4 motivi per cui Amazon potrebbe rallentare

Quali sono le qualità di un buon lettore? Ecco le risposte di Nabokov

Tolkien, ecco la mappa originale della Terra di Mezzo

Come difendersi dall’odio online?

Le ultime dal blog...

  • Autore: Morgan Palmas
    Ven, 01/07/2016 - 12:30

    Premio Strega 2016 – Intervista a Vittorio SermontiLei ha definito Se avessero (edito da Garzanti) la sua «opera ultima». Come dobbiamo intendere questa sua definizione? E perché ha optato per un romanzo autobiografico?

    Il primo romanzetto, di genere strettamente autobiografico anche quello, lo ho pubblicato da Sansoni nel 1954, si chiamava La bambina Europa e aveva il carattere manifesto dell'«opera prima». Simmetricamente Se avessero, scritto all'estremità opposta del mio lavoro di scrittore, figuraspudoratamente autobiografico: ecco come, a quell'«opera prima» risponde quest'«opera ultima». Perché «autobiografia»? Che il protagonista sia un «io narrate» o un «egli narrato», chi scrive racconta sempre quel po' che sa dello stare al mondo, del suo singolarissimo stare al mondo. Perciò l'autobiografia, nelle sue mille declinazioni, è una categoria letteraria, cioè un tipo di finzione come un'altra: una finzione che finge di non essere una finzione (che poi, nei fatti, lo sia più o meno). Se avessi raccontato che mio nonno era lituano (nei fatti era di Palermo) il libro, voglio dire, non avrebbe...

  • Autore: Irina Turcanu
    Ven, 01/07/2016 - 11:30

    La storia della donna che ruba i ricordiIsabella De Clio. È questo il nome de La ladra di ricordi di cui parla Barbara Bellomo in un romanzo, edito da Salani, che intreccia la storia antica e quella contemporanea. A tenere unite queste due epoche storiche così distanti è un cammeo. E un omicidio. A morire, in un fitto giallo, è un’anziana signora dai gusti raffinati e dalla vita ricca di drammi famigliari. Ha perso la figlia, in seguito a un incidente e a un successivo coma, e con lei ha perso anche il marito, dopo una vita passata assieme. Nulla di tragicamente fatale, in questo caso, ma una scelta, in apparenza: Ivo Pietrini, l’uomo con cui ha condiviso tutta la vita e grazie al quale non ha mai dovuto cercare un lavoro, se n’è andato. E lo ha fatto nello stesso momento in cui la figlia stava morendo lasciando un bambino, Carlo, da accudire, indifeso e senza padre.

    Le vicende si dispiegano tra Todi e Catania, dei giorni nostri, e la Roma del I secolo a. C. Isabella De Clio, oltre a soffrire di cleptomania, è una studiosa precisa e seria. Per inciso, è un’archeologa specializzata in arte antica....

  • Autore: Elena Spadiliero
    Ven, 01/07/2016 - 10:30

    “Cell”, al cinema l'adattamento del romanzo di Stephen KingLa trasposizione cinematografica di Cell di Stephen King (co-autore anche della sceneggiatura del film) sta per arrivare nelle sale italiane, più precisamente il prossimo 14 luglio. Ricordiamo che il romanzo è stato pubblicato nel 2006 da Sperling & Kupfer, con la traduzione di Tullio Dobner.

    Cell è stato diretto da Tod Williams, anche se, all'inizio, era stato preso seriamente in considerazione Eli Roth (che, tra l'altro, vi segnaliamo sarà prossimamente impegnato a girare il remake de Il giustiziere della notte). L'uscita di Cell al cinema è un evento piuttosto interessante: in passato, King ha raccontato di aver ricevuto numerose lamentele da parte dei lettori per il finale del libro e, per questo, non...

  • Autore: La Redazione
    Ven, 01/07/2016 - 09:32

    Il mercato dei libri in Germania, ecco gli ultimi datiCi ripetiamo spesso che il mercato dei libri italiani non va bene, che i lettori sono sempre meno e che l’editoria è in crisi e non sembra decidersi a migliorare. Ma come stanno le cose negli altri Paesi europei? La domanda può sembrare oziosa, ma in realtà le risposte aiuterebbero a inserire la situazione italiana in un contesto più ampio.

    Cominciamo, allora dalla Germania, la patria della Fiera del libro di Francoforte, una delle più importanti al mondo.

    Come ogni anno, l’Associazione di editori e librai tedeschi ha tenuto una conferenza stampa per presentare i dati economici e alcune statistiche circa il mercato del libro nell’anno scorso, in questo caso nel 2015.

     

    LEGGI ANCHE – Produzione libraria in Italia, i dati Istat

     

    Le vendite di libri...

  • Autore: La Redazione
    Ven, 01/07/2016 - 08:30

    I 10 libri di narrativa straniera più venduti della settimanaVi presentiamo i 10 libri di narrativa straniera più venduti nella settimana dal 20 al 26 giugno.

     

    La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.600 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale.

     

    Il podio di questa settimana è occupato da Mondadori (in prima e terza posizione) ed Einaudi (in seconda). È Mondadori a dominare la top 10 con tre libri in classifica, seguita ancora da Einaudi con due titoli.

     

    10. Il buio oltre la siepe di Harper Lee (Feltrinelli)

    ...

  • Autore: Gerardo Perrotta
    Gio, 30/06/2016 - 12:30

    Premio Strega 2016 – Intervista a Giordano MeacciIl cinghiale che uccise Liberty Valance (edito da minimum fax) ci introduce immediatamente nel bel mezzo della scena a Corsignano, un paesino di provincia di cui lei scrive: «il Secondo Millennio avrebbe trovato Corsignano preparata alle novità e indifferente esattamente come se la ricordava da sempre». Questo è un limite o un punto di forza della provincia?

    Allora. Come prima cosa bisogna intendersi su cosa significhi realmente La Provincia. Capire cioè se identificarla con una dimensione marginale, un luogo in qualche modo diviso e isolato rispetto a un Centro (ipotetico o reale quasi non importa); o se invece con “provincia” riferirsi a una qualche laica, stordita, disincantata e refrattaria “categoria dello Spirito”. Quando ho deciso di raccontare i personaggi che mi àbitano da decenni guardandoli vivere nel paese inventato di Corsignano – che mi àbita e possiede, ossessivamente, anche da prima – ho cercato di regalare a tutti loro la dimensione doppia di un universo concluso (il Paese come me lo ìmmagino...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.