Curiosità grammaticali

Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Interviste a scrittori

Le ultime dal blog...

  • Autore: La Redazione
    Mer, 27/01/2021 - 13:30

    Perché si dice «dal Campidoglio alla Rupe Tarpea»?Il Campidoglio è uno dei sette colli di Roma su cui fu fondata la città. Romolo elesse qui la propria residenza e fu eretto un tempio dedicato a Giove Capitolino. L’Asylum, che è l’attuale Piazza del Campidoglio, divideva l’Arx dal Capitolium, in altre parole la parte settentrionale da quella meridionale, dalla cui parte rocciosa, la cosiddetta Rupe Tarpea, erano gettati i traditori condannati a morte. Aveva anche un significato simbolico: espellerli dall’Urbe.

    Il nomeSaxum Tarpeium deriverebbe da Tarpeia, una vergine vestale, figlia del comandante Spurio Tarpeio. La leggenda narra che la ragazza si fosse recata oltre le mura per l’acqua dei culti rituali. Pagò con la vita il suo comportamento ingenuo, ingannata dal re Tito Tazio, permettendo così ai nemici di entrare nella cittadella: l’esercito romano fu colto alla sprovvista.

     

    Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

     

    ...

  • Autore: Marcella Rizzo
    Mer, 27/01/2021 - 13:30

    La vita in tutta la sua realtà. “I famelici” di Davide D’UrsoI famelici. Sacrifici, espedienti e intrepide prodezze di gente comune e di noi che siamo venuti dopo (Bompiani, 2021) il nuovo libro di Davide D’Urso ha la capacità di coinvolgerti, emozionarti e divertirti pagina dopo pagina mantenendo un ritmo che mai rallenta, che mai lascia spazio a pause narrative, a effetti speciali procurati da sintassi ridondante e prosa barocca.

    È un libro genuino, sincero, come sincera è la narrazione dei fatti, degli episodi, dei sentimenti, delle persone che rivivono attraverso le parole di uno scrittore che prima di essere tale è stato spettatore e protagonista insieme di queste storie comprimarie della Storia, quella con la s maiuscola.

    Al centro della narrazione vi è la figura del padre e il rapporto con il figlio. Il primo forte e tenace nel perseguire i suoi obiettivi, nel perseverare, nel costruirsi e nel costruire, il secondo sognatore e illuso con l’idea fissa di fare lo scrittore. Due generazioni a confronto,...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Mer, 27/01/2021 - 11:30

    “Il tuo sguardo su di me”, intervista a Margherita GiacobinoCon Il tuo sguardo su di me (Mondadori, 2021) Margherita Giacobino aggiunge un altro tassello alla sua personale esplorazione dell’universo femminile, iniziata alla fine degli anni Novanta con Casalinghe all’inferno (Baldini&Castoldi, 1997) e proseguita attraverso libri che parlano di donne, di famiglie, di anziane alle prese con un presente sempre più complesso, come nel recente L’età ridicola (Mondadori, 2018).

    Questo nuovo romanzo, essenzialmente autobiografico, racconta il rapporto della narratrice con la madre, una bellissima figura di donna forte e complessa, poco convenzionale e capace di caricarsi sulle spalle il peso della gestione di una famiglia in cui il marito evita la sua quota di responsabilità. Una madre capace di essere per tutta la vita un modello per la figlia, ma al tempo stesso di rivendicare la libertà delle sue scelte, spesso...

  • Autore: Fabio Cozzi
    Mer, 27/01/2021 - 11:30

    Il lungo viaggio verso l’ignoto. “Ultimo parallelo” di Filippo TuenaUltimo parallelo è l’oggetto letterario di Filippo Tuena che racconta della spedizione inglese guidata dal capitano Robert Falcon Scott per la scoperta del Polo Sud, sconfitta nel 1911 dai norvegesi di Roald Amundsen. Il libro porta con sé una storia lunga: la prima edizione uscì nel 2007 per Rizzoli (vinse il Premio Viareggio), poi venne ripubblicato nel 2013 dal Saggiatore, che quest’anno lo ripresenta con una nuova introduzione e degli allegati in appendice che appartengono a stralci che non vennero mai inseriti nei volumi precedenti. È una sorta di laboratorio quello che ci viene presentato, un laboratorio che mostra, nella nuova introduzione, l’approccio di scrittura di Tuena, il quale molto spesso ritorna con edizioni successive sui suoi libri (come Le Variazioni Reinach).

    Proprio nella nuova introduzione lo scrittore romano si chiede da dove partire. L’immagine dei pony, che venivano cavalcati...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Mer, 27/01/2021 - 11:28

    Intervista ad Alberto Ottieri, Amministratore delegato di Messaggerie LibriA causa delle norme restrittive imposte dalla pandemia la trentottesima edizione della storica Scuola per Librai dedicata a Umberto e Elisabetta Mauri non si terrà come tradizione alla Fondazione Cini di Venezia ma verrà organizzato per il 29 gennaio totalmente online, allargando la platea dei partecipanti a molte personalità anche straniere. Ne abbiamo parlato con Alberto Ottieri, amministratore delegato e vicepresidente di Messaggerie Italiane.

     

    Cosa le mancherà rispetto all’edizione in presenza e cosa invece pensa che si possa acquisire di positivo lavorando solo in rete?

    Mi mancherà molto la parte didattica e formativa dedicata ai librai che facciamo di solito a Venezia per tre giorni e che abbiamo rimandato a dei corsi monografici da realizzare durante l’anno. Ci sono trenta librai che ogni anno...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Mar, 26/01/2021 - 13:30

    Un nuovo personaggio femminile e un noir milanese per Gianrico CarofiglioCon La disciplina di Penelope (Mondadori, 2021) Gianrico Carofiglio, dopo i molti volumi pubblicati con Rizzoli ed Einaudi, esordisce nella storica collana del Giallo Mondadori. Lo fa scegliendo prima di tutto un’ambientazione del tutto differente da quelle dei suoi precedenti romanzi: lasciata infatti la Bari dove si muovono abitualmente l’avvocato Guido Guerrieri e il maresciallo Pietro Fenoglio, protagonisti da tanti anni di due serie molto amate dal pubblico, Carofiglio ci presenta infatti come nuovo scenario la Milano contemporanea. È una città che lo scrittore dichiara di amare molto perché la considera «molto più noir e metropolitana di Roma», come ha...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.