Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Le ultime dal blog...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Ven, 22/11/2019 - 11:30

    Cronaca di un grande viaggio. “Rapsodia mediterranea” di Simone PerottiRapsodia mediterranea (Mondadori, 2019) è il personalissimo diario di viaggio con cui Simone Perotti, scrittore, giornalista e velista, ci racconta una straordinaria esperienza velistica durata complessivamente sei anni, dal 2013 al 2019, alla scoperta del mare Mediterraneo.

    Perotti, che una decina d’anni fa era stato protagonista di un fortunato “caso” editoriale con Adesso basta – Lasciare il lavoro e cambiare vita (Chiarelettere), un saggio sociologico – e insieme narrazione autobiografica – in cui ha raccontato la propria scelta di abbandonare una carriera di successo, da manager in una grande società di comunicazioni, per dedicarsi in modo professionale alle sue due grandi passioni, la vela e la scrittura, ha pubblicato in seguito numerosi libri, alternando saggi, raccolte di racconti e romanzi.

    È anche autore di un blog molto seguito e di trasmissioni televisive sul mare.

     

    ...
  • Autore: Marcella Rizzo
    Ven, 22/11/2019 - 11:30

    Alla ricerca del sentimento della lingua, con Luca Serianni e Giuseppe AntonelliIl sentimento della lingua di Luca Serianni e Giuseppe Antonelli (Il Mulino, 2019) ha la forma di una intervista – frutto di quattro lunghe e piacevoli chiacchierate – del linguista Giuseppe Antonelli a Luca Serianni, storico della lingua italiana, socio dell’Accademia della Crusca e dell’Accademia dei Lincei nonché vicepresidente della Società Dante Alighieri e autore di una delle più diffuse grammatiche scolastiche.

    Cosa significa innanzitutto «sentimento della lingua»? Ferdinand de Saussure, linguista e semiologo svizzero, uno dei fondatori della linguistica moderna e in particolare di quella branca conosciuta con il nome di strutturalismo, lo considerava la chiave del rapporto tra lingua individuale e regole della lingua come strumento sociale; quella sensibilità nei confronti della lingua nazionale che Serianni riconduce al concetto di «fedeltà linguistica».

    La lingua che usiamo rivela la nostra visione delle...

  • Autore: La Redazione
    Gio, 21/11/2019 - 13:30

    I 10 libri di narrativa italiana più venduti della settimanaVi presentiamo i 10 libri di narrativa italiana più venduti nella settimana dall’11 al 17 novembre 2019.

     

    La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.600 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale.

     

    Sul podio troviamo libri editi da E/O, Einaudi e Mondadori. Einaudi è la casa editrice più presente in Top10 con tre libri. Tutti gli altri editori hanno un solo romanzo in classifica.

     

    10. Mio fratello rincorre i dinosauri. Storia mia e di Giovanni che ha un cromosoma in più di Giacomo Mazzariol (Einaudi)

    ...

  • Autore: Michele Larotonda
    Gio, 21/11/2019 - 11:30

    Una piccola delusione. “Un dolore così dolce” di David NichollsIl 1997 è stato un anno molto particolare per il mondo, ma soprattutto per i sudditi di sua maestà Elisabetta II. È l’anno durante il quale in Gran Bretagna i New Labour di Tony Blair vincono le elezioni, inaugurando un nuovo percorso politico per gli inglesi. È l’anno in cui muore Lady Diana in un discutibile incidente stradale. È l’anno in cui gli Oasis conquistano il mondo con il loro immenso Be Here Now e, i Blur, con il loro album omonimo, sanciscono in qualche modo la morte del brit pop virando verso sonorità più indie.

    Charlie Lewis è il classico ragazzo inglese che nonostante abbia da poco terminato il suo percorso di studi e nonostante le novità che sta attraversando il suo paese, continua a vivere come se appartenesse alla generazione X tipica degli anni Novanta. Una generazione persa, disillusa, senza grandi prospettive. La sua carriera scolastica, seppur terminata con successo, è stata un’esperienza vissuta nell’anonimato e la sua vita familiare non è stata da meno con una madre scappata da casa e un padre inetto che cade...

  • Autore: Daniele Villata
    Gio, 21/11/2019 - 09:30

    Carlo Goldoni e il linguaggio per il teatroAutore prolifico e fine commediografo, Carlo Goldoni è sinonimo di “teatro”, di “commedia”, è l’aria nuova in quel teatro italiano che, a detta dello stesso Goldoni, a inizio Settecento non navigava in buone acque, e presentava, anzi, una situazione precaria se non disastrosa. Goldoni rivoluziona la commedia, in decadenza, e il teatro comico che, basandosi anche su canovacci classici latini e rinascimentali pur di tentare il rinnovamento, aveva invece solo allontanato ancor di più il pubblico. Nella visione goldoniana, la commedia non deve essere sempre e solo alla ricerca di un immediato successo seguendo i mutevoli gusti del pubblico, ma deve costruirsi lentamente, approfondire gli aspetti psicologici ed emozionali, conoscere le reazioni e le aspettative del pubblico, in un processo che, “illuministicamente”, rieduchi il pubblico.

    E in questa fase di riforma, oltre alla scelta degli attori, all’allestimento scenico, alla stesura del testo, fondamentale diviene il linguaggio con cui dar voce allo spettacolo. Per Goldoni è centrale il nodo della comunicazione...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Mer, 20/11/2019 - 13:30

    4 scrittori inglesi contro la Brexit. Nasce il “Friendship Tour”È partito da Milano, in occasione di Bookcity 2019, il “Friendship Tour”, organizzato da Ken Follet, che insieme ai colleghi Lee Child, Jojo Moyes e Kate Mosse ha deciso di recarsi in quattro grandi città europee – Milano, Madrid, Berlino e Parigi – per diffondere un messaggio diretto soprattutto ai loro lettori, ma più in generale anche a tutti gli abitanti degli altri Paesi: al di là del risultato del referendum che ha sancito la volontà di dare avvio alla Brexit, i quattro scrittori vogliono prima di tutto continuare a considerarsi cittadini europei, perché ritengono estremamente negativa la prospettiva di una Gran Bretagna scollegata dal resto dell’Europa, sia sul piano politico ed economico, sia, e forse soprattutto trattandosi di scrittori, dal punto di vista culturale...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.