Perché i nostri lettori sono da 110 e lode

pubblicità e advertising

servizi web

valutazione inediti

Le ultime dal blog...

  • Autore: Valentina Malcotti
    Mar, 27/01/2015 - 14:30

    PiemmeI numeri “personali” di Piemme sono da colosso, nonostante, come Sperling & Kupfer, faccia oggi parte del Gruppo Mondadori: casa editrice leader nell’editoria per ragazzi, ricopre anche un ruolo centrale nella narrativa per adulti.

    Partita dal Piemonte nel 1982 come specialista in temi religiosi, la Piemme ha poi virato verso l’infanzia, pur riservando ancora oggi al filone cristiano una parte rilevante del suo catalogo, allargandolo anche verso un pubblico laico. Il fattore determinante di questa colonizzazione è stato il contributo di Elisabetta Dami, figlia d’arte (suo padre Piero ha fondato la casa editrice per ragazzi Dami Editore), la quale arrivò alla Piemme accompagnata da un “topo”, frutto della sua immaginazione: Geronimo Stilton.

    Nato all’interno della casa editrice paterna, il cui catalogo italiano è stato assorbito da...

  • Autore: Jacopo Mariani
    Mar, 27/01/2015 - 11:30

    Stephen Collins, La gigantesca barba malvagiaQuando si vuole raccontare una storia come La gigantesca barba malvagia (edita da Bao Publishing), non si può usare solo la parola. Stephen Collins ci ricorda che la narrazione per immagini diventa potentissima quando si fa metafora, caricandosi di significato.

    Sentiamo sempre più spesso l'utilizzo del termine “graphic novel”, ma quasi sempre viene usato a sproposito. Siamo circondati da fumetti che si autocelebrano e tentano di arrivare laddove l'esordiente Collins è riuscito.

    Con la scelta di utilizzare soltanto il bianco e il nero che continuano a mischiarsi e sembrano lottare per tutta l'opera per sovrastare l'uno lo spazio dell'altro, l'artista crea già un conflitto che va oltre la storia raccontata.

    Leggendo le prime pagine sembra di entrare in una storia già nota: un mondo perfetto, abitato solo da individui glabri, in cui il nostro protagonista vive e che verrà sconvolto da un evento straordinario...

  • Autore: Alessandro Puglisi
    Mar, 27/01/2015 - 10:30

    UniversitàCome misurare la qualità di un’università? E quali sono le migliori università del mondo? Anno dopo anno, si susseguono le più svariate classifiche, in cui a farla da padrone sono sempre Regno Unito e U.S.A.; così come, anno dopo anno, andare a rintracciare in classifica gli atenei italiani è un’impresa titanica.

    Abbiamo parlato spesso di corsi di laurea e di sbocchi professionali. Adesso vogliamo riflettere sugli ultimi ranking delle università a livello mondiale, cercando di mettere in evidenza i criteri con cui vengono stilate queste classifiche e la distribuzione geografica delle più prestigiose istituzioni universitarie sulla Terra.

    Esistono numerose graduatorie, ciascuna con criteri di giudizio peculiari e un numero variabile di università considerate. Noi esamineremo le tre classifiche più note:

    ...
  • Autore: Morgan Palmas
    Mar, 27/01/2015 - 08:33

    Giornata della Memoria, 2015Celebrazioni come la Giornata della Memoria portano con sé una sfida e un rischio. La sfida della memoria che deve concretizzarsi in un processo che vada oltre la banalizzazione insita in tutte le celebrazioni più o meno ufficiali. Il rischio che la memoria si areni sullo scoglio dell’incomprensibilità di quanto accaduto e rinunci anche a conoscere. Questo sarebbe il vero scacco dell’Umanità, se, come sosteneva Primo Levi, «l'Olocausto è una pagina del libro dell'Umanità da cui non dovremo mai togliere il segnalibro della memoria».

    Ne abbiamo parlato con Massimo Giuliani, professore di Pensiero Ebraico e vice-presidente del corso di laurea in Filosofia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’università di Trento, oltre che membro dei comitati scientifici della Fondazione Maimonide (Milano) e della Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah (Ferrara), nonché autore,...

  • Autore: Elena Spadiliero
    Lun, 26/01/2015 - 14:30

    DublinoLe nostre cinque letture di oggi ci portano a Dublino, così da anticipare un futuro viaggio nella città natale degli scrittori James Joyce, Jonathan Swift (l'autore de I viaggi di Gulliver), Oscar Wilde, Samuel Beckett (solo per citarne alcuni), oltre che di musicisti (quali Bono degli U2 o Sinéad O'Connor) e attori (uno su tutti, Gabriel Byrne). In effetti, la capitale della Repubblica d'Irlanda ha molto da offrire, sia in termini storici sia culturali: un buon libro è il modo migliore per entrare nelle magiche atmosfere del luogo e i nostri consigli di oggi non mancheranno di centrare l'obbiettivo.

    Il primo titolo della nostra top five riguarda proprio James Joyce, legato a Dublino da un sentimento di odio-amore che pervade l'intera sua opera. Menzioniamo Gente di Dublino (l'edizione più recente, del 2014, è di Mondadori), raccolta di racconti che illustra la paralisi religiosa e politica dei Dubliners, la presa di coscienza della loro condizione e il (vano)...

  • Autore: Michele Rainone
    Lun, 26/01/2015 - 11:30

    Test di grammatica italiana, qual è la risposta giusta?Questo è un test di grammatica italiana di medio-alto livello, dunque abbastanza difficile per chiunque non abbia degli studi con solide basi alle spalle. Non tutte le domande sono impossibili – anzi: per qualcuno il test potrebbe sembrare un gioco da ragazzi, ma abbiamo cercato – come in passato – di mettere insieme quesiti dalle risposte piuttosto complesse a quesiti la cui risposta potesse tornarvi utile e porre ancor di più l’accento sul fatto che nostro sistema linguistico, in continua evoluzione ma al tempo stesso in equilibrio come tutti gli altri sistemi linguistici, è anche caratterizzato dalla presenza di zone grigie, all’interno delle quali non esistono il giusto e lo sbagliato. Veniamo subito alle dieci domande:

    1. Perché si dice benedicevo e non...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.