più interessanti per la stesura d’un romanzo.
Nessun voto finora

Commenti

ah ecco....non avevo capito nulla. posso ancora recuperare

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.